13 tendenze per il 2016 secondo CLIA

La Cruise Lines International Association (CLIA) aveva già rivelato il suo “2016 State of the Cruise Industry Outlook“,  il rapporto, con uno sguardo nell’anno che verrà, dell’industria crocieristica, ma ora quelle che sono le 13 tendenze sono raccontate meglio in una nuova infografica.

13 tendenze per il 2016 secondo CLIA

13 tendenze per il 2016 secondo CLIA

Come già ampiamente discusso in altri articoli, in linea generale per il 2016, la parola chiave per l’industria crocieristica è crescita: le compagnie continuano ad espandersi ed evolversi per soddisfare le nuove esigenze dei consumatori.

In crescita è anche il dato relativo all’aspettativa passeggeri, che già ad ottobre, si dava intorno ai 24 milioni di persone che faranno una crociera nel 2016, in crescita esponenziale dai 15 milioni di dieci anni fa e dall’1,4 milioni di numero di passeggeri del 1980.

In crescita anche gli investimenti delle Compagnie, che nel 2016 corrisponderanno a circa 6,5 miliardi di dollari investiti in nuove costruzioni, con un impatto globale dei conti del settore stimato in 119.900.000.000 di dollari spalmati nell’economia globale.

Analizziamo ora le 13 nuove tendenze per il 2016:

#1. La rivincita delle crociere fluviali

La grande popolarità in costante crescita delle crociere fluviali, introduce in un modo di vivere la crociera completamente diverso da quelle oceaniche: i membri CLIA di questo settore schierano al momento 170 navi da crociera, con 18 nuove navi in ordine per il 2016, con un incremento di oltre il 10%.

Nuova era per le crociere fluviali: arriva la Disney!

#2. Più navi, più opzioni

Il 2015 conta un totale di 471 navi da crociera a cui si aggiungeranno 27 nuove navi oceaniche, fluviali e di spedizione che saranno pronte al debutto nel 2016.

Tra i debutti più attesi, solo per citarne alcuni, la nuova ammiraglia Holland America Line, la MS Koningsdam, e le due Royal Caribbean, la Harmony of the Seas (che diventerà la nave da crociera più grande del mondo nel momento in cui entrerà in servizio) e la Ovation of the Seas.

Il float out di Koninsgdam: dal dry-dock al molo di allestimento

#3. Nuovi mercati

Sino a 5 anni fa, i viaggi in crociera era praticamente sconosciuti in Asia: oggi è la regione con la più rapida crescita nel settore delle crociere. Tra il 2012 e il 2014, il volume di passeggeri è cresciuto da 775.000 a quasi 1,4 milioni di passeggeri, con un tasso di crescita annuo del 34%.

Il mercato cinese è in piena espansione, un’occasione che le Compagnie di crociera non si lasciano sfuggire: Carnival Corporation avrà sei navi nella regione nel 2016 (tra Costa Crociere e Princess Cruises) ma non è tutto.

Saltano all’occhio le nuove navi in costruzione completamente dedicate al mercato cinese, costruite appositamente seguendo i gusti e la tradizione di questo Paese, sia nel cibo che nell’intrattenimento a bordo: mentre prima la tendenza era mandare in avanscoperta navi con già tanti anni di servizio alle spalle (sebbene rinnovate per venire incontro alle esigenze), ora il nuovo trend è investire milioni e milioni di dollari in nuove costruzioni, più moderne e che possano attrarre di più i passeggeri di questa regione.

Come ad esempio la nuova nave della Princess, la Majestic Princess, che è completamente dedicata proprio a questo mercato, o la nuova nave di Norwegian Cruise Line, appositamente costruita per i cinesi. Un’intuizione che per prima ha avuto la Royal Caribbean International, che aveva inviato già inviato in Oriente la nuovissima e tecnologica Quantum of the Seas.

Majestic Princess: nuova nave da 600 mln di €, destinata al mercato cinese

#4. Mercati in crescita

L’Asia continua a crescere rapidamente ma è l’Australia a registrare una crescita record. Nel 2014 si è superato il milione di passeggeri in un anno solare e nel lungo periodo, cioè in 10 anni, i crocieristi australiani sono cresciuti più di sei volte, da una base di partenza di 158.000 nel 2004.

Crocieristi molto esigenti, gli australiani e i loro gusti sono tenuti in grande considerazione da Compagnie quali P & O Cruises Australia, che nell’area ha appena introdotto altre due navi per la sua flotta, rinnovate quasi stravolgendo i precedenti standard (per esempio nel mangiare). Nell’area sono presenti anche navi della flotta Holland America e Carnival.

I nuovi spettacoli P&O Cruises e il nuovo look di Jewel e Pearl

#5. Gli specialisti delle crociere

Il settore delle crociere trova ancora negli agenti di viaggio, esperti che possano guidare i passeggeri nella scelta del viaggio ideale per le proprie esigenze.

Ad oggi sono più di 30.000 gli agenti di viaggio membri del CLIA, in crescita esponenziale rispetto ai 12.000 agenti del 2010.

Un segno positivo che ai più non pare così scontato: mentre i passeggeri moderni sanno benissimo ciò che desiderano nella maggioranza dei casi, usufruendo delle ricerche su internet, dei forum, dei blog, dei gruppi Facebook dedicati, la figura dell’agente di viaggio è comunque un servizio prezioso a cui il passeggero tende a non rinunciare per svariate ragioni.

E' l'agente di viaggi Emma Wilby, la madrina di Anthem of the Seas

#6. Connettività in crociera

Le Compagnie di crociera stanno finalmente capendo che la connettività è ormai parte integrante della vita delle persone e sempre di più ci si sta muovendo in tal senso: la maggior parte delle crociere di oggi offrono una miriade di opzioni Wi-Fi e dati a bordo, con alcune già al passo coi tempi e che offrono connessioni ad alta velocità che surclassano i lenti collegamenti tipici delle connesioni in mare.

In ogni caso un cliente che posta una foto in tempo reale è tutta pubblicità gratuita, non trovate?

I più al passo coi tempi Carnival Cruise Line e Royal Caribbean International.

Internet in crociera: ma quanto mi costi?

#7. Amore per il lusso

I viaggi di lusso continuano ad avere un trend di crescita che non conosce limiti: le Compagnie rispondono a questa chiamata offrendo servizi di yachting, servizi di concierge, tour esclusivi, una cucina gourmet e servizi di maggiordomo personale.

La compagnia che più di tutto ha capito il potenziale del settore e che in esso ha investito e sta continuando ad investire considerevolmente, è la Crystal Cruises, che sta espandendo la sua esperienza luxury con unità fluviali, un nuovo maxi yacht ma anche con l’acquisto di due Boeing brandizzati, per venire incontro al 100% delle richieste della propria clientela ed offrire un viaggio di lusso dall’inizio alla fine senza limitarlo alla sola crociera.

Vivere su una nave da crociera? Con Crystal Cruises e The World si può!

#8. Marchi famosi in campo

Sono sempre di più i marchi conosciuti a livello mondiale ad offrire un proprio servizio a bordo: ad esempio Lego e Chicco che entrano in MSC Crociere o Dr. Seuss in Carnival Cruise Line, o ancora Hermes e Veuve Clicquot o anche catene come Johnny Rockets e Margaritaville, sono pronti a salpare verso nuove avventure e nuovi od affezionati clienti.

Fu la Disney Cruise Line ad aprire la strada ma la concorrenza non è stata ad osservare e crescono sempre di più le collaborazioni tra Compagnie e Brand di livello mondiale.

MSC Crociere: la rinascita di Armonia

#9. Le navi sono la destinazione 

Mentre prima erano le destinazioni il motivo per cui si prenotava una crociera, oggi sono le stesse navi la destinazione, tanto che ormai per tanti conta di più la nave su cui si sale che l’itinerario stesso.

Ecco perchè le nuove mastodontiche navi offrono un’esperienza a bordo da non credere, con più di 20 proposte ristorative tra gratuite e a pagamento e un numero imprecisato di attrazioni (la maggior parte comprese nel prezzo) che rendono effettivamente la nave il più grande centro divertimenti e ristorativo al mondo.

Ma non è tutto perchè a bordo si possono ammirare nei teatri le più grandi produzioni di Broadway, con cast stellari e all’altezza dei premi ricevuti, e con gallerie di negozi di brand famosissimi che rendono l’esperienza in mare qualcosa di completamente diverso dall’idea romantica che solo una decina di anni fasi aveva della crociera.

Come ti organizzo una crociera ai Caraibi!Come ti organizzo una crociera ai Caraibi!

#10. Overnight

Molte compagnie di crociera offrono pernottamenti in porti particolarmente interessanti e che meritano certamente più di poche ore per essere visitati ed ammirati. Il tutto unito ad escursioni studiate nei particolari, tra cui partecipazioni ad eventi, concerti, mostre di livello internazionale e tanto altro, che rendono un’overnight particolarmente appetibile e da non perdere!

#11. Crociere multigenerazionali

La crociera intergenerazionale è diventata molto popolare.

Molte Compagnie si stanno attrezzando in tal senso, addirittura inserendo nelle nuove navi cabine studiate ad hoc, strutturate come appartamenti ma con ingressi indipendenti, per salvaguardare la privacy di tutti: ciò offre la possibilità di soggiornare ad un prezzo sicuramente inferiore se rapportato alla prenotazione di più cabine che ovviamente per varie ragioni, non sono sempre disponibili come comunicanti (son le prime che terminano).

Guida alla scelta della cabina ideale

#12. Il volontariato in crociera

E’ il nuovo trend: le crociere “voluntourism” sono disponibili nel 2016 con diverse navi ed includono escursioni studiate per portare aiuto nelle zone più bisognose di tutto il mondo.

Un’esperienza di crociera sicuramente diversa che tuttavia personalmente mi lascia un pò perplessa: è come lavarsi la coscienza mentre si è a terra e quando si sale a bordo ci si ritrova di nuovo immersi in un lusso quantomeno fuoriluogo in determinate situazioni. Forse sbaglierò, sicuramente, ma in effetti dovrei provare questa esperienza per rendermi conto del suo effettivo reale valore e di quanto possa incidere una mano data un giorno alla settimana in un luogo che ha realmente bisogno di tutto.

E’ pur vero che meglio poco che niente…Il motto è

Niente di più bello, ma c’è qualcosa che non mi convince, mi spiace, ed è un parere del tutto personale (so che per gli americani in particolar modo, è un altro modo di vedere le cose).

Nasce fathom, nuovo brand di Carnival Corp.

#13. Culturalmente personalizzato

Ne ho accennato al punto 3: le Compagnie tendono sempre più a personalizzare le navi da crociera in base alla cultura dei passeggeri. Mentre prima ci si concentrava di più dal punto di vista delle proposte a tavola, ora si è ampliato il discorso, arrivando a personalizzare i divertimenti a bordo (pensiamo ad un bar karaoke che non può mancare nelle crociere dedicate ai cinesi, così come i casinò o le sale dove giocare a majong) e a rendere omaggio ai loro porti di scalo con proposte studiate ad hoc e riconoscimenti vari.

Da preferenze negozi e ristoranti, le navi sono attrezzati per servire gli ospiti e rendere omaggio ai loro porti di scalo.

Potremo pensare che tutto questo valga solo per i cinesi ma non è così: P&O, come detto sopra nel punto 4, ha studiato i buffet in base alle esigenze dei clienti australiani, che sono ottimi passeggeri, che spendono ma pretendono un’eccellenza a bordo, o come i tedeschi che con AIDA Cruises hanno un prodotto particolarmente adatto alle loro abitudini.

Crociere alla scoperta delle culture locali: la nostra top 5

Questi sono i 13 trend per il 2016 individuati dal Clia e direi che in linea generale la maggior parte sono prevedibili perchè già sui blocchi di partenza in questo 2015: uno spaccato di quello che saranno le crociere nel futuro prossimo e non solo, che ci danno una visione di un mondo dove, credo fermamente, le crociere troveranno un nuovo modo di essere interpretate, con Compagnie che andranno sempre più verso una personalizzazione accentuata e altre invece che dalla tradizione passeranno all’innovazione, perdendo forse una buona base di utenti ma acquisendone di nuovi e forse più numerosi.

Perchè se è pur vero che le crociere sono sempre in rapida ascesa, in linea generale nel settore turismo sono solo una piccola percentuale: quindi per acquisire parte di quella fetta che al momento le disdegna, dovranno trovare nuove soluzioni e probabilmente, trasformarsi.

Insomma: addio crociera Love Boat Style, benvenuta innovazione e tecnologia applicata al divertimento.

Aspetto un vostro parere in merito, qui sotto nei commenti o nei social, vi aspetto 🙂

Hai trovato interessante questo articolo? Lascia il tuo mi piace o un tuo commento o una tua condivisione per aiutarmi a crescere: a te non costa nulla, a me aiuta tantissimo 🙂

29/12/2015 ore 13.00
“Articolo di Crazy Cruises in riproduzione riservata” protetto da licenza Creative Commons International: Devi attribuire adeguatamente la paternità sul materiale, fornire un link e indicare se sono state effettuate modifiche.
Daniela Pisano
Daniela Pisano

Blogger e cruise addict, viaggiare è sempre stato il mio chiodo fisso, insieme alla passione innata per l’archeologia e l’Egitto, per il mare e per i paesi orientali. Amo fotografare i particolari più strani, le cosiddette prospettive insolite

More Posts - Website - Twitter - Facebook - LinkedIn - Pinterest - Google Plus

Pubblicità

Pubblicità

Lascia il tuo commento al post