Fathom fallisce ispezione US Cost Guard: annullata prima crociera

Il debutto di fathom come nuova Compagnia di crociera, specializzata in crociere solidali, non è stato dei più felici: fallita l’ispezione della Guardia Costiera americana alla Adonia, è stata costretta ad annullare la crociera.

Fathom fallisce ispezione US Cost Guard: annullata prima crociera

Fathom fallisce ispezione US Cost Guard: annullata prima crociera

La nave da 30.300 tonnellate di stazza lorda, da 720 passeggeri, doveva partire due giorni fa: sarebbe stata la sua prima crociera con la nuova livrea (la nave proviene dalla flotta P&O), dopo un periodo passato in bacino di carenaggio iniziato ai primi di marzo, che l’ha ‘ridisegnata’ per la sua nuova vita nella nuova Compagnia.

Il fatto è che dopo un periodo di restyling, la nave deve passare le ispezioni di rito (che riguardano principalmente la sicurezza di passeggeri ed equipaggio) e la Adonia è stata ritenuta non idonea a causa di problemi con ben 30 porte tagliafuoco che non funzionavano a dovere.

Fathom fallisce ispezione US Cost Guard: annullata prima crociera

Non proprio una bella pubblicità per la nave che era già pronta in porto ad accogliere i primi ospiti per una crociera di 7 notti verso la Repubblica Dominicana: purtroppo i passeggeri hanno saputo di questo problema solo una volta arrivati al Terminal crociere, una delle situazioni più disarmanti per chi, oltre a spendere una cifra non proprio economica, si ritrova a dover tornare a casa per annullamento della stessa.

Certamente la Compagnia è riuscita a tamponare lo scontento, offrendo un rimborso completo del prezzo della crociera insieme a tutte le altre spese correlate, che comprendono ovviamente aerei, treni, qualunque mezzo di trasporto usato per tornare a casa, oltre che eventuali soggiorni in hotel, pasti compresi, che la stessa Compagnia si è offerta di trovare per i clienti coinvolti nella cancellazione.

Fathom fallisce ispezione US Cost Guard: annullata prima crocieraFathom fallisce ispezione US Cost Guard: annullata prima crociera

Ecco alcuni tweet di passeggeri coinvolti, che mostrano tutte le fasi della crisi:

La prossima crociera, prevista per il 17 di aprile, non avrà nessun problema, in quanto entro quella data tutte le correzioni a bordo da effettuare saranno sicuramente eseguite: lo conferma la stessa Compagnia.

Fathom fallisce ispezione US Cost Guard: annullata prima crociera

L’Adonia è la prima nave Carnival, quindi americana, che potrà attraccare a Cuba, perchè ha ottenuto il via libera delle autorità locali (come organizzazione di viaggi solidali): tuttavia anche da questo punto di vista non sono mancate le polemiche.

Infatti da una parte ci sono le persone che sono contro la stessa concezione di viaggio da crociera solidale e i detrattori fanno presente che pochi dei soldi che i passeggeri spenderanno a terra verranno ‘girati’ ai locali, inficiando il primo motivo per cui una persona dovrebbe prenotare una crociera simile; l’altro motivo è che a Cuba non potranno assolutamente recarsi gli americani di origine cubana: è uno dei punti principali che Carnival ha accettato prima di firmare l’accordo col governo cubano.

Fathom fallisce ispezione US Cost Guard: annullata prima crociera

Ovviamente dato che la Adonia parte da Miami, città con una netta presenza di esuli cubani naturalizzati da tantissimi anni, le polemiche non si sono fatte attendere e anche grandi firme del giornalismo hanno espresso la loro perplessità in merito, addirittura chiedendo il boicottamento sinchè non si risolve la delicata questione cubani americani. Secondo questa linea di pensiero, una delle basi della democrazia americana è la libertà e il fatto che si accetti un simile ‘ricatto’ va contro i principi della stessa Costituzione.

E non è tutto, perchè a Miami non si stanno facendo attendere le prime manifestazioni.

Dal canto suo Fathom ha risposto con un commento all’articolo, scusandosi con chi non potrà partecipare alle crociere in quanto d’origine cubana, vedendo comunque nell’apertura del governo castrista una bella opportunità dopo tutti questi anni di chiusura totale: la Compagnia assicura di lavorare affinchè la situazione possa essere presto risolta.

Hai trovato interessante questo articolo? Lascia il tuo mi piace o un tuo commento o una tua condivisione per aiutarmi a crescere: a te non costa nulla, a me aiuta tantissimo 🙂

12/04/2016 ore 12.00
“Articolo di Crazy Cruises in riproduzione riservata” protetto da licenza Creative Commons International: Devi attribuire adeguatamente la paternità sul materiale, fornire un link e indicare se sono state effettuate modifiche.
Daniela Pisano
Daniela Pisano

Blogger e cruise addict, viaggiare è sempre stato il mio chiodo fisso, insieme alla passione innata per l’archeologia e l’Egitto, per il mare e per i paesi orientali. Amo fotografare i particolari più strani, le cosiddette prospettive insolite

More Posts - Website - Twitter - Facebook - LinkedIn - Pinterest - Google Plus

Pubblicità

Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *