7 cose che solo noi, drogati di crociere, riusciamo a capire!

Ci sono alcune cose che solo noi drogati di crociere riusciamo a capire, tanto che non manchiamo di iscriverci ad ogni gruppo nei vari social dove possiamo sfogarci, liberando i nostri più intimi pensieri, le nostre astinenze, lunghe o corte che siano, la nostra lontananza dal mare e dalla nave, senza essere considerati pazzi (o Crazy come volete ;P) e fuori di testa da chi ci circonda e che non ha mai provato questa esperienza di vacanza.

Come difendersi dalle truffe viaggi online

7 cose che solo noi, drogati di crociere, riusciamo a capire!

E’ in questi gruppi che ci lasciamo andare, che organizziamo la nostra prossima partenza, che scopriamo nuovi amici, è qui che spesso veniamo a conoscenza di persone che hanno alle spalle un numero impressionante di crociere (e noi che pensavamo di aver stabilito un record!) e che dispensano fantastici consigli ai nuovi adepti appena entrati!

E’ qui che scopriamo che le crociere non sono più quelle di una volta che le navi, ormai grandi grattacieli, sono lontane anni luce da quelle di giusto 15 anni fa (senza andare lontano nel tempo!), con cambiamenti epocali in quanto a modo di servire i clienti, gestione divertimento e tanto altro.

Per Norwegian Cruise Line nuove destinazioni: Epic torna ai Caraibi e Spirit in Europa

Girando tra i vari e numerosi gruppi sul web, ho avuto lo spunto per scrivere questo post, sulle 7 cose che solo un crocierista incallito può capire della vacanza in crociera: grazie a tutti voi che con le vostre risposte, avete collaborato in qualche modo alla stesura!

#1. Vacanza? Per noi è solo in crociera!

Ne basta solo una per prendere il “vizio“: sì perchè dopo essere scesi dalla prima crociera si sente subito il distacco e il ritorno alla realtà! Nessuno più che ci tiene in ordine la cabina più volte al giorno, nessuno che ci porta qualcosa da bere, nessuna comoda sdraio sul ponte piscina o nel ponte superiore che ti permetta di prendere il sole in navigazione, nessuno che cucina succulenti pasti per te…e l’elenco sarebbe infinito!

Seven-Seas-Voyager-Deck

E’ come se, una volta saliti a bordo, si venga immediatamente trasportati in un limbo paradisiaco, dove il tempo quasi non esiste, dove le ore sono scandite dai pasti, dal gioco pomeridiano, dall’escursione mattutina…ogni volta che lo racconto mi prendono per matta e credo che sia il primo punto, di questa matta lista, comune a molti di noi!

#2. Non faccio in tempo a scendere, che ho già in mente la prossima (già prenotata!)

Sembriamo dei marziani, lo so: non si fa in tempo a scendere dalla nostra ultima crociera che abbiamo già prenotato la prossima o, per i più audaci, le prossime!

Siamo matti? Può essere, ma nella nostra pazzia, andiamo sempre avanti nel tempo e spesso prenotiamo direttamente da bordo, approfittando di uno sconto corposo riservato.

Carnival: due navi in più in Cina e nuovo terminal a Barcellona

Oppure che dire di quell’occasione che ci è stata prospettata all’atto della prenotazione dell’ultima crociera? C’era anche la possibilità di prenotarne un’altra ad un prezzo stracciato e siccome siamo prevvidenti e comunque sia il risparmio non fa schifo a nessuno, l’abbiamo fermata in agenzia per garantirci la cabina!

Spesso in questo modo si riesce a farne tre o 4, di cui 2 almeno a prezzi stracciati! E questo risponde alla solita domanda che chi non è di questo “mondo” ci rivolge sempre: “parti? Ancora? Ma come fai con lo stipendi che ti ritrovi!!“: un argomento di cui avevo già parlato qui.

#3. A bordo faccio sempre il secondo pranzo!

Nella maggior parte delle navi di quasi tutte le Compagnie (a parte alcune), si mangia a qualsiasi ora del giorno e della notte!

Crociera ai fiordi: per molti ma non per tutti

©

Io ho l’abitudine di fare il pranzo ossia quello che si fa di ritorno dalle escursioni (il primo pomeriggio, in genere dopo le 15.30): chi non ha stuzzicato fuori, chi non ha pranzato a terra, chi in ogni caso non resiste, è solito salire al buffet, sempre preso d’assalto quando si rientra da terra, dove gustare piatti caldi o freddi e dove calmare la fame sino…alla merenda di li a poche ore!

Una delle cose che si impara una volta a bordo, è che se abbiamo un buco allo stomaco lo possiamo colmare come e quando vogliamo e ovviamente, nella maggior parte delle volte, compreso nel prezzo!

7 cose che solo noi, drogati di crociere, riusciamo a capire!

©

Quindi attenti alla dieta, perchè una volta che siete davanti ad un piatto fumante e con il profumino sotto il naso di una pizza appena sfornata alle 4 del pomeriggio, sarà difficile resistere, sebbene abbiate finito di mangiare da appena mezz’ora!

#4. Svegliarsi presto, andare a letto tardi

A meno che non vi imponiate una vacanza tutto relax, senza orari e senza seguire il ritmo di bordo, non potete fare a meno di vivere la nave in ogni sua sfaccettatura! Perchè perdersi lo spettacolo in teatro, anche se finisce tardi? Perchè poi non fare una puntatina in uno dei tanti saloni dove fanno musica dal vivo, dove farsi un ballo o chiacchierare con i nuovi amici conosciuti a bordo, perchè non fare anche una punutatina in discoteca o al casinò?

I bartenders di Royal, NCL e Celebrity ammessi alla finale del World Class Bartenders of the Year

In ogni caso difficile andare a letto prima delle 2 : nessun problema se il giorno dopo almeno una volta non vogliate svegliarvi per ammirare l’alba (io rimango sveglia direttamente e poi approfitto del giorno di navigazione per riposare, ad esempio) e immortalarla in mille foto!

Sicuramente non sarete mai soli sul ponte a quell’ora, in tanti vogliono osservare nel silenzio il nascere del sole, uno spettacolo da non perdere in navigazione (e se il tempo lo permette!).

#5. Il giorno dell’imbarco non è mai uguale

In che senso non è uguale si chiederà un estraneo a questo mondo? Nel senso che anche se avete alle spalle 20 crociere, il giorno dell’imbarco è sempre un’emozione unica, lo stomaco è sempre in rivolta, l’adrenalina va sempre a mille, controllate sempre che tutto sia nelle valigie mille volta, i biglietti si spiegazzano da quante volte li avete controllati.

7 cose che solo noi, drogati di crociere, riusciamo a capire!

©

E ogni volta il benvenuto a bordo vi fa venire i brividi: benvenuti nel club!

#6. Estranei? Quanti nuovi amici!

Se c’è una cosa che si impara sin dalla prima crociera, è che ci mettono nel tavolo con persone a noi estranee…sino al momento in cui facciamo conoscenza! I nostri compagni di tavolo spesso diventano i compagni di ogni quotidiana avventura, che sia  abordo o in escursione: ci si ritrova ovunque e molto spesso le amicizie nate a bordo rimangono nel tempo!

MSC Lirica destinata a Shanghai

E’ pur vero che c’è chi non gradisce fare conoscenza con persone sconosciute o che magari capitano con persone che non considerano al loro livello: per questo è possibile farsi cambiare di tavolo dal Maitre (se è possibile vi accontenterà senza problemi) o scegliere un tavolo per due solo per voi (sono pochissimi sappiatelo).

Ma nella maggior parte dei casi conoscere nuove persone non ha mai rovinato nessuno e spesso, ripeto, nascono delle bellissime amicizie di lunga durata: d’altronde sono le uniche persone che come voi, capiscono il mondo che voi amate senza dover ogni volta spiegarne le meraviglie!

#7. Il popolo del countdown

Sì è così: chi è un drogato di crociere non può esimersi dal fare il countdown della sua prossima crociera, che comincia nel momento in cui si sbarca dall’ultima!

7 cose che solo noi, drogati di crociere, riusciamo a capire!

Ammettetelo: avete tutti una app sullo smartphone che vi comunica ogni giorno quanti ne manchino al prossimo imbarco o, tra chi non ama la tecnologia, chi non segna con una X enorme sul calendario, i giorni che passano!! Lo facciamo tutti e amiamo mostrarli con soddisfazione ai nostri amici nei social.

Questi sono solo pochissimi dei punti che contraddistinguono noi drogati di crociere: sicuramente ce ne sono molti ma molti altri…magari aggiornerò la lista in base anche ai vostri suggerimenti che dite? Vi aspetto qui, sulla mail o sui social 😉

 

Hai trovato interessante questo articolo? Lascia il tuo mi piace o un tuo commento o una tua condivisione per aiutarmi a crescere: a te non costa nulla, a me aiuta tantissimo 🙂

19/08/2015  ore 14.00
“Articolo di Crazy Cruises in riproduzione riservata” protetto da licenza Creative Commons International: Devi attribuire adeguatamente la paternità sul materiale, fornire un link e indicare se sono state effettuate modifiche.

Inserisci il tuo indirizzo e-mail e sarai sempre aggiornato sul mondo delle crociere!

Daniela Pisano
Daniela Pisano

Blogger e cruise addict, viaggiare è sempre stato il mio chiodo fisso, insieme alla passione innata per l’archeologia e l’Egitto, per il mare e per i paesi orientali. Amo fotografare i particolari più strani, le cosiddette prospettive insolite

More Posts - Website - Twitter - Facebook - LinkedIn - Pinterest - Google Plus

Pubblicità

Pubblicità

2 pensieri su “7 cose che solo noi, drogati di crociere, riusciamo a capire!

  1. Giulio Cocozza Vera

    Propio qui dici la veritá:
    è qui che spesso veniamo a conoscenza di persone che hanno alle spalle un numero impressionante di crociere (e noi che pensavamo di aver stabilito un record!) e che dispensano fantastici consigli ai nuovi adepti appena entrati!

    E’ qui che scopriamo che le crociere non sono più quelle di una volta che le navi, ormai grandi grattacieli, sono lontane anni luce da quelle di giusto 15 anni fa (senza andare lontano nel tempo!), con cambiamenti epocali in quanto a modo di servire i clienti, gestione divertimento e tanto altro.

    Certo io ormai sono diventato un esperto malato di crociere con 60 e piu crociere, faccio presente che le crociere non sono piu come una volta, dove si godeva della navigazione, del mare, e di quel glamour, che oggi con queste mega navi, diventate parchi divertimento, con prezzi stracciati che poi si recuperano a bordo facendo pagare quasi tutto. e ce poi chi si lamenta del mangiare, il servizio che e venuto a mancare, anche se vorrei sapere se a casa loro mangiano cosi bene tutt’ora. Io ormai sono alle últime, e se qualche crociera ho in programma di realizare, certamente scegliero compagnie e navi con un certo ricordo di allora.

    Auguri Daniela Pisano per la pubblicazione- Giulio…

    Rispondi
    1. admincrazyadmincrazy

      Hai proprio ragione Giulio, le crociere come le ricorda chi come te ha davvero un numero impressionante di crociere alle spalle, non sono più nemmeno lontanamente vicine a quelle di tanti anni fa. Cambiano le tecnologie, cambiano i modi di intendere il divertimento etc etc e quindi di conseguenza cambia tutto, anche se spesso non in meglio come dici tu.
      Grazie per il tuo commento e grazie per gli auguri 🙂

      Rispondi

Lascia il tuo commento al post