Come pianificare una crociera

E’ arrivato il momento fatidico in cui finalmente hai deciso di fare una vacanza in crociera ma c’è un particolare che ti sfugge: come procedere senza sbagliare, specie alle prime esperienze?

Come pianificare una crocieraCome pianificare una crociera

Come pianificare una crociera

Gli step principali sono solo 3:

  • il costo della crociera – cosa è compreso e cosa non lo è
  • come prenotare – agente di viaggi oppure online?
  • qual è la nave adatta alle mie esigenze – è un viaggio di nozze, un anniversario, ho figli con me etc.

Se non si tengono in conto questi piccoli particolari e non si hanno le idee chiare si rientra scontenti, con aspettative completamente disattese e, molto spesso, con commenti negativi sui social delle Compagnie, il tutto senza rendersi conto che alla fine chi ha completamente sbagliato mira siete stati proprio voi e le vostre decisioni.

Le crociere ormai sono diventate così popolari e con prezzi di partenza così competitivi che il sogno di partire è alla portata di tutti!

Il mercato attuale delle crociere propone talmente tante alternative che davvero una scelta corretta in base alle nostre esigenze è indispensabile: una miriade di Compagnie, ognuna con la sua particolarità e specializzazione, una flotta di navi enorme…come scegliere?

L'estate europea di NCL per il 2017

Cosa è incluso nella tariffa

La prima cosa che vi salterà all’occhio è la promessa dell’all-inclusive: scendete dalle nuvole perchè solo per le compagnie di fascia lusso esiste il vero tutto compreso!

Il prezzo base della crociera comprende:

#1. Alloggio

La cabina scelta in fase di prenotazione è uno dei pochi costi inclusi che non possono lievitare.

Cabina interna si o no? Le più particolari!

#2. Ristorazione

Colazione, pranzo, cena, merenda, cioè tutte le cibarie che desiderate tranne quelle nei ristoranti di specialità, sempre a pagamento.

Norwegian Cruise Line: ristoranti asiatici ora gratuiti in tutta la flotta!

Image credit: Cruise Critic

#3. Selezione di bevande

Nella selezione di bevande, molto limitata ad onor del vero tranne che in alcune Compagnie, sono comprese acqua (spesso desalinizzata e nei dispenser, non certo minerale: in qualche Compagnia i dispenser vengono chiusi ad un certo orario), thè e camomilla, caffè americano (quello italiano no), a volte (ma non in tutte le Compagnie) sono compresi anche i succhi di frutta, mentre sono esclusi i soft drink (come coca-cola, aranciata etc).

Come pianificare una crociera

Dispenser succhi di frutta

#4. Tasse e diritti portuali

Questa voce spesso non è indicata nel prezzo pubblicato da qualche agenzia furbetta, ma state sicuri che la pagherete sempre.

#5. Divertimenti a bordo

Tranne ove diversamente indicato (alcune attrazioni e alcuni servizi sono sempre a pagamento, come ad esempio il casinò, degustazioni etc), i divertimenti a bordo sono compresi nella tariffa di base.

Conosco tante persone che partono sempre con l’intenzione di non spendere un centesimo in più di quello pagato, tranne poi rendersi conto una volta a bordo che è impossibile non cedere alle tentazioni! Tutto a bordo è studiato per far vivere la nave pienamente e viverla pienamente significa spendere, che noi consciamente vogliamo oppure no!

Specie alle prime esperienze non ci si rende conto di quanto si sta spendendo: vi viene consegnata una card che funziona come chiave cabina e come una sorta di carta di debito.

Ovunque compriate qualcosa, questa card viene strisciata e il conto della cabina si innalza. Imparate a tenerlo sempre sotto controllo: è molto semplice, perchè in cabina, nella TV, avete un canale apposito che vi mostrerà ogni vostra spesa effettuata! Se si supera ciò che avevate in mente di spendere, potrete sempre darci un taglio in tempo!

I nuovi spettacoli P&O Cruises e il nuovo look di Jewel e Pearl

Tuttavia, come ho già detto, è difficile resistere alle mille tentazioni: ecco perchè bisogna imparare a diventare cintura nera di extra!

Gli extra sono spesso nascosti, non vengono a volte nemmeno menzionati dagli scaltri agenti di viaggio (non tutti, per carità, solo quelli furbastri e capita più spesso di quello che pensiate, visto il numero di lamentele che mi scrivete qui sul blog o sui social!). E così, quando a fine crociera, nel conto vi ritrovate con le mance da pagare, voi cascate dalle nuvole e non riuscite a capire nemmeno che cosa siano! Ma non erano opzionali?

Cosa non è incluso nella tariffa

Eccovi un elenco degli extra più frequenti:

#1. Mance

Le mance sono incluse solo in Compagnie del segmento lusso. Per il resto delle Compagnie è un prezzo dovuto o perlomeno, potrete defalcarlo solo facendone richiesta specifica alla Reception fino al giorno prima dello sbarco o ancora in fase di prenotazione, ove possibile. Alcune Compagnie permettono di prepagarle (specie se si vuole scegliere un turno di cena come per Royal e Celebrity) per non averle poi nel conto finale.

In caso contrario, le mance incidono per una cifra che varia dai 9€ o dollari al giorno sino ai 15 (dipende dalla tratta, dalla durata della crociera e dalla Compagnia). Ricordate che tra gli extra c’è la percentuale (generalmente varia tra il 15% e il 18%) che si applica per persona al giorno e relativa a tutte le bevande e i servizi (come la spa) di bordo!

Ecco perché conviene acquistare prima di partire i pacchetti bevande, sul sito della Compagnia: potete star sicuri che acqua, soft drink e caffè, li consumerete a bordo. Se fate i conti con le bevande acquistate singolarmente in nave (una bottiglia d’acqua da 50ml costa anche 2.50 € a bordo!), vi renderete facilmente conto che un pacchetto all-inclusive bevande sia la manna dal cielo che vi farà risparmiare cifre notevoli (e quando dico notevoli, vi dico solo che si aggirano anche sui 500€)!

Una precisazione: se acquistate i pacchetti bevande in ADV a terra, che sia online o fisica, il 15 o 18% di mance non sono dovute, mentre se acquistate in porto sottobordo dagli addetti o a bordo, son da aggiungere al prezzo finale! Ecco perché consiglio sempre di accedere alla vostra prenotazione e acquistarle direttamente (o se non vi fidate fatelo fare al vostro agente di viaggi di fiducia).

Mance e quote di servizio

#2. Pranzo alternativo

Ormai quasi tutte le Compagnie si stanno adattando al modello americano, che offre una pletora di alternative ristorative enorme: in alcune navi avete la scelta tra più di 20 opzioni, equamente divise tra gratuite e a pagamento!

Manco a dirlo, molte delle più interessanti sono a pagamento, sebbene i prezzi non siano così enormi ma spesso si avvicinino o siano addirittura più bassi rispetto a quelli a terra.

Un ristorante à la carte ha un costo che dipende sempre da ciò che si sceglie mentre uno con tariffa fissa (generalmente dai 15 ai 30€ a testa ma con punte fino ai 75€) dipende esclusivamente dalle bevande scelte per accompagnare il pasto (e se non avete un pacchetto all-inclusive che comprende il vino, state attenti a ciò che vi viene proposto).

Attenzione anche a verificare che i gelati siano compresi nei pacchetti o vi ritroverete dai 4 ai 6 € a gelato (e con un bambino sapete benissimo che è impossibile dire di no)!

Mance e quote di servizio

#3. Bevande

La maggior parte delle bevande, come detto, non rientra nei costi base e ha un prezzo aggiuntivo.

Ecco alcuni prezzi (giusto per farvi due conti):

  • acqua in bottiglia dai 2,50 ai 4€ (ma ci sono Compagnie dove arriva a costare 7€!)
  • bibite soft dai 2 ai 2,50/3,50 €
  • specialità di caffè (eh no, mi spiace ma il cappuccino non è compreso nel prezzo!) dai 2 ai 5€
  • cocktail analcolici e alcolici, dai 6 ai 10€
  • birra dai 5 agli 8€, dipende dalla marca e dalla qualità, se è alla spina o meno
  • vino al bicchiere, varia dai 7 ai 15€
  • vino in bottiglia dai 20€ in su.

A questi prezzi non dimenticate mai di aggiungere il 15% (o il 18 dipende dalla Compagnia) di mancia. Pensate ancora che un pacchetto da 20€ al giorno sia inutile e non ne usufruirete? Bastano un paio di bottiglie d’acqua, qualche caffè e un cocktail (che sia alcolico o meno il prezzo è più o meno identico) dopo cena che già avete sforato!

I pacchetti bevande illimitati: convengono o no?

#4. Centro benessere

I centri benessere e tutti i servizi che riguardano la bellezza, come ad esempio il barbiere e il parrucchiere, sono abbastanza costosi: i prezzi partono generalmente dai 120 ai 200€ per i trattamenti corpo, dai 30 ai 100€ per i servizi di manicure e pedicure, sui 50/60€ per il parrucchiere (dipende da cosa scegliete di fare e ovviamente permanenti e colore fanno lievitare i costi all’insù); se usufruite di servizi particolari, come ad esempio lo sbiancamento dei denti e l’agopuntura, i prezzi salgono in un batter d’occhio!

Curiosità: sono i passeggeri americani i maggiori usufruitori di questi trattamenti. Mentre da noi non è difficile che una palestra possa offrire alcuni di questi optional (come ad esempio una sauna), in America è un vero e proprio lusso, tanto che spesso si va in crociera solo ed esclusivamente per usufruirne, senza badare a tappe e destinazioni della nave (parola di gestore di Spa a bordo).

10 consigli su come risparmiare in crociera

#5. Casinò e gioco d’azzardo

Come per i casinò a terra, qui ci si può far prendere la mano senza nemmeno accorgersene: la cosa migliore è fissarsi precedentemente un budget e non spostarsi di una virgola dal massimo preventivato, per evitare guai molto seri, come ad esempio una carta di credito prosciugata!

10 consigli su come risparmiare in crociera

#6. Attività di bordo

Se c’è una cosa che a bordo non vi capiterà mai è di annoiarvi, specie se si sceglie la nave perfetta per le proprie esigenze: a disposizione infatti ci sono lezioni di fitness, il cui prezzo varia dai 12 ai 30€ a testa, ma anche Personal Training dedicati, il cui prezzo oscilla molto a secondo della nave e della Compagnia ma che in genere arriva tranquillamente anche sotto i 100€. Difficilmente troverete queste due voci comprese nel prezzo!

Inoltre a bordo potrete trovare: laboratori di cucina, di ceramica, di carta, corsi di pittura, di disegno artistico, vere e proprie aste d’arte, corsi di fotografia digitale e chi più ne ha, più ne metta!

I prezzi variano moltissimo da Compagnia e Compagnia: potrete trovare prezzi più appetibili e alla portata di tutti se fanno parte di una crociera ben precisa, come ad esempio quella del tango o quella della fotografia etc: in questi casi i prezzi sono più accessibili (perché più gente ne usufruisce).

10 consigli su come risparmiare in crociera

#7. Trasferimenti

E’ una delle voci che si prende più sottogamba e si tende a lasciare fuori dal computo finale: qui le cose possono variare e di tanto.

Un volo aereo può essere acquistato insieme al biglietto della crociera oppure per conto proprio. In questo caso fate molta attenzione agli orari, considerate che i ritardi dei voli sono all’ordine del giorno e se il volo è per di più intercontinentale, forse la soluzione migliore è arrivare con un giorno o due di anticipo (e quindi dovrete aggiungere anche il soggiorno come spesa aggiuntiva).

Se acquistate il biglietto con la crociera, se si ritarda anche di ore la nave vi aspetta mentre se ci sono ritardi improponibili, la Compagnia DEVE trovare una soluzione per voi.

Tra gli altri costi relativi ai trasferimenti ci sono anche i treni, i pullman nei porti, i transfer da e per l’aeroporto, i bus scoperti se non volete partecipare ad escursioni della Compagnia e volete semplicemente utilizzarli per fare un giro panoramico…

Costa Crociere: corso per 20 hostess

#8. Costi vari

Tra questi dovete considerare i prezzi di eventuali rinnovi di passaporti o di documentazione di ingresso in alcuni Paesi dove è richiesto (non ve li fornisce l’agenzia, tranne in rarissimi casi, ci dovete pensare voi tramite Ambasciata o uffici online), di assicurazione di viaggio (non fate l’errore di non farla per risparmiare 20/30 euro!!), collegamento Internet e servizio cellulare a bordo.

Cosa può influire sul prezzo della crociera?

Sono tanti i motivi per cui un prezzo di una crociera può o meno lievitare al ribasso o al rialzo.

Nei periodi degli uragani ad esempio, i prezzi tendono ad essere molto bassi (si parla di Caraibi ovviamente), con prezzi davvero ridicoli (per la sola crociera); oppure possono tendere al rialzo, come ad esempio nei periodi delle feste natalizie o pasquali o nella settimana in cui cade San Valentino ad esempio.

Allure of the Seas: photogallery

E’ bene quindi sapere prima di tutto in che periodo si vuole partire e in seconda istanza, in che parte del mondo si vuole navigare: in base alle proprie esigenze, potrete notare da soli controllando sui vari siti online, le oscillazioni di prezzo, tra una settimana e l’altra! Se avete abbastanza flessibilità con i giorni di ferie, meglio controllare per bene e verificare su diversi fronti (compresa la nostra tradizionale agenzia di viaggi fisica) i prezzi, perché state sicuri che troverete l’offerta perfetta per voi! Molto spesso in prossimità di una partenza troverete una crociera a prezzi stracciatissimi (i cosiddetti last second), ma dovete essere in grado di partire in brevissimo tempo!

Se invece avete i tempi ben precisi e coincidono purtroppo con il periodo di maggior rialzo (ad esempio il mese di agosto) allora preparatevi a partire da una base comunque alta di partenza!

Ecco perché molto spesso a bordo si incontrano persone che hanno pagato la vostra stessa crociera a metà del vostro prezzo: non è certamente corretto per chi ha prenotato con largo anticipo (e in un certo senso le Compagnie stanno cercando di combattere questa abitudine) ma per chi riesce ad accaparrarsele è certamente un ottimo affare!

Una cosa ve la voglio proprio dire: controllate ovunque i prezzi della crociera, perché quasi nessuno la paga a prezzo catalogo, cioè a prezzo pieno!

Holland America Line: incidente in escursione, 9 morti

Prenotare ad un prezzo competitivo

#1. le tariffe:  sono stagionali, il prezzo più basso parte da settembre sino a novembre, poi si va a salire in estate e durante i periodi di feste.

#2. sconto Prenota Prima: spesso e volentieri è corposo e permette soprattutto, di poter scegliere la cabina che meglio risponde alle nostre esigenze (mentre in un last second ci si deve accontentare di ciò che si trova).

#3. cabina garantita: se si prenota con un bel anticipo una cabina garantita, si  può arrivare ad avere un upgrade che è sempre di una cabina di grado superiore (ad esempio può capitare di pagare per una interna e di ricevere una suite o una cabina con balcone).

#4. un ulteriore modo di ricevere un buon prezzo è di prenotare non con l’ammiraglia o con le ultime nate della Compagnia, ma anche con le più “anziane” della flotta: a parte gli itinerari particolari (infatti spesso e volentieri si tratta di navi più piccole e che possono evidentemente fermarsi in porti più piccoli e quindi fuori dai soliti itinerari), spesso si fa anche fatica a riempirle. Qui può scattare l’affare.

Gloria Hunniford madrina di Magellan, ex Grand Holiday

#5. sconti per l’età: anziani, bambini etc. In alcune Compagnie i bambini viaggiano gratis oppure le persone sopra i 65 hanno corposi sconti. Oppure ancora possono esservi sconti particolari per alcune categorie di persone (le appartenenti alle forze armate, i dipendenti delle linee aeree ad esempio).

#6. se siete un buon numero di amici, chiedete al vostro agente di fiducia uno sconto gruppo. Sopra un determinato numero (dipende da Compagnia a Compagnia) si viene considerati gruppo e si ha diritto a tariffe agevolate con sconti corposi e la possibilità ogni tot cabine prenotate, di una cabina gratuita (il cui costo può ulteriormente essere utilizzato per abbassare ancora il prezzo o può essere destinata a chi organizza il tutto).

#7. affidatevi alla vostra agenzia di fiducia: è difficile che vi tratti senza le dovute attenzioni, specie se siete un cliente affezionato! E spesso, io porto anche i preventivi online con me. Nella totalità dei casi mi è sempre venuto incontro proponendomi lo stesso prezzo o leggermente superiore ma con una serie di gratuità (come ad esempio credito a bordo etc) che era imperdibile!

Come risparmiare sui costi di crociera

Risparmiare in crociera non significa solamente trattenersi dal fare shopping prima, durante e dopo: bisogna seguire alcune regole di base!

#1. Impara a comparare i prezzi, sia online che nelle agenzie fisiche: solo così troverai il giusto compromesso adatto a te!

#2. Usa tutti gli sconti di cui ti è possibile usufruire: ciò ti permetterà di abbassare ulteriormente il prezzo offerto!

#3. Non scartare a priori le agenzie fisiche: hanno l’esperienza e la competenza giusta per aiutarti a scegliere la soluzione adatta a te e soprattutto, in caso di problemi, ci sono sempre!

La ex Grand Holiday, ora Magellan, si veste coi colori CMV

#4. Impara ad essere flessibile il più possibile: spesso e volentieri le migliori offerte sono in periodi dove nemmeno ti viene in mente di chiedere le ferie!

#5. Non fissarti su un’unica tipologia di cabina: prendi in considerazione più opzioni possibile, fai le giuste valutazioni ma rimani aperto a più possibilità.

Agente di viaggio tradizionale: cosa chiedere

Quando vi rivolgete ad una agenzia fisica, in pratica il vostro agente di viaggi sotto casa, siate onesti ed esponete tutte le vostre aspettative. In questo modo anche lui saprà esattamente dove andare a parare: se rimanete sul vago, se non chiarite il vostro budget totale, il vostro periodo di ferie e la possibilità di essere flessibili, difficilmente vi potrà aiutare come vi aspettate!

E soprattutto portatelo dove voi vi aspettate che vada, non fatevi convincere a prendere qualcosa che a voi non piace assolutamente (spesso le piccole agenzie lavorano solo con pochi marchi, verificate che ci sia nel suo elenco la Compagnia verso la quale siete orientati o finirete per acquistare qualcosa che non vi interessava per rimanerne, il più delle volte, delusi); chiedete, fate domande, pretendete risposte chiarificatrici!

Crystal Symphony termina il refit con un pizzico di italianità - foto

Agenzie di viaggio online: cosa chiedere

I siti che trattano in particolar modo vacanze in crociera on-line, possono essere un buon trampolino di lancio per conoscere itinerari, navi, Compagnie e soprattutto comparare prezzi e cominciare a farsi un’idea generale.

I più indicati sono quelli che hanno a disposizione del cliente anche un call-center, con un agente in carne e ossa che ti segue e risponde alle tue domande.

Online è anche possibile acquistare una crociera tramite il sito diretto della Compagnia di crociera: anche in questo caso, una volta individuata la crociera che fa per noi, è sempre meglio chiamare o farsi richiamare dal call-center ed essere seguiti passo dopo passo; questo ci permette di fare domande e di ricevere le giuste risposte, spesso riuscendo anche ad acquistare la stessa crociera presente nel sito ad un prezzo molto più favorevole!

MS Eurodam di Holland America Line - foto

©

Perchè scegliere una crociera?

Le ragioni per cui scegliere come vacanza una crociera sono molteplici: o perchè si vuole passare una settimana o poco più coccolati, o perchè è un regalo di nozze, o perchè si vuol festeggiare una particolare ricorrenza o semplicemente perchè è il sogno di una vita finalmente realizzato!

#1. Matrimonio in crociera

E già, avete letto bene: anche in crociera ci si può sposare! Per essere legale in Italia, il matrimonio deve seguire determinate regole (che vi ho spiegato qui).

A disposizione degli sposi tutto ciò che desiderate, dal wedding planner, ai fiori, ai regali di nozze, al servizio fotografico. Esistono pacchetti apposititamente studiati per tutte le esigenze, compreso il celebrare il matrimonio a bordo di una nave da crociera!

E se desiderate avere i vostri parenti ed amici a festeggiare con voi, ricordatevi che anche in questo caso entra in gioco la tariffa di gruppo: non fatevela sfuggire!

Come pianificare una crociera

#2. Viaggiatori solitari

Ne ho parlato varie volte, perché io stessa spesso viaggio da sola, per motivi strettamente legati al lavoro di blogger.

Ma i viaggiatori in solitaria sono sempre in aumento, tanto che alcune Compagnie hanno loro dedicato aree intere ed attività sociali, in modo da poter fare nuove amicizie.

Viaggiare da soli è possibile e divertente

#3. Una crociera in famiglia!

Per una famiglia la crociera è forse la vacanza ideale: se siete in viaggio con i vostri bambini o ragazzi, ci sono attività e luoghi a loro dedicati, che vi tengono i ragazzi mentre voi siete in escursione o vi rilassate nella spa di bordo! E vi assicuro che la maggior parte delle volte stanno così bene che è difficile persino incontrarli, se non di notte per dormire! A bordo animatrici specializzate li seguono nella loro giornata, organizzando per loro feste esclusive, attività didattiche divertenti ma anche istruttive, organizzando tornei e quanto altro di spassoso voi possiate immaginare! Il tutto con una sorveglianza sempre attiva! Ricordate di iscriverli al club appena salite a bordo!

Una precisazione: non tutte le Compagnie di crociera prevedono un nido sotto i 3 anni di età. Chiedete lumi al vostro agente di viaggio di fiducia oppure leggete qua.

Per le famiglie multi-generazionali, alcune Compagnie stanno studiando apposite cabine: si tratta in effetti di veri e propri mini appartamenti collegati, ognuno con la sua privacy e la sua porta. All’interno possono trovare posto fino a 10 persone. Questo comporta una spesa minore dell’acquistare 3/4/5 cabine separate.

MSC Crociere: 4 famiglie su 10 partono con i ragazzi

#4. In crociera anche con disabilità o allergie

Le navi da crociera sono tutte attrezzate per ospitare passeggeri con disabilità: a loro disposizione cabine e programmi dedicati, oltre a tutti gli ausili a disposizione (bisogna ricordare in fase di prenotazione di chiederne la disponibilità nelle date interessate).

Nelle navi di moderna costruzione è possibile inoltre trovare lampeggiatori per i non udenti e cicalini per i passeggeri non vedenti, spesso disponibili su richiesta. Inoltre tutti gli ascensori della nave hanno la segnaletica in Braille, oltre che alcuni corrimano di passaggio, in genere le scritte sono poste ad intervalli regolari.

Quando si valuta una crociera, i passeggeri con problemi di mobilità (uso di un bastone, deambulatore, sedia a rotelle) devono tuttavia tenere presente non solo tutto ciò che occorre in nave ma anche ciò di cui possono avere bisogno in escursione, scartando a priori quelle dove è loro impossibile l’accesso (ad esempio quelle in particolari luoghi storici dove non esistono rampe d’accesso) o quelle nelle quali non è possibile avere un aiuto personale a disposizione. Inoltre nel caso di atrezzature mediche particolari, come bombole d’ossigeno o sedie a rotelle, bisogna chiedere con un largo anticipo la disponibilità a bordo.

In questi casi è necessaria sempre una buona pianificazione per godere di una vacanza perfetta sotto tutti i punti di vista!

In crociera con i cani guida e d'assistenza

Nel caso di problemi inerenti ad intolleranze alimentari o particolari allergie, questi devono essere segnalati sempre nel momento della prenotazione: a bordo, una volta segnalati, non si hanno difficoltà, si servono senza nessun problema pasti di ogni genere ma ne si deve fare scorta opportuna prima.

Questi sono tutti i punti principali che un novellino delle crociere deve sempre tenere a mente: ma se avete suggerimenti, vi aspetto qui sotto nei commenti o sui social!

Hai trovato interessante questo articolo? Lascia il tuo mi piace o un tuo commento o una tua condivisione per aiutarmi a crescere: a te non costa nulla, a me aiuta tantissimo 🙂

08/02/2016 ore 14.00
“Articolo di Crazy Cruises in riproduzione riservata” protetto da licenza Creative Commons International: Devi attribuire adeguatamente la paternità sul materiale, fornire un link e indicare se sono state effettuate modifiche.
Daniela Pisano
Daniela Pisano

Blogger e cruise addict, viaggiare è sempre stato il mio chiodo fisso, insieme alla passione innata per l’archeologia e l’Egitto, per il mare e per i paesi orientali. Amo fotografare i particolari più strani, le cosiddette prospettive insolite

More Posts - Website - Twitter - Facebook - LinkedIn - Pinterest - Google Plus

Pubblicità

Pubblicità

Lascia il tuo commento al post