Aida e Hapag-Lloyd annulleranno le crociere nelle Isole Faroe

Aida Cruises e Hapag-Lloyd, due delle maggiori compagnie di crociere tedesche, hanno annunciato che annulleranno le crociere nelle Isole Faroe come protesta per la prosecuzione della caccia e del massacro dei globicefali nell’arcipelago, nota come grindadráp.

Hapag Lloyd lancia Experience.tv

L’annuncio arriva dopo la condanna, cominata ai volontari di Sea Shepherd Global, organizzazione benefica con sede in Olanda, accusati di aver interferito nella mattanza di oltre 250 globicefali sulle spiagge assassine di Bøur e Tórshavn il 23 luglio.

In una lettera ufficiale spedita ai volontari, Monika Griefahn, direttore per l’Ambiente e la Comunità a capo del settore Sostenibilità di Aida Cruises, ha reso noto che l’azienda tedesca modificherà le rotte delle proprie crociere, facendo scalo nel Porto di Kirkvall, alle Isole Orcadi (Scozia) in alternativa al Porto di Klaksvík, nelle Isole Faroe.

Questo “nell’interesse dei nostri equipaggi e dei nostri ospiti, come anche per ragioni legate alla protezione della specie, e durerà fino a nuova decisione”.

Aida e Hapag-Lloyd annulleranno le crociere nelle Isole Faroe

Image credit: Sea Shepherd

Anche Negar Etminan, capo delle Comunicazioni Aziendali di Hapag-Lloyd, in una e-mail inviata a Sea Shepherd dichiara:

“Abbiamo già ridotto il numero di scali nelle Isole Faroe. Abbiamo un unico scalo in programma previsto nelle Isole Faroe il prossimo anno.

Per il momento ci asterremo dall’organizzare altri scali nelle Isole Faroe, e stiamo valutando possibili alternative per l’itinerario programmato per il prossimo anno”.

Nel recente passato, sia Aida Cruises che Hapag-Lloyd, avevano indirizzato lettere aperte al Primo Ministro delle Isole Faroe, Kaj Leo Johannesen, sottolineando la disapprovazione della Compagnia in merito alla grindadráp.

Nel video, girato dai membri di Sea Sheperd, le terribili immagini del massacro e il fermo dei due volontari. ATTENZIONE: immagini forti

Accolto dunque l’appello dei volontari di Sea Shepherd, lanciato il 14 di luglio, di posticipare le crociere nelle Isole Faroe a causa della prosecuzione dei massacri.

Per la cronaca, tutti i cinque volontari che hanno cercato di impedire il massacro e la stessa organizzazione, sono stati condannati da un tribunale danese per avere tentato di impedire il massacro e saranno giudicati anche per turbativa dell’ordine pubblico.

Il Team Leader di Sea Shepherd Land, Rosie Künneke del Sud Africa , e il suo collega volontario,Christophe Bondue dal Belgio , sono stati arrestati sulla spiaggia di Bour dove sono stati macellate 111 balene. Künneke è stato condannata a pagare una multa di 35.000 corone (circa 4.690 €) o trascorrere 14 giorni in carcere. Bondue è stato condannato a pagare una multa di 25.000 corone (circa 3.350 €) o trascorrere 14 giorni in carcere.

Xavier Figarella dalla Corsica (Francia) e Marianna Baldo, Italia, sono stati arrestati mentre tentavano di documentare il massacro: entrambi sono stati condannati a pagare una multa di 30.000 corone (circa 4.020 €) o trascorrere 14 giorni in carcere.

Aida e Hapag-Lloyd annulleranno le crociere nelle Isole Faroe

Image credit: Sea Shepherd

Kevin Schiltz dal Lussemburgo è stato arrestato più tardi quel giorno, dopo la seconda strage di Tórshavn, dove sono state abbattute 142 balene. Schlitz è stato condannato a pagare una multa di 5.000 corone (circa 670 €) o passare otto giorni in carcere.

Sea Shepherd è stata multata di 75.000 corone (circa 10.050 €), con l’accusa di aver orchestrato gli incidenti che hanno portato agli arresti dei membri dell’equipaggio, anche se l’organizzazione nega fermamente ogni accusa.

Il massacro dei cetacei è fuorilegge in tutta l’Unione europea, tra cui la Danimarca, in conformità con l’appendice II della Convenzione relativa alla conservazione della vita selvatica e dell’ambiente naturale (Convenzione di Berna).

Tuttavia, nelle Isole Faroe, il massacro delle balene pilota e altri piccoli cetacei prosegue con l’assistenza della Polizia danese e Marina, e con la benedizione del governo danese. (Fonte SeaShepherd.com)

 

Hai trovato interessante questo articolo? Lascia il tuo mi piace o un tuo commento o una tua condivisione per aiutarmi a crescere: a te non costa nulla, a me aiuta tantissimo 🙂

E ricorda di inserire la tua mail per rimanere sempre connesso con il mondo Crazy, con notizie sempre aggiornate!

10/08/2015  ore 15.50
“Articolo di Crazy Cruises in riproduzione riservata” protetto da licenza Creative Commons International: Devi attribuire adeguatamente la paternità sul materiale, fornire un link e indicare se sono state effettuate modifiche.
Daniela Pisano
Daniela Pisano

Blogger e cruise addict, viaggiare è sempre stato il mio chiodo fisso, insieme alla passione innata per l’archeologia e l’Egitto, per il mare e per i paesi orientali. Amo fotografare i particolari più strani, le cosiddette prospettive insolite

More Posts - Website - Twitter - Facebook - LinkedIn - Pinterest - Google Plus

Pubblicità

Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *