Il Magellan, ex Grand Holiday, termina il dry dock

Il Magellan, la ex Grand Holiday di IberoCruceros, venduta agli inglesi di CMV, ha concluso le 5 settimane di dry-dock ai cantieri Damen Shiprepair  di Amsterdam.

Il Magellan, ex Grand Holiday, termina il dry dock

Photo by Bram van de Biezen 06-53148371

Nei cantieri olandesi, la nave da 46.052 tonnellate di stazza media e da 222 metri di lunghezza, è stata posizionata nel bacino n°4, lungo 250 metri, dove lo scafo, timoni ed eliche sono stati sottoposti a ispezione e ad un’accurata pulizia.

La carriera di Magellan inizia sotto la bandiera di Carnival Cruise Lines nel 1985, dove prende il nome di Holiday: ora invece è parte del Global Maritime Group Inc. e recentemente è stato inglobato nella flotta dell’operatore britannico Cruise & Maritime Voyages (CMV).

Il Magellan, ex Grand Holiday, termina il dry dock

Ai cantieri Damen Shiprepair di Amsterdam sono stati affidati questi lavori che hanno riguardato una vasta gamma di attività di manutenzione e riparazione.

Per prima cosa sono state rimosse le 16 scialuppe di salvataggio e sono state portate a terra per la manutenzione: a seguire una gamma di pulizie, tra cui la lucidatura delle eliche e la pulizia delle prese a mare.

Il Magellan, ex Grand Holiday, termina il dry dock

Il Magellan, ex Grand Holiday, termina il dry dock

Revisionate, inoltre, le otto unità di condizionamento e il sistema completo delle acque grigie, con al pulitura chimica di 700 gabinetti. In alcuni casi si è reso necessario il cambio di alcuni tubi, tra cui quelli che servono le pompe dell’acqua di mare, le prese d’aria dei serbatoi di zavorra e dei condotti di aspirazione.

Controllate anche le pinne stabilizzatrici e l’inceneritore, che è stato ristrutturato.

La gestione efficace e un progetto ben studiato sono stati il fattore chiave per il successo di questa ristrutturazione: avendo i tempi ristretti, un piccolo ritardo poteva far slittare il viaggio di tre giorni da Amsterdam ad Anversa, previsto per il 4 giugno.

Il Magellan, ex Grand Holiday, termina il dry dock

“Nel complesso, il progetto è andato liscio grazie alla stretta collaborazione tra la gestione della nave, il cantiere e, ultimo ma non meno importante, un equipaggio molto collaborativo” ha commentato Ruud Haneveer di Damen Shiprepair.

“Il problema del rispetto dei tempi è stato molto impegnativo, data la portata del lavoro richiesto, ma la qualità delle nostre strutture e il know-how della nostra forza lavoro ha fatto in modo che tutto sia stato completato con successo e soprattutto nei tempi stabiliti”.

Le foto, se non diversamente indicate, sono di proprietà di 

Hai trovato interessante questo articolo? Lascia il tuo mi piace o un tuo commento o una tua condivisione per aiutarmi a crescere: a te non costa nulla, a me aiuta tantissimo 🙂

E ricorda di inserire la tua mail per rimanere sempre connesso con il mondo Crazy, con notizie sempre aggiornate!

02/06/2015  ore 23.00
“Articolo di Crazy Cruises in riproduzione riservata” protetto da licenza Creative Commons International: Devi attribuire adeguatamente la paternità sul materiale, fornire un link e indicare se sono state effettuate modifiche”.
Daniela Pisano
Daniela Pisano

Blogger e cruise addict, viaggiare è sempre stato il mio chiodo fisso, insieme alla passione innata per l’archeologia e l’Egitto, per il mare e per i paesi orientali. Amo fotografare i particolari più strani, le cosiddette prospettive insolite

More Posts - Website - Twitter - Facebook - LinkedIn - Pinterest - Google Plus

Pubblicità

Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *