Crociera: 10 comuni errori da evitare, suggeriti da voi!

Non c’è una volta che una crociera o un viaggio in generale, non ci insegni qualcosina in più del viaggio precedente! Ci sono tuttavia alcuni errori che sono più comuni di altri, qualcuno che si riferisce all’organizzazione stessa, qualcun altro ai momenti a bordo, altri ancora errori di pura e semplice maleducazione.

Crociera: 10 comuni errori da evitare, suggeriti da voi!

Crociera: 10 comuni errori da evitare, suggeriti da voi!

Sono tutti suggerimenti arrivati dalle vostre domande, dalle conversazioni nei social, dai vostri consigli: semplicemente li ho raccolti per una più semplice, ed utile, lettura!

#1. Non scegliere la tua crociera solo per il prezzo!

Non sono così sognatrice da non sapere che spesso si sceglie perchè un prezzo più basso di questi tempi è decisamente la prima scelta: solo che una delle cose di cui si deve tenere conto è che nella maggior parte dei casi, se si paga poco, non ci si deve lamentare di non avere avuto un trattamento a 6 stelle (e se ci guardiamo negli occhi, sappiamo bene che non è mai veritiera questa frase…quando mai si riceve pochissimo a bordo?).

10 consigli su come risparmiare in crociera

Ma se pretendete un certo tipo di trattamento scegliete altro dal solito, ampliate i vostri orizzonti ed affidatevi anche a Compagnie nuove, che siano magari non dico di lusso ma perlomeno Premium: avrete un servizio coi fiocchi, non troverete un virgola fuori posto e in generale rimarrete soddisfatti.

Poi valgono i soliti consigli: se amate fare a bordo di tutto e di più, non scegliete una nave che non ha la possibilità di fare almeno la metà di quello che si adora fare…Se amate gli acquascivoli non salite su una nave che non li ha, se amate stare in forma anche in crociera, non salite su navi che hanno palestre o Spa piccolissime e con poca scelta di attrezzi in un caso e di trattamenti nell’altro. E sono solo due esempi.

Se cercate una vacanza in relax, non amate il chiasso, preferite gli ambienti eleganti ma anche funzionali, magari orientatevi su una Celebrity, se invece amate divertirvi, se avete bambini al seguito da accontentare, se volete vivere una favola reale, magari preferite una Disney.

I prezzi sono paragonabili ma le esperienze sono molto diverse, quindi è solo una questione di gusti personali e di giuste scelte pre-prenotazione.

#2. Non sottovalutare mai la posizione della tua cabina

E’ una scelta che viene sempre sottovalutata: è pur vero che in alcune navi ci sono più di trenta categorie di cabine e scegliere diventa difficile!

3 domande e 3 risposte ai quesiti più comuni dei lettori

Ma prima di tutto dovete cercare di capire cosa volete e metterlo in relazione con il tipo di crociera che state per andare ad affrontare: se andate verso mete calde e quindi bel tempo, magari una cabina con balcone può essere la scelta giusta (o se soffrite di claustrofobia). Se soffrite il mal di mare meglio un ponte centrale e una cabina a centro nave, ma se proprio non trovate in questa sezione preferite scegliere verso poppa piuttosto che verso prua.

Se amate fare i riposini pomeridiani, evitate cabine sotto i ponti trafficati o sotto i locali rumorosi; se siete una famiglia numerosa e in più volete portarvi dietro la baby-sitter oppure la nonna, preferite una cabina multigenerazionale, che permette all’interno della stessa cabina, diverse zone separate e con la propria privacy ad un prezzo sicuramente inferiore al costo di più cabine; e via dicendo.

Insomma c’è una cabina per ogni tipo di esigenza e scegliere quella giusta vi permette di non avere pensieri!

#3. Prevedi di arrivare un giorno prima!

Lo sapete già: le navi da crociera hanno degli orari di partenza stabiliti, è difficile possano ritardare (se non per problemi tecnici) e soprattutto non vi aspettano se il vostro volo è in ritardo o se c’è un blocco stradale o se il treno ha subito un guasto!

8 risposte ad 8 domande per cui viaggiare da soli si può!

Spesso e volentieri si ci affida al fato e si spera che tutto proceda nella giusta maniera! A parte lo stress di fare tutto di corsa, di pregare che le coincidenze aeree vengano rispettate etc, ogni minimo vostro problema risulta ininfluente per le Compagnie di crociera.

Se perdete la nave è un grattacapo piuttosto fastidioso: oltre al dispiacere di perdere una vacanza programmata da tempo, se non avete nemmeno fatto un’assicurazione apposita, perderete ogni centesimo del vostro viaggio! Non è proprio piacevole!

Valida spesso in previsione di voli intercontinentali, questa regola dovrebbe essere tenuta in considerazione anche quando rimaniamo nei confini nazionali: se i voli aerei sono troppo vicini, basta un piccolo ritardo per perdere l’aereo o perché i bagagli non vengano caricati e non vi lascio immaginare che bella vacanza senza vestiti (se non avete previsto nemmeno un bagaglio a mano intelligente)!

#4. Non sottovalutare un’attenta pianificazione

E’ vero, lo ammetto anche io: spesso e volentieri non programmo ma poi non mi lamento se non riesco a trovare posto allo spettacolo, o non riesco a fare un’escursione molto richiesta!

10 consigli su come risparmiare in crociera

A volte pianificare a dovere almeno alcune cose (come pure la Spa o un ristorante di specialità o un tavolo per due o il servizio internet) serve a non avere pensieri ulteriori, oltre che, in alcuni casi, a risparmiare. I pacchetti spesso hanno corposi sconti se acquistati online e a volte si evita di pagare il 15% che invece è dovuto a bordo come tassa di servizio!

Ci si può convivere, è vero, ma…perché pensarci a bordo se lo posso fare prima e per di più mi fa anche risparmiare tempo, soldi e preoccupazioni?

#5. Non dimenticare di fare il check-in on line!

Oramai quasi tutte le Compagnie di crociera consentono di effettuare il check-in on line: questo vi farà recuperare un po’ di tempo al banco il giorno dell’imbarco.

MSC Opera: il diario del mio blog trip con rotta su Cuba

Ci si perdono giusto quei 5 minuti ma meglio perderli a casa piuttosto che al banco accettazione: preferisco fare una cosa veloce e salire subito a bordo. Perché non approfittarne?

#6. Non dimenticare di fare una buona assicurazione di viaggio!

L’ho scritto più volte: inutile risparmiare proprio sull’assicurazione di viaggio. Non si può fare affidamento sempre sulla buona sorte, per una questione di pura statistica! Può sempre capitare un ritardo o una cancellazione, indipendente dalla nostra volontà!

E’ solo in quei momenti ci si rende conto di quanto questo piccolo passaggio occorra seriamente: non dimenticate di conservare sempre eventuali scontrini o fatture, non dimenticate mai di documentare un danno e di segnalarlo,perchè ogni più piccolo particolare può rivelarsi essenziali in caso di richiesta danni.

Genting Dream: i rendering - foto e video

Leggete e documentatevi sempre prima di sottoscriverne una: ci sono situazioni molto frequenti che non vengono contemplate e che potete fare aggiungere per pochi euro.

Portate nei documenti di viaggio, il foglio con i numeri utili in modo da poter chiamare direttamente un consulente ovunque siate nel mondo, che vi indicherà come procedere. Un esempio? Spesso nazione per nazione, si hanno elenchi di strutture mediche incluse mentre altre non lo sono (ricordate che in molti paesi il SSN è a pagamento).

Attenzione ad ogni particolare, perché può influenzare in positivo o in negativo la vostra richiesta di rimborso.

#7. Lasciate l’armadio a casa!

La maggior parte delle persone che ho avuto modo di conoscere, si porta sempre in valigia il mondo e come al solito usa metà di ciò che si è portato dietro! Certo va meglio se si arriva in aereo, perché il limite di peso costringe un pochino a trattenersi nel riempire a più non posso la valigia!

La valigia dei sogni? E' Jurni, realizzata grazie al crowfounding!

Ricordate che bisogna sempre fare i conti con lo spazio in cabina: spesso e volentieri si hanno talmente tanti bagagli dietro che non si sa dove metterli!

Quindi quando fate la valigia verificate che tutto ciò che avete infilato sia realmente utile e cominciate ad eliminare il superfluo! Davvero volete farmi credere che non si riesca a fare a meno di 7 paia di scarpe diverse?

E non dimenticate di curare il bagaglio a mano e la borsetta: inserite dentro un cambio in più e un paio di scarpe, oltre ai documenti di viaggio e agli effetti personali.

#8. Orario d’imbarco: come organizzarsi?

La questione troppe valigie potrebbe essere fastidiosa anche durante l’imbarco: se avete un check-in aperto all’ora di pranzo o nel pomeriggio e voi invece arrivate con largo anticipo, o lasciate le valigie in qualche deposito nelle vicinanze del porto e utilizzate il tempo per esplorare la città, oppure se è già possibile,consegnate il tutto agli addetti della nave per poi ritrovarli fuori dalla cabina in serata.

MSC Opera: il diario del mio blog trip con rotta su Cuba

Ecco perchè anche qui un bagaglio a mano ben fatto vi salva: in questo modo potrete entrare in cabina (la chiave vi viene consegnata subito all’imbarco) e darvi una rinfrescata e dirigervi o verso il buffet, oppure in piscina o negli idro. Se non avete il cambio a portata di mano rischiate di andare in giro con la roba con la quale siete partiti da casa. Nessuno lo vieta ma specie se si è affronatto un lungo viaggio, magari fare una doccia rinfrescante fa sempre piacere, che dite?

#9. Non occupate i lettini!

E’ una delle cose che più trovo fastidiose: c’è gente che dal mattino all’alba lascia sulle sdraio asciugamani o qualcos’altro che possa indicare che la sdraio sia libera, e poi arriva con calma all’ora che preferisce!

MSC Preziosa: a Cagliari visita nave per il blog

© Ideaslab

Da maleducati a dir poco ma è una scena a cui si assiste spesso: per fortuna in molte navi ci sono addetti che dopo circa una mezz’ora in cui non si vede nessuno usufruirne, tolgono gli effetti personali e le liberano per gli altri ospiti.

#10. Unisciti alla follia di bordo!

Ammettiamolo: se lo guardiamo da fuori, il trenino all’ora di cena durante la serata italiana è a dir poco raccapricciante, emulo di quello di Capodanno della zia Nina che abbiamo tanto odiato.

Ma a bordo ci sono mille occasioni per fare festa, non fate l’errore di prendervi troppo sul serio, siete in crociera: ci sono serate a tema ogni giorno, ci sono giochi a premi, ci sono pomeriggi col Bingo, ci sono tovaglioli sventolati e tornei di calcio a 5, lezioni di cucina nella hall o lezioni di zumba sul ponte piscina.

Potrete mascherarvi, vestire con collane di fiori come se foste alle Hawaii… Insomma in crociera la parola d’ordine è: non annoiarsi mai!

3 consigli su come scegliere la giusta crociera per i nostri figli

E se per una volta vi ritrovate a ballare il latino americano anche se non vi è mai piaciuto, significa che semplicemente vi siete lasciati andare e vi siete finalmente uniti alla follia di bordo 🙂

MSC Opera: il diario del mio blog trip con rotta su Cuba

Se oltre ai 10 punti vuoi suggerirmene altri, puoi farlo qui sotto nei commenti o sui social. Ti aspetto 🙂

Hai trovato interessante questo articolo? Lascia il tuo mi piace o un tuo commento o una tua condivisione per aiutarmi a crescere: a te non costa nulla, a me aiuta tantissimo 🙂

06/12/2015 ore 16.00
“Articolo di Crazy Cruises in riproduzione riservata” protetto da licenza Creative Commons International: Devi attribuire adeguatamente la paternità sul materiale, fornire un link e indicare se sono state effettuate modifiche.

Inserisci il tuo indirizzo e-mail e sarai sempre aggiornato sul mondo delle crociere!

Daniela Pisano
Daniela Pisano

Blogger e cruise addict, viaggiare è sempre stato il mio chiodo fisso, insieme alla passione innata per l’archeologia e l’Egitto, per il mare e per i paesi orientali. Amo fotografare i particolari più strani, le cosiddette prospettive insolite

More Posts - Website - Twitter - Facebook - LinkedIn - Pinterest - Google Plus

Pubblicità

Pubblicità

Lascia il tuo commento al post