MSC Lirica è a Palermo: inizia il restyling

E’ arrivata intorno all’una di stanotte a Palermo la MSC Lirica, l’ultima unità della classe che ha il suo nome, ad essere sottoposta ai lavori di allungamento nello stabilimento Fincantieri: in precedenza è toccato alle gemelle Armonia, Sinfonia e Opera.

MSC Lirica è a Palermo: inizia il restyling

MSC Lirica è a Palermo: inizia il restyling

I lavori, come nelle altre navi, dureranno all’incirca 2 mesi, dal 31 agosto al 2 novembre 2015: in ballo un generale restyling anche delle aree comuni interne, che diventeranno più ampie e l’allungamento di 24 metri, che permetterà l’aumento del numero di cabine con balcone, esattamente come negli altri 3 refit già completati.

MSC Lirica è a Palermo: inizia il restyling

Il troncone centrale è già pronto ed è stato spostato proprio ieri intorno alle 13 all’interno del bacino, posizionato nella parte più estrema lato terra del bacino stesso.

MSC Lirica è a Palermo: inizia il restyling

La nuova sezione da 24 metri è quella che sarà inserita una volta che la nave sarà letteralmente divisa in due.

Il programma Rinascimento, che ha un valore di 200 milioni di euro, è la punta dell’iceberg di un nuovo piano industriale di Msc Crociere che prevede il rinnovamento di quattro navi di classe Lirica ( Armonia, Sinfonia, Opera e Lirica nell’ordine di refit) e la costruzione di sette nuove unità di nuova classe e generazione, entro il 2022, per un consistente investimento complessivo di oltre 5 miliardi di euro.

MSC Lirica è a Palermo: inizia il restyling

 

Tra le novità a bordo di Msc Lirica:

  • maggiore numero di cabine con balcone
  • aree comuni più spaziose
  • maggiore scelta e flessibilità dei ristoranti di bordo
  • nuovi club dedicati agli ospiti più giovani
  • parco acquatico esterno Spray Park
  • aree per bambini e ragazzi a firma Chicco e Lego.

MSC Lirica è a Palermo: inizia il restyling

La MSC Lirica è stata al centro dell’attenzione in queste ultime settimane perchè destinata all’Oriente, in particolare alla Cina. MSC Lirica affronterà una stagione invernale in Sud America, prima di partire il 3 marzo 2016 da Rio de Janeiro, in Brasile, e dirigersi verso l’Europa, dopo toccherà tre porti, per poi dirigersi verso Shanghai, dove arriverà il 1° maggio 2016, dopo un Grand Voyage che durerà ben 60 giorni.

Le quattro navi della classe Lirica sono state costruite tra il 2003 e il 2005 presso i cantieri STX di Saint-Nazaire, in Francia. In origine erano lunghe 251 metri, avevano una stazza di 60.000 tonnellate e potevano trasportare fino a 2.200 passeggeri ciascuna.

MSC Lirica è a Palermo: inizia il restyling

Al termine del Programma “Rinascimento” saranno lunghe 275 metri, avranno una stazza di circa 65.000 tonnellate e saranno in gradi di ospitare 2.680 viaggiatori, grazie a 193 nuove cabine per nave e a 59 nuove cabine per i membri dell’equipaggio.

MSC Lirica è a Palermo: inizia il restyling

Image credit by  Ships of Palermo, Franz Biondo e Cesare Figura. A loro va un Grazie enorme per averci concesso l’utilizzo delle immagini e per la consueta gentilezza e cortesia. Le foto non possono essere usate previa autorizzazione dell’Autore e citazione della fonte.

 

Hai trovato interessante questo articolo? Lascia il tuo mi piace o un tuo commento o una tua condivisione per aiutarmi a crescere: a te non costa nulla, a me aiuta tantissimo 🙂

01/09/2015  ore 13.30
“Articolo di Crazy Cruises in riproduzione riservata” protetto da licenza Creative Commons International: Devi attribuire adeguatamente la paternità sul materiale, fornire un link e indicare se sono state effettuate modifiche.

Inserisci il tuo indirizzo e-mail e sarai sempre aggiornato sul mondo delle crociere!

Daniela Pisano
Daniela Pisano

Blogger e cruise addict, viaggiare è sempre stato il mio chiodo fisso, insieme alla passione innata per l’archeologia e l’Egitto, per il mare e per i paesi orientali. Amo fotografare i particolari più strani, le cosiddette prospettive insolite

More Posts - Website - Twitter - Facebook - LinkedIn - Pinterest - Google Plus

Pubblicità

Pubblicità

Lascia il tuo commento al post