Miami: girare la città e raggiungere il porto

Miami è il porto più utilizzato per le partenze delle crociere verso i Caraibi.

In questo post vi spiego come orientarsi a Miami anche se non ci siete mai stati, come fare a raggiungere il porto per l’imbarco e dove soggiornare in caso di permanenza.

Miami: girare la città e raggiungere il porto

Miami: girare la città e raggiungere il porto

Innanzi tutto se prendete il pacchetto completo, volo più crociera, il problema non si pone in quanto avrete anche il transfer compreso.

Se invece acquistate separatamente volo e crociera, in un mio precedente post avevo già spiegato come organizzarsi per un’evenienza simile.

Come fare per orientarsi a Miami

http://crazycruises.it/2015/10/15/come-ti-organizzo-una-crociera-ai-caraibi/img_3917/

Se decidete di volare in autonomia sarebbe bene soggiornare almeno una notte a Miami, questo vi consentirà di iniziare la vacanza senza rischiare di perdere la nave.

I voli possono portare ritardi e, visto che normalmente effettuerete uno scalo intermedio (il costo dei voli con scalo spesso sono meno cari di quelli diretti), può anche succedere di perdere la coincidenza.

Inoltre se avete ancora un giorno di tempo prima di imbarcare potrete recuperare eventuale bagaglio arrivato in ritardo: in genere viene inviato in hotel.

Com’è strutturato il porto di Miami

http://crazycruises.it/2015/10/15/come-ti-organizzo-una-crociera-ai-caraibi/img_3917/

Mappa del Porto di Miami

E’ uno dei più moderni porti del mondo e ha ben sette terminal crociere.

Naturalmente sui documenti che vi arriveranno, troverete anche l’indicazione del terminal di partenza, quindi ricordatevi di guardare bene a che lettera corrisponde.

http://crazycruises.it/2015/10/15/come-ti-organizzo-una-crociera-ai-caraibi/img_3917/

Capire com’è strutturata la città di Miami è essenziale

Miami si articolata in tre zone ben distinte e diverse fra loro: Downtown, South Beach e Miami Beach.

Miami: girare la città e raggiungere il porto

Mappa di Miami

#1. Downtown: cosa visitare, dove mangiare, come arrivare al porto

È la zona a sud-est ed è la più vicina al MIA – Miami International Airport.

Questo è il quartiere più datato della città, ma non aspettatevi di trovare monumenti antichi in quanto gli edifici più vecchi sono stati costruiti tra il 1900 e il 1920.

Miami: girare la città e raggiungere il porto

Per chi si ferma una sola notte è sicuramente la soluzione ideale anche perché il porto è molto vicino.

Qui potete trovare una ampia gamma di hotel per tutte le tasche.

Vi consiglio di trovare una sistemazione nei pressi di Bayside Marketplace, una galleria commerciale in oltre a molti negozi c’è anche un buon ventaglio di offerte per mangiare e tra queste il famoso Bubba Gump, una catena specializzata in pesce, soprattutto granchio.

Miami: girare la città e raggiungere il porto

Per gli appassionati del genere qui c’è anche l’Hard Rock Cafè e inoltre Bayside è il punto di partenza di parecchie escursioni che potrete organizzare per conto vostro.

Miami: girare la città e raggiungere il porto

Se avete scelto questa soluzione, per raggiungere il vostro hotel dall’aeroporto, il mezzo più comodo è ovviamente il taxi. Per le corse con partenza dal MIA sono previste delle tariffe Flat.

La città è stata divisa in zone con tariffe che vanno da 21,70$ a 55$ (per Downtown il costo è di 21,70 $).

Quando arrivate in aeroporto, troverete il servizio taxi al piano inferiore, appena fuori dal ritiro bagagli.

I Capitani di taxi in uniforme vi aiuteranno a trovare la prima macchina libera e vi sapranno anche indicare il costo per la corsa.

Il tempo necessario a raggiungere il vostro hotel varia, ovviamente in base al traffico e all’hotel scelto, ma in genere oscilla tra 12 a 15 minuti.

Miami: girare la città e raggiungere il porto

Se volete spendere meno potete utilizzare i mezzi pubblici, ma dovete considerare che i tempi di percorrenza si allungheranno. Innanzitutto dovrete recarvi alla stazione Mia@Lower Level Ramp che troverete all’uscita dell’aeroporto.

Con 2,25 $ a persona il treno vi porterà alla stazione della Metrorail, una linea su rotaie che vi porterà, con altri 2,25 $, a Downtown dopo sei o sette fermate a seconda della zona in cui avete scelto l’hotel.

Miami: girare la città e raggiungere il porto

La Metrorail di Miami

La prima si chiama Historic Overtown/Lyric Theatre mentre la seconda è Government Center.

Nei dintorni di entrambe le fermate (a circa 1 minuto di cammino) è anche possibile utilizzare la Metromover, una monorotaia gratuita che con le sue tre linee copre tutta la zona di Downtown.

Miami: girare la città e raggiungere il porto

Metromover

Il tempo per effettuare il percorso va dai 25 ai 35 minuti.
 La scelta di utilizzare i mezzi pubblici è molto economica, ma implica i disagi dover trascinare i bagagli per effettuare i cambi.
Per raggiungere il terminal crociere il modo più semplice è utilizzare un taxi. E’ possibile in teoria arrivarci anche con i mezzi pubblici, ma ve lo sconsiglio in quanto dall’entrata del porto dovete poi raggiungere il terminal e non è affatto agevole.

Il costo del taxi inoltre non è molto elevato in quanto si tratta di 4 km circa (con due valigie si aggirerà sui 16-17 dollari).

Attualmente il costo dei taxi è di 9,20$ per il primo miglio e 2,40$ per i successivi, la mancia di 1$ per scaricare le valigie è di prassi).

#2. South Beach: cosa visitare, come arrivare al porto

Un’altra possibilità è quella di soggiornare a South Beach , o So.Be come viene comunemente chiamata.

Miami: girare la città e raggiungere il porto

Dopo l’uragano che nel 1926 la distrusse quasi completamente, venne ricostruita seguendo la corrente di moda negli anni ’30: l’Art Deco.

Ancora oggi, a South Beach si trova la maggiore concentrazione mondiale di architetture Streamline Moderne Art Deco.

Questa è la ragione che potrebbe spingervi a soggiornare in questo distretto e ne vale sicuramente la pena.

Miami: girare la città e raggiungere il porto

Dal MIA si può prendere un taxi come visto prima e la tariffa applicata sarà quella della zona 5 e cioè 35 $.

Se invece optiamo per i mezzi pubblici avrete la possibilità di utilizzare la Miami Beach Airport Flyer, una linea di bus che ogni mezz’ora parte dall’aeroporto per South Beach.

La prima fermata è in Alton Road, nella zona nord di So.Be, dopo percorre la Collins Ave per un primo tratto. Si sposta poi sulla Washington Ave andando da nord a sud ed effettuando 17 fermate.

Insomma, qualsiasi hotel abbiate scelto troverete una fermata che fa per voi. Il tragitto completo dura circa 55 minuti e costa 2,65 $ a persona.

Miami: girare la città e raggiungere il porto

Soggiornando in So.Be sarete a due passi da Ocean Drive che si affaccia sull’Oceano Atlantico dal quale è divisa da una spiaggia, una striscia di verde con le palme e un largo marciapiede.

La via è molto vissuta sia di giorno, quando la spiaggia ed il marciapiede si popolano di gente, che di notte quando si colora con le luci poste nei tanti locali, compresi ristoranti e bar che animano le interminabili notti di Miami Beach. Assolutamente da non perdere.

Unica nota negativa è che in questa zona gli hotel costano molto di più che in altre zone e inoltre, se amate la tranquillità, fate in modo di farvi assegnare una stanza che non abbia finestre sulla via principale.

Miami: girare la città e raggiungere il porto

Per quanto riguarda l’imbarco vale quanto detto su Downton,  ma la distanza è circa il doppio (in realtà in linea d’aria sono quasi uguali, ma poiché il terminal si trova su un’isoletta, il percorso stradale si allunga).

#3. Miami Beach: come arrivare al porto

È la zona più a nord di Miami e perciò la più lontana sia dall’aeroporto che dal terminal crociere.

Per questa ragione vi consiglio di soggiornarvi solo se avete più di un giorno a disposizione.

Spesso viene usato dalle compagnie di crociere quando l’orario del volo non permette l’imbarco nella stessa giornata di arrivo. Le compagnie però, organizzando i transfert per molte persone, riescono ad ammortizzare il costo del trasporto.

Miami: girare la città e raggiungere il porto

Viaggiando da soli il costo del taxi dall’aeroporto è di 55$ mentre per raggiungere il terminal, non avendo tariffa flat, potrebbe superare i 70$.

E’ chiaro che trovando un hotel ad un prezzo molto buono si può valutare anche questa possibilità.

Ricordatevi di munirvi di biglietti da un dollaro e moneta per acquistare direttamente la corsa sul bus, perchè non vi danno il resto: se invece pensate di utilizzare più volte i mezzi di trasporto potete fare un biglietto giornaliero.

Il mio consiglio, se potete, è quello di trascorrere almeno tre giorni in questa affascinante città. Potrete gustarvi in pieno la sua atmosfera latina e a volte retrò.

Non abbiate paura se non parlate inglese, la maggior parte degli abitanti è di lingua spagnola e quindi sarà molto facile chiedere informazioni.

Un soggiorno a Miami è un gustoso antipasto di quella che sarà una indimenticabile crociera ai Caraibi

Image Credits: Cinzia Marchisio, all rights reserved

Hai trovato interessante questo articolo? Lascia il tuo mi piace o un tuo commento o una tua condivisione per aiutarmi a crescere: a te non costa nulla, a me aiuta tantissimo 🙂

25/02/2016 ore 17.00
“Articolo di Crazy Cruises in riproduzione riservata” protetto da licenza Creative Commons International: Devi attribuire adeguatamente la paternità sul materiale, fornire un link e indicare se sono state effettuate modifiche.
Cinzia Francesca Marchisio
Cinzia Francesca Marchisio

Cruise addict convinta, con la bellezza di oltre 430 giorni di crociera alle spalle, in passato ha collaborato per otto anni con il portale di ItalianSubs, utente molto attiva in Cruise Critic, è inoltre admin di Croceristi per la vita

More Posts - Facebook

Pubblicità

Pubblicità

Un pensiero su “Miami: girare la città e raggiungere il porto

  1. Pingback: Visitare Miami con la Go Card - Crazy Cruises

Lascia il tuo commento al post