Anthem of the Seas cancella parte di itinerario causa tempesta

Dopo aver sperimentato una tempesta fuori dall’ordinario solo poche settimane fa, Anthem of the Seas terminerà la sua attuale crociera con due giorni di anticipo: lo annuncia la RCL Corp. nel suo profilo Twitter.

Anthem of the Seas: WOW che visita nave!

Anthem of the Seas cancella parte di itinerario causa tempesta – © ideaslabservice

La decisione second Royal Caribbean è stata presa per la sicurezza dei passeggeri e dell’equipaggio.

Questo sopra è il primo tweet della Compagnia, mente ieri in un comunicato successivo la Royal si era detta preoccupata per la tempesta in via di sviluppo al largo della costa di Capo Hatteras, nel North Carolina.

“Vogliamo essere più cauti quando si tratta di tempo in quella zona” recitava il tweet.

Anthem of the Seas aveva lasciato Cape Liberty, in New Jersey, domenica scorsa per affrontare una crociera di 13 giorni verso i Caraibi orientali: se la nave dovesse continuare sulla rotta precedentemente tracciata, rischierebbe seriamente di trovarsi al centro della nuova tempesta che sta nascendo e la Compagnia non si prende più rischi in tal senso, ritenendo opportuno saltare due tappe e tornare subito indietro.

I rimborsi

I passeggeri riceveranno un rimborso per i due giorni persi e un 50% di sconto di ciò che hanno pagato per questa crociera che potranno utilizzare per una futura: Royal Caribbean inoltre coprirà le spese di modifica delle tratte aeree, secondo il portavoce Cynthia Martinez.

Anthem of the Seas: WOW che visita nave!

© ideaslabservice

In questo caso trovo che non ci sia nulla da eccepire nel comportamento della Compagnia, considerando che chi ha acquistato anche una polizza di viaggio, ha diritto ovviamente ad un altro rimborso (esempio chi non può spostare i voli, può ottenere il rimborso dell’hotel nel quale alloggia e tutti i pasti).

Royal Caribbean stavolta privilegia la linea della prudenza, facendo rientrare la nave al porto con due giorni d’anticipo: e mentre la volta scorsa, i media (soprattutto) e molti passeggeri, si sono sperticati nell’accusare la Compagnia per non aver evitato l’evento, stavolta si assiste al fenomeno contrario, con orde di passeggeri (molti si trovano a bordo), infuriati per la perdita di due giorni di crociera.

Royal Caribbean ha affrontato nel dopo tempesta le critiche (condivisibili in parte) di tutte le trasmissioni possibili ed immaginabili, ma anche le critiche politiche, con un’interrogazione di un senatore, Bill Nelson (D-Florida), che ha chiamato in causa il National Transportation Safety Board perchè indagasse in merito.

Nella galleria sotto alcuni dei danni riportati durante la recente tempesta

Ora che invece si prende in qualche modo la sicurezza, paiono tutti scesi dalle nuvole, nessuno vorrebbe tornare indietro: credo che la dichiarazione di Royal Caribbean tolga ogni possibile dubbio in merito:

“La sicurezza e il comfort dei nostri ospiti e dell’equipaggio è sempre la nostra prima priorità” si legge nella dichiarazione.

“In una recente crociera, la stessa Anthem of the Seas ha sperimentato un’ondata di maltempo che era molto peggiore del previsto, quindi stavolta, vogliamo essere più cauti quando si parla di sicurezza e di comfort dei nostri ospiti; il motivo per cui torniamo indietro è il maltempo.

Torniamo indietro immediatamente a Cape Liberty in modo che possiamo stare a distanza di sicurezza dalla tempesta”.

Hai trovato interessante questo articolo? Lascia il tuo mi piace o un tuo commento o una tua condivisione per aiutarmi a crescere: a te non costa nulla, a me aiuta tantissimo 🙂

01/01/2016 ore 19.00
“Articolo di Crazy Cruises in riproduzione riservata” protetto da licenza Creative Commons International: Devi attribuire adeguatamente la paternità sul materiale, fornire un link e indicare se sono state effettuate modifiche.
Daniela Pisano
Daniela Pisano

Blogger e cruise addict, viaggiare è sempre stato il mio chiodo fisso, insieme alla passione innata per l’archeologia e l’Egitto, per il mare e per i paesi orientali. Amo fotografare i particolari più strani, le cosiddette prospettive insolite

More Posts - Website - Twitter - Facebook - LinkedIn - Pinterest - Google Plus

Pubblicità

Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *