Incendio nella sala macchine di Carnival Liberty, nessun ferito

La Guardia Costiera americana ha reso noto con un tweet che un incendio è scoppiato nel pomeriggio a bordo di Carnival Liberty, ormeggiata a St. Thomas.

Il fuoco ha avuto luogo nella sala macchine della nave e per fortuna non si segnalano feriti. Carnival Cruises ha rilasciato una dichiarazione su Facebook, che vi riporto:  

“Proprio oggi, mentre la Carnival Liberty era ormeggiata a St. Thomas, c’è stato un incendio nella sala macchine della nave. Non ci sono stati feriti tra gli ospiti nè tra l’equipaggio. Tutti gli ospiti sono stati accompagnati a terra a St Thomas.  L’equipaggio sta lavorando per poter confermare il completo spegnimento dell’incendio. La causa dell’incendio è ancora da determinare.  Saranno forniti aggiornamenti e ulteriori informazioni appena saranno disponibili. Carnival Liberty è al suo secondo giorno di una crociera ai Caraibi di sette giorni, che è partita San Juan ieri”.

Incendio nella sala macchine di Carnival Liberty, nessun ferito La nave era fortunatamente ormeggiata quando si è scatenato l’incendio, per cui si è proceduto senza difficoltà nell’evacuazione rapida della nave, secondo quanto riferito dalla stessa Guardia Costiera ad una TV locale. La causa dell’incendio è ancora oggetto di indagine: inoltre è in corso la valutazione dei danni e lo stato di sicurezza della nave. Per questo motivo non si sa ancora quanto tempo i passeggeri staranno a terra nè se potranno riprendere il viaggio normalmente.   Incendio nella sala macchine di Carnival Liberty, nessun ferito AGGIORNAMENTO 08/09/15: la Carnival Spirit è per il momento ferma (secondo l’AIS) nell’isola di St thomas. Tutti i servizi a bordo, tra cui aria condizionata, ascensori, servizi igienici, cucine, ecc sono completamente funzionanti e ogni cosa si svolge nella assoluta normalità di bordo, comprese le attività di intrattenimento e i punti ristoro.

Un team di esperti ha condotto una valutazione tecnica più approfondita dell’area interessata con varie autorità, tra cui la US Coast Guard. Mentre questo processo è in corso, la nave rimane a St. Thomas.

Gli ospiti possono trascorrere la giornata a terra, se lo desiderano, e la società sta fornendo un servizio navetta gratuito per le visite sull’isola, insieme ad un credito di bordo pari a $ 150 a persona e al 50% su una futura crociera.

AGGIORNAMENTO 09/09/15:  USA Today rende noto che ieri la nave non ha ottenuto l’autorizzazione a riprendere il mare dalle autorità competenti ed in effetti la nave è ancora ferma in porto. Le tappe previste a Barbados, St. Lucia, St. Kitts e St. Maarten sono state cancellate. Forse nei prossimi giorni il rientro nell’homeport di San Juan.

Hai trovato interessante questo articolo? Lascia il tuo mi piace o un tuo commento o una tua condivisione per aiutarmi a crescere: a te non costa nulla, a me aiuta tantissimo 🙂

07/09/2015 ore 23.00
“Articolo di Crazy Cruises in riproduzione riservata” protetto da licenza Creative Commons International: Devi attribuire adeguatamente la paternità sul materiale, fornire un link e indicare se sono state effettuate modifiche.

Inserisci il tuo indirizzo e-mail e sarai sempre aggiornato sul mondo delle crociere!

Daniela Pisano
Daniela Pisano

Blogger e cruise addict, viaggiare è sempre stato il mio chiodo fisso, insieme alla passione innata per l’archeologia e l’Egitto, per il mare e per i paesi orientali. Amo fotografare i particolari più strani, le cosiddette prospettive insolite

More Posts - Website - Twitter - Facebook - LinkedIn - Pinterest - Google Plus

Pubblicità

Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *