CLIA con United for Wildlife per combattere il traffico illegale di animali esotici

Storica firma per Cruise Lines International Association (CLIA) che si è unita alla United For Wildlife, l’associazione no profit guidata dal Duca di Cambridge e altri leader globali nel settore dei trasporti, nell’impegno a eliminare le rotte sfruttate da trafficanti illegali di animali esotici.

CLIA con United for Wildlife per combattere il traffico illegale di animali esotici

CLIA con United for Wildlife per combattere il traffico illegale di animali esotici

La firma è avvenuta a Buckingham Palace dove Andy Harmer, Vice Presidente Operations di CLIA Europe, insieme al Duca di Cambridge e ad altre 39 organizzazioni operanti nel settore trasporto, si sono riuniti a  in qualità di firmatari fondatori della Dichiarazione della Taskforce Trasporto della United for Wildlife.

Un vero e proprio storico accordo quello di Buckingham Palace, nel quale vengono sottolineati 11 impegni, tutti studiati e sviluppati per eliminare in modo tangibile e significativo le rotte sfruttate dai trafficanti del commercio illegale di animali esotici utilizzato per trasportare prodotti dalle zone di caccia al mercato. Uno sforzo che i leader globali nel settore dei trasporti, tra cui CLIA, hanno raggiunto dopo 12 mesi di lavoro, negoziazioni e riunioni a Londra, Ginevra e Dubai.

CLIA con United for Wildlife per combattere il traffico illegale di animali esotici

Elogi alle parti firmatarie sono arrivati direttamente dal Principe William, Duca di Cambridge:

“Con l’osservazione di questi impegni i firmatari possono garantire una rivoluzione nella lotta contro l’estinzione.

Li ringrazio per il loro impegno e invito altre organizzazione dell’industria a firmare la Dichiarazione di Buckingham Palace per giocare un ruolo chiave nella lotta contro il bracconaggio”.

CLIA con United for Wildlife per combattere il traffico illegale di animali esotici

“Si tratta di un risultato significativo per la United for Wildlife e i leader del settore dei trasporti”, afferma Andy Harmer di CLIA.

CLIA è orgogliosa di impegnarsi nella Dichiarazione di Buckingham Palace e di poter contribuire a spezzare la catena tra fornitori e consumatori, sensibilizzando i nostri passeggeri ed il nostro equipaggio sulla natura, entità e conseguenze del commercio illegale delle specie selvatiche”.

CLIA con United for Wildlife per combattere il traffico illegale di animali esotici

La stessa CLIA è già parte della Taskforce Internazionale della United for Wildlife sul Trasporto e sul Commercio illegale degli animali esotici sin dal settembre del 2015, un forte impegno per la conservazione con l’obiettivo di sviluppare raccomandazioni su come l’industria del trasporto possa aiutare a chiudere le rotte commerciali utilizzate per il traffico illegale degli animali esotici.

Hai trovato interessante questo articolo? Lascia il tuo mi piace o un tuo commento o una tua condivisione per aiutarmi a crescere: a te non costa nulla, a me aiuta tantissimo 🙂

29/03/2016 ore 14.00
“Articolo di Crazy Cruises in riproduzione riservata” protetto da licenza Creative Commons International: Devi attribuire adeguatamente la paternità sul materiale, fornire un link e indicare se sono state effettuate modifiche.
Daniela Pisano
Daniela Pisano

Blogger e cruise addict, viaggiare è sempre stato il mio chiodo fisso, insieme alla passione innata per l’archeologia e l’Egitto, per il mare e per i paesi orientali. Amo fotografare i particolari più strani, le cosiddette prospettive insolite

More Posts - Website - Twitter - Facebook - LinkedIn - Pinterest - Google Plus

Pubblicità

Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *