Crociera ai fiordi: per molti ma non per tutti

La crociera ai fiordi norvegesi è una delle crociere nella lista dei desideri di tanti crocieristi.

Ai fiordi con MSC Sinfonia: un sogno che si realizza

Ma sono del parere che sia per tanti ma non esattamente per tutti! Qualsiasi sia la sua durata!

Durante la mia esperienza a bordo di MSC Sinfonia, ho potuto notare personalmente che l’idea che mi ero fatta prima era corretta: ottima per coppie in viaggio di nozze o che festeggiano un anniversario, per single e per anziani, ma anche per coppie con bambini che amino la natura in tutte le sue sfumature; meno indicata invece per chiunque ami scorazzare per musei e per città alla scoperta di meraviglie architettoniche, perchè in questa parte del mondo, le città di una certa dimensione si contano nella punta delle dita ( Bergen è la seconda città norvegese per abitanti), mentre abbondano piccolissimi villaggi, e quando dico piccolissimi intendo massimo venti abitazioni!

Crociera ai fiordi: per molti ma non per tutti

Crociera ai fiordi: per molti ma non per tutti

Quella che si può ammirare senza problemi è la natura in tutta la sua esplosione di bellezza, il contrasto tra il verde della vegetazione e i colori della pietra, del cielo, del mare, il sole a mezzanotte e così via.

Chi quindi parte con l’idea di poter partecipare ad un viaggio anche culturale, si ritrova solo panorami che seppure mozzafiato, possono non rispettare le aspettative: ho visto personalmente persone annoiate durante la navigazione turistica del fiordo di Geiranger, patrimonio dell’Unesco e di una bellezza unica al mondo.

Nell’aria le note de “Il mattino”, composizione di Edvard Grieg, che fa parte delle musiche di scena per il Peer Gynt e che rappresenta il sorgere del sole. Ho ancora nell’orecchio il commento di una annoiata signora francese che ha testualmente detto al marito “che musica di…”.

Quando si dice noblesse oblige: sò che avendo suonato per 22 anni musica classica e amandola in maniera viscerale posso sembrare di parte, ma non rendersi conto della poesia di questi momenti era davvero impossibile da capire, almeno per me.

Non adatta anche a chi ama le mega navi e i loro mille divertimenti, perchè in questa parte del mondo arrivano navi da crociera di non grandissime dimensione, che spesso rimangono in rada perchè molti porti non sono in grado di ospitarle: ottime le navi con ampi spazi esterni che vi permettono di godere, durante la navigazione turistica dei fiordi, di ogni particolare.

Per quanto riguarda la mia esperienza a bordo di MSC Sinfonia, il mezzo ponte sopra quello delle piscine, con i suoi ampi camminamenti, è stato davvero l’ideale: personalmente pensavo di soffrire la mancanza di una piscina coperta, ma in realtà non ne ho assolutamente sentito la mancanza, anzi! L’ampio ponte piscina è stato spesso, tempo permettendo, meta di passeggiate e di fermate per godersi un aperitivo con uno sguardo verso l’esterno mozzafiato.

I bambini o i ragazzi possano annoiarsi a bordo?

Per le coppie con neonati, bambini e ragazzi al seguito, a bordo di Sinfonia sono presenti aree adatta a tutte le età, appositamente dedicate e studiate da esperti del settore: l’area bimbi 0-3 anni è curata in particolare da Chicco, il brand che rappresenta un’eccellenza italiana nel mondo, che ha messo al servizio dei crocieristi a bordo delle navi di classe Lirica, iniziative e servizi dedicati alla famiglia.

Cosa si trova all’interno di un centro Chicco a bordo? Le foto parlano da sole: tanti coloratissimi giochi marchiati Chicco, atossici ed educativi, una zona cambio pannolini, con un abbondante scorta di varie taglie a disposizione, tanti passeggini ad uso gratuito da poter usare in escursione ma anche all’interno della nave (evitando al passeggero un peso inutile da portarsi da casa).

La vacanza per i neonati diventa così un’occasione ricca di stimoli, divertimento e relax, fatta di momenti speciali da vivere con i genitori ma anche con altri bambini, senza le piccole preoccupazioni quotidiane: questo perchè come ho detto, tutto è stato pensato per supportare i genitori a gestire la pappa, la nanna, il cambio e ogni altra esigenza del bambino, con estrema semplicità.

Inoltre i fantastici ragazzi dello staff di animazione di MSC Crociere sono sempre a completa disposizione dei genitori: suggeriscono ai genitori i giochi più adatti in base all’età, le attività da realizzare insieme, ma, soprattutto, possono supervisionare i piccoli ospiti qualora i genitori volessero ritagliarsi qualche ora di relax.

Crociera ai fiordi: per molti ma non per tutti

All’interno del Daily distribuito quotidianamente in cabina, orari e particolari programmi quotidiani son ben spiegati agli ospiti.

Inoltre ricordate sempre che per tutti i possessori di Baby Card Chicco è previsto uno sconto speciale di 150 euro a cabina sulla tariffa crociera: chiedete informazioni più dettagliate al vostro agente di viaggio e se il bimbo ha un età compresa tra 0 e 3 anni, avrete inoltre diritto ad un buono sconto del valore di 20 euro, da spendere all’interno dei Negozi Chicco.

Nella zona invece curata da LEGO®, altra eccellenza presente a bordo, i giochi sono adatti ad una fascia d’età più ampia:

  • LEGO® Duplo®: Giochi divertenti e sfide pensate per la fascia 0-3 anni
  • Mattoncini LEGO®: i “Classic” e la « Vertical Play Wall » per la fascia di età 7-11 anni
  • Building Happening: per i bambini tra i 6-11 anni di età, con costruzioni a tema e mattoncini in edizione limitata
  • Un LEGO Experience Day (ogni crociera): una giornata dedicata al termine della quale tutti i partecipanti riceveranno uno speciale diploma LEGO® Master Builder

Per i bambini di età superiore, è disponibile una zona anch’essa ben curata, allegra e con bellissima veduta dell’esterno, grazie agli ampi oblò che permettono una vista mozzafiato verso il mare, quando si è in navigazione.

Ma non è tutto: perchè MSC ha anche studiato spazi appositi anche per i ragazzi più grandi, con zona disco, zona per sfide alla XBOX, comode e curiose sedute inserite nelle pareti, molto colorate, che danno il meglio di sè quando le luci si accendono (nelle fote i colori non rendono tanto essendo un orario in cui non c’era nessun ragazzo presente).

Inoltre nel ponte piscine è presente un’area denominata Spray Park, a loro dedicata: certamente essendo in un ponte esterno, che non ha una copertura semovente, come in navi di classe superiore, nelle crociere del Nord non è utilizzabile. Ho invece visto molti ragazzi coi genitori, usufruire degli idromassaggi con temperatura a 30° nonostante il freddo esterno.

Ai fiordi con MSC Sinfonia: un sogno che si realizza

In linea generale i genitori hanno a loro disposizione quindi un ampio ventaglio di possibilità per poter passare una vacanza più rilassante, lasciando in custodia i bambini a personale qualificato.

Da segnalare un apposito menù per i più piccoli, davvero completo: il nostro Maitre d’Hotel, il signor Ivan Krkic, a domanda diretta del mio collega spagnolo, ci ha spiegato inoltre che basta semplicemente chiedere al cameriere assegnato al proprio tavolo, oppure direttamente al Maitre o al suo aiutante, ciò che si desidera. Io ho chiesto espressamente se erano disponibili omogeneizzati e la sua risposta è stata chiarissima: “come genitore preferirei un frullato, un passato di verdure fresche, una pastina, un passato a base di carne di vitello, tutti realizzati con prodotti controllati, piuttosto che omogeneizzati confezionati e i genitori apprezzano questa nostra scelta“.

Per quanto invece riguarda l’intrattenimento degli adulti, c’è solo l’imbarazzo della scelta: tra i diversi bar, il Le Baroque era il nostro preferito, le lounge che ospitavano serate danzanti o musica dal vivo, il pub in stile inglese dove si può fumare tranquillamente e bere ottime birre, la discoteca, aperta dalle 23, 23/30 in poi, la serata insomma si può vivere al massimo o in tranquillità, secondo i propri gusti, mentre i pomeriggi in navigazione, quando non si è a terra in escursione, passano tra musica nei saloni, giochi, lezioni di ballo, shopping tra i negozi della 5th Avenue, la MSC Aurea Spa…

Per tornare al titolo del post, una crociera ai fiordi non è nemmeno adatta a chi soffre il freddo e il mal di mare: può sembrare una cosa da poco, ma se, come nel mio caso, si trova una settimana non proprio tranquilla, con mare e nebbia, con freddo pungente, pioggia sempre e comunque, il tutto può risultare davvero pesante.

Nel secondo giorno di navigazione, quando stavamo rientrando a Copenaghen, il mare non è stato proprio clemente…stesa sul letto, avevo la cabina al ponte 9, non riuscivo a stare bene. Ho optato per un giro nei ponti 6 e 5, e qui, anche bevendo o mangiando, non ho avuto alcun problema. a notte invece è bastata la stanchezza a farmi dimenticare il leggero rollio.

Ma anche in questo caso non è sempre così: il primo giorno di navigazione non abbiamo avuto nessun tipo di problema, il sole ci ha accompagnato per l’intera giornata e nessuna nausea ha fatto capolino! Il tempo, in una crociera, è sempre un’incognita di cui bisogna prendere i frutti positivi sempre: un esempio? Pioveva quasi sempre in escursione, ma un buon giubbino e un cappellino non ci hanno impedito di risalire le cascate a Geiranger, o di fare un bellissimo giro per la città di Bergen! Se ci si ferma per una pioggia, in qualsiasi viaggio oserei dire, è meglio non partire proprio 🙂

In definitiva:

  • se amate le crociere culturali, optate per quella nelle capitali Baltiche piuttosto che quella dei fiordi, molto più naturalistica, perchè rischiate di rimanere delusi;
  • se soffrite il mal di mare perlomeno prenotate in un periodo più a cavallo dell’estate, dove è più probabile un tempo migliore: però ricordate sempre che il tempo è un’incognita…se va male non fate come la signora che borbottava perchè aveva speso un patrimonio (per i suoi canoni) per la crociera e non aveva trovato il sole che desiderava tanto!
  • se volete godervi i panorami mentre i vostri figli preferirebbero tornare a casa, iscriveteli ai club a bordo: gli animatori sapranno rendere questo tipo di vacanza indimenticabile anche per loro!

 

Tutte le immagini e i video presenti nell’articolo sono di esclusiva proprietà di Crazy Cruises il blog e di Pisano Daniela e sono protette da copyright: abbiate perlomeno l’accortezza di chiedere l’autorizzazione alla pubblicazione all’autrice. Grazie! 

 

 

Hai trovato interessante questo articolo? Lascia il tuo mi piace o un tuo commento o una tua condivisione per aiutarmi a crescere: a te non costa nulla, a me aiuta tantissimo 🙂

E ricorda di inserire la tua mail per rimanere sempre connesso con il mondo Crazy, con notizie sempre aggiornate!

28/05/2015  ore 13.40
“Articolo di Crazy Cruises in riproduzione riservata” protetto da licenza Creative Commons International: Devi attribuire adeguatamente la paternità sul materiale, fornire un link e indicare se sono state effettuate modifiche".

Daniela Pisano
Daniela Pisano

Blogger e cruise addict, viaggiare è sempre stato il mio chiodo fisso, insieme alla passione innata per l’archeologia e l’Egitto, per il mare e per i paesi orientali. Amo fotografare i particolari più strani, le cosiddette prospettive insolite

More Posts - Website - Twitter - Facebook - LinkedIn - Pinterest - Google Plus

Pubblicità

Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *