Lavorare sulle navi da crociera: il nuovo sogno dei giovani

Il lavoro a bordo di una nave da crociera è diventato il sogno più ambito dei giovani in cerca di occupazione: una nave da crociera è in definitiva una piccola città, al cui interno troviamo comfort e servizi il più completi possibili, che per funzionare egregiamente, ha bisogno di una pletora di figure professionali che arriva a coprire un numero enorme di posizioni,come nell’intrattenimento, cura personale, lavori sul ponte e nella sala macchine, assistenza, servizi e ospitalità, staff di bordo, meccanico, elettrotecnico ecc., tutte posizioni che richiedono le più disparate specializzazioni.

Lavorare sulle navi da crociera: il nuovo sogno dei giovani

Lavorare sulle navi da crociera: il nuovo sogno dei giovani

Sarà forse l’atmosfera che ci fa sentire di essere sempre in festa, saranno gli stipendi, fatto sta che sempre più spesso mi inviate mail con la fatidica domanda “come faccio a lavorare a bordo di una nave da crociera“?

La mia premessa nelle risposte è sempre una: una cosa è vivere la crociera come ospite, un’altra è viverci per mesi e mesi, spesso in acque non tranquille e in condizioni di vita inaspettate: come condividere una piccola cabina con altre persone sconosciute o fare turni di lavoro non proprio rilassanti.

E’ pur vero che dipende tutto dal tipo di qualifica con cui si viene assunti, ma la cosa principale che dovete tenere in considerazione, prima di tutto, è il fatto che quella che ho appena descritto è solo la punta di un iceberg.

MSC Preziosa: a Cagliari visita nave per il blog

© Ideaslab

  1. una volta passato il colloquio, ci si deve uniformare a ciò che ci viene detto: non si può scegliere la nave dove salire, nè l’itinerario
  2. una volta a bordo non si può girare per la nave in lungo e in largo ma ci sono aree apposite per il personale, si deve sottostare ad un lungo tirocinio che prevede una rigida disciplina (in mare non ci si improvvisa mai e per questo è indispensabile) e si deve lavorare sempre, e dico sempre, con il sorriso sulle labbra, anche se si è appena ricevuta una durissima critica da parte del responsabile!
  3. dovrai reggere il mare o rischi di sbarcare al primo porto, perchè sopportare mesi di mare agitato non è proprio semplice.

Ma una volta appurato che il lavoro a bordo è un vero e proprio lavoro e non una vacanza idilliaca, ecco i passi da seguire.

  1. sarebbe bene candidarsi per un posto ben preciso, perchè è più probabile che la domanda venga presa in considerazione
  2. informati prima di affrontare un colloquio con una Compagnia, perchè è probabile che ti vengano rivolte delle domande a riguardo
  3. scrivi un curriculum viate efficace, fatti al limite aiutare da un centro giovani della tua città, che può anche seguire tutto l’iter insieme a te
MSC Preziosa: a Cagliari visita nave per il blog

© Ideaslab

Per lavorare sulle navi da crociera occorrono alcuni requisiti minimi:

  • iscrizione alla gente di mare
  • avere la documentazione in regola (libretto di navigazione), rilasciato dalle Capitanerie di Porto, documento ufficiale che consente l’imbarco.

Viene rilasciato dietro presentazione di telegramma o lettera d’imbarco inviata da un armatore, e riporta in modo dettagliato la qualifica professionale, eventuali modifiche e la registrazione dei corsi di Basic Training (Addestramento Base).

  • un certificato medico che attesti l’idoneità psico-fisica
  • superare due prove pratiche, una di voga e una di nuoto

Se le prove avranno esito positivo si avrà la matricola e un foglio provvisorio che verrà sostituito dal libretto di navigazione al primo imbarco.

L’iter per completare la documentazione e effettuare le visite necessarie dura solitamente un mese e mezzo.

  • effettuare il Basic Training che comprende cinque corsi obbligatori per legge:
    • Primo Soccorso
    • Pubblica Sicurezza e Responsabilità Sociale
    • Antincendio Base
    • Antincendio Avanzato
    • Sopravvivenza e Salvataggio in Mare (il titolo di bagnino non è valido)

Lavorare sulle navi da crociera: il nuovo sogno dei giovani

  • parlare più lingue straniere, come francese, tedesco, spagnolo ma fondamentalmente dovrete parlare fluentemente l’inglese
  • precedenti esperienze e qualifiche professionali nel settore in cui si vuole operare
  • forte motivazione, flessibilità e resistenza alla stress, perchè, come detto, dovrete rimanere a bordo per sei mesi, nei quali non sempre vi sarà possibile scendere a terra per prendere una boccata d’aria diversa, tenetelo sempre a mente

Quale è l’iter per la presentazione del CV?

Una volta compilato un ottimo curriculum vitae accompagnato da una lettera di presentazione, ci si rivolge alle agenzie di riferimento delle Compagnie di crociera o a loro direttamente (ognuna ha un suo iter preciso).

Lavorare sulle navi da crociera: il nuovo sogno dei giovani

Se il CV verrà ritenuto idoneo, riceverai un un modulo di candidatura, che devi leggere attentamente e compilare, utilizzando un linguaggio chiaro e coinciso. A questo allega la lettera, il modulo e di nuovo il CV, anche se è già stato valutato.

A questo punto, se la Compagnia ha necessità della figura per la quale ti stai presentando, potrai essere chiamato per un primo colloquio, in cui l’esaminatore è tenuto a cercare le giuste caratteristiche e la motivazione che ti spinge a cercare questo tipo di lavoro.

Se anche questo step è andato a buon fine, nel giro di qualche settimana riceverai la “lettera d’assunzione“, al cui interno troverai il nome della nave a te assegnata, la data e il luogo dell’imbarco, la tua posizione a bordo ed altre istruzioni.

A questo punto dovrai sottoporti ad una visita medica che ti rilascerà il certificato internazionale di buona salute: per alcuni itinerari, vedi quello statunitense (e se non sei un cittadino con passaporto USA) ti possono essere chiesti ulteriori visti che, se sei stato assunto tramite agenzia, chiederanno loro per te.

Lavorare sulle navi da crociera: il nuovo sogno dei giovani

A questo punto arriva la fatidica e sottolinerei sudata firma del contratto: la durata è di 6 mesi, prorogabili fino a 10, di comune accordo con la Compagnia, a cui è obbligatorio segua una pausa (che in genere si quantifica tra le 6 e le 8 settimane, in cui però puoi essere chiamato a svolgere corsi di aggiornamento necessari per ulteriori avanzamenti di carriera).

Se il tuo lavoro è stato soddisfacente per la Compagnia e se la tua intenzione è di continuare questa professione, ti sarà offerto un nuovo contratto.

La retribuzione

La retribuzione spettante all’arruolato può essere stabilita:

  • in una somma fissa per l’intera durata del viaggio
  • in una somma a mese o ad altro periodo di tempo
  • in forma di partecipazione al nolo o agli altri proventi o prodotti del viaggio, con la fissazione di un minimo garantito
  • parte in forma di somma fissa periodica e parte in forma di partecipazione al nolo o agli altri proventi o prodotti

In generale però la distinzione più pratica è quella tra personale che percepisce o meno una mancia.

Come si paga a bordo? I nostri consigli

  • Personale che percepisce la mancia

Sono quelli che effettivamente stanno a diretto contatto con gli ospiti a bordo: l’importo delle mance, stabilito e ben specifico, è quello che generalmente come passeggeri si è presa l’abitudine di stornare, preferendo dare di propria testa direttamente al membro dell’equipaggio che ci ha meglio serviti (cabinista, cameriere al ristorante, etc).

L’importo esatto varia da una Compagnia all’altra: il membro del personale che fa parte di questa categoria ha un piccolo stipendio di base ma, la grandissima percentuale dei suoi guadagni, è costituita dalle mance.

Per questo motivo non esiste una tabella generale, ma in media ecco una tabella, pubblicata da Cruise Line Job, che vi può essere d’aiuto (in dollari USA al mese):

Camerieri da $2500 a $4000
Autisti e assistenti camerieri da $1500 a $3000
Camerieri/e da bar da $1000 a $2500
Baristi da $1500 a $3000

E’ ovvio che chi lavora a contatto con i passeggeri di tante nazionalità diverse, deve sapere a menadito l’inglese, deve avere una buona conoscenza del lavoro e anche una adeguata istruzione (assolutamente necessaria in caso di poca esperienza).

  • Personale che non percepisce mancia

Appartengono a questa categoria tutte quelle persone che non possiedono un’adeguata padronanza dell’ inglese e che non hanno un livello di istruzione alto: ma con gli anni d’esperienza, possono comunque ambire a salire, diciamo così, di categoria.

I lavori a loro rivolti sono quelli al servizio dei membri dell’equipaggio (esiste in ogni nave una parte a loro riservata, dove lavorano camerieri, cabinisti, baristi etc).

Costa Crociere: arrivano i nuovi menù firmati Fabio Cucchelli

L’ammontare del loro stipendio è fisso, non hanno mance e si aggira dai 300 ai 500 dollari USA a settimana: a questi lavori ambiscono i lavoratori con nessuna esperienza a bordo, che provengono da Paesi in cui il cambio dollaro/moneta locale è conveniente, per cui secondo i canoni del loro Paese hanno uno stipendio di tutto rispetto; persone che iniziano da queste posizioni per arrivare all’altra categoria dopo pochi anni di servizio (i loro contratti durano anche di più, perchè i loro Paesi di provenienza hanno contratti di lavoro diversi da quelli obbligatori europei). Non discuto sul fatto che sia o meno giusto, non stabilisco io le regole di ingaggio a bordo.

Pro e contro e vita, e obblighi, di bordo

Come anticipato lavorare a bordo di una nave da crociera ha i suoi pro e i suoi contro. Prima di elencarli, va fatto presente che è fatto divieto assoluto ai membri dell’equipaggio di socializzare coi passeggeri durante il tempo libero, pena lo sbarco immediato al primo porto con licenziamento in tronco nel caso si venga scoperti (sulla vita di bordo di un membro del crew ho già parlato qui).

Si possono utilizzare tutta una serie di servizi a bordo, dedicati espressamente al crew, come la palestra, il bar, il buffet, le sale di incontro: non è permesso usufruire di attrezzature riservate ai passeggeri.

Vita da membro dell'equipaggio: quello che non vedrete mai!

Ricorda che nella maggior parte delle Compagnie, si imbarca negli USA: dovrai provvedere all’acquisto di un biglietto di sola andata e dovrai pagare la cauzione di viaggio che ti sarà restituita come da contratto, ma che, se deciderai di andartene prima che il tuo contratto giunga a termine o verrai licenziato, non vedrai mai indietro. Verrà utilizzata per acquistare il tuo biglietto di ritorno, verrai accompagnato all’aeroporto per essere certi che lasci gli USA e che non resti illegalmente nel Paese.

L’ammontare della cauzione si aggira in una cifra che va dai $300 ai $500 circa, a seconda della Compagnia: alcune però fortunatamente hanno abolito il versamento della cauzione.

Ed ecco i pro e i contro di questo lavoro:

PRO

  • lavorare viaggiando verso affascinanti destinazioni: avrai la possibilità, non ad ogni porto, di scendere a terra e avere un paio d’ore di libertà per scoprire tappe veramente affascinanti
  • a bordo ci sono persone di tante nazionalità diverse, con abitudini e comportamenti tra i più vari: a volte nascono delle amicizie che durano una vita
  • rispetto ai lavori a terra, a bordo si guadagna considerevolmente bene, considerando che hai vitto, servizi e alloggio pagato (e le bibite a prezzi molto più bassi di quelli riservati agli ospiti); ciò da la possibilità di mettere da parte, per ogni contratto, cifre davvero interessanti

Vita da membro dell'equipaggio: quello che non vedrete mai!

CONTRO

  • ottenere un contratto è difficile
  • i turni di lavoro sono spesso massacranti, con turni che vanno dalle 12 o 14 ore giornaliere, spesso in piedi, per 7 giorni alla settimana
  • come anticipato, si vive in alloggi modesti: la tua casa diventa la piccola cabina con un bagno (in alcune navi c’è un bagno ogni due cabine) che viene condiviso da più persone.

Questo crea parecchi problemi se si condivide la cabina con una persona con abitudini molto diverse dalle proprie: è richiesta inoltre una pulizia impeccabile delle stesse.

Se si hanno orari di lavoro diversi, spesso chi è sveglio ha necessità di svagarsi nelle poche ore libere (se non può scendere perchè si è in navigazione ad esempio) guardando la tv o ascoltando musica e se non si utilizzano le cuffie,  capite che tutto diventa molto difficile.

Vita da membro dell'equipaggio: quello che non vedrete mai!

La maggior parte delle cabine (tranne quelle degli ufficiali e del personale legato all’animazione), si trova nei ponti inferiori della nave, dove non si può avere un oblò che aperto, ad esempio, può far cambiare l’aria. Ecco ancora che condividere una cabina con la persona sbagliata può rendere molto difficile vivere il proprio contratto.

  • Il mare non sta a guardare se sei un marinaio esperto o meno: se soffri di mal di mare anche per piccoli dondolii della nave, è meglio che cerchi un altro tipo di lavoro. Certamente se il mare è particolamente agitato, è possibile che anche i più esperti ne risentano.

Principali Compagnie e società a cui inviare i CV

Le compagnie crocieristiche indipendenti sono poche, la maggior parte appartiene a uno dei quattro gruppi – Carnival, Royal Caribbean, Star Cruises-NCL e MSC – che controllano gran parte del mercato.

La Carnival Corporation  & PLC è il principale operatore nel settore delle crociere: ecco le pagine dirette, nelle quali visualizzare anche le principali figure cercate

  1. Percorsi formativi percorsi di formazione finanziati per neodiplomati e neolaureati
  2. Lavora con noi selezione di personale per il personale di terra e di bordo

Il gruppo ROYAL CARIBBEAN comprende:

  • Royal Caribbean International
  • Celebrity Cruises
  • Azamara Club Cruises
  • Pullmantu
  • CDF Croisières de France

Le opportunità di lavoro sono pubblicate sul sito www.royalcareersatsea.com. E’ possibile inviare una candidatura spontanea (in inglese) a cruiseshipjobs@rccl.com, specificando nell’oggetto della mail “ITALIAN SPEAKER”.

  • Star Cruises- NCL – per consultare le offerte di lavoro e candidarsi bisogna far riferimento al sito americano www.ncl.com oppure inviare il curriculum redatto in inglese a CEShipJobs@ncl.com, specificando nell’oggetto la posizione di interesse.
  • MSC CROCIERE – nell’ambito del programma industriale di rinnovamento della flotta, la compagnia prevede l’assunzione entro il 2018 di 6000 figure che andranno a lavorare a bordo delle nuove navi da crociera.

Per candidarsi è necessario inviare curriculum vitae e lettera di accompagnamento all’indirizzo mail che compare in “Job Description”.

Siti di alcune concessionarie che operano nel settore crocieristico:

  • Apollo Group – azienda specializzata nel reclutamento di personale di bordo per i servizi hotel di Oceania, Regent e Island.
  • Harding Retail – lavora con alcuni dei più importanti operatori del settore, attraverso 200 negozi è presente su 57 navi da crociera. Per candidarsi è necessario compilare un form online
  • Starboard Cruise Services – nel 2000 è stata acquisita dalla multinazionale Louis Vuitton, marchio di primo piano nel settore dei beni di lusso.

Opera su 90 navi da crociera in tutto il mondo, offrendo opportunità di lavoro in svariati settori.

  • Vip International – seleziona personale per: hotel, resort e compagnie e navi da crociera di lusso. Per candidarsi è necessario compilare un form online.

Per lavorare come operatore nei Casinò delle navi e nelle Spa di bordo si può fare riferimento a:

Se sei ancora convinto, dopo tutto ciò, che questo è il tuo ideale di lavoro, ti auguro in bocca al lupo: se invece ti ho disilluso, non perdere le speranze e vedrai che a terra troverai un lavoro adatto a te (te lo auguro con il cuore).

Alla larga dalle truffe!

In un momento molto critico per il lavoro, tanti di voi mi stanno scrivendo o chiamando al cellulare per chiedermi come poter lavorare a bordo: partendo dal presupposto che è un lavoro che non ci si inventa da un giorno all’altro ma servono specifiche ben precise, vorrei anche mettervi in guardia dalle truffe online!!!

Nessuna compagnia di crociera ha l’estensione della mail @gmail.com e se vi arriva una mail con il nome della Compagnia ma con questa estensione NON mandate curriculum coi vostri dati sensibili e NON mandate soprattutto soldi in cambio di un imbarco immediato che non avverrà mai!! Basta una semplice ricerca su Google per rendervi conto che si tratta di scam, di truffa!

E se fate l’errore di inviare il curriculum con i vostri dati sensibili, denunciate e copritevi le spalle: con i vostri dati possono fare ciò che vogliono! Usate la testa!


Hai trovato interessante questo articolo? Lascia il tuo mi piace o un tuo commento o una tua condivisione per aiutarmi a crescere: a te non costa nulla, a me aiuta tantissimo 🙂

04/09/2015 ore 15.30
“Articolo di Crazy Cruises in riproduzione riservata” protetto da licenza Creative Commons International: Devi attribuire adeguatamente la paternità sul materiale, fornire un link e indicare se sono state effettuate modifiche.

 

Daniela Pisano
Daniela Pisano

Blogger e cruise addict, viaggiare è sempre stato il mio chiodo fisso, insieme alla passione innata per l’archeologia e l’Egitto, per il mare e per i paesi orientali. Amo fotografare i particolari più strani, le cosiddette prospettive insolite

More Posts - Website - Twitter - Facebook - LinkedIn - Pinterest - Google Plus

Pubblicità

Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *