Le nuove unità Hurtigruten saranno le prime navi da crociera ibride

A sei mesi dall’annuncio di Hurtigruten della firma d’intenti per nuove navi da crociera per la flotta, da 20.000 tonnellate e 600 passeggeri in arrivo nel 2018 e nel 2019, trapelano altre importanti novità: queste unità saranno infatti le prime navi da crociera al mondo ad utilizzare il potere ibrido utilizzando un sistema a batteria, come riferisce il CEO di Hurtigruten, Daniel Skjelda.

Hurtigruten firma lettera d'intenti per due nuove unità

Le nuove unità Hurtigruten saranno le prime navi da crociera ibride

“Il futuro delle navi da spedizione è, senza dubbio, silenzioso e con emissioni pulite”.

“Useremo le nostre nuove navi da spedizione come pioniere per questa nuova tecnologia e per mostrare al mondo che la propulsione ibrida su navi di grandi dimensioni è possibile”.

Secondo la Compagnia questa tecnologia ibrida, sviluppata nientemeno che da Rolls Royce – con il coinvolgimento di Bellona, organizzazione non-profit che lavora per incontrare e combattere sfide climatiche – permetterà di navigare fino a 30 minuti grazie alla propulsione a batteria: questa, unita alla forma dello scafo e all’uso efficace di energia elettrica a bordo, ridurrà il consumo di carburante e le emissioni di CO2 dalle navi del 20%.

Hurtigruten firma lettera d'intenti per due nuove unità

“La propulsione a batteria a bordo di navi di queste dimensioni dimostra che le batterie sono costruite per rimanere a bordo. Questo rappresenta un enorme riduzione delle emissioni dovute al trasporto marittimo, ed è solo l’inizio” ha dichiarato Fredric Hauge, fondatore e presidente di Bellona.

Le navi ibride saranno costruite in due fasi:

  • la prima nave sarà equipaggiata con un motore elettrico ausiliario, che ridurrà le emissioni di CO2 del 20%. Il motore ausiliario a batteria fornirà ampie riduzioni nel consumo di carburante
  • la seconda nave sarà realizzata con un motore ibrido a pieno titolo che può alimentare l’intera nave per un certo periodo di tempo e per lunghe distanze, dimostrando che la tecnologia è ormai pronta. La seconda nave sarà consegnata nel 2019, con grandi batterie e la possibilità di navigare per lunghi periodi col motore elettrico.

Hurtigruten firma lettera d'intenti per due nuove unità

Il tutto con grandi vantaggi per il rispetto dell’ambiente, in un segmento dell’industria del mare che spesso proprio per le sue emissioni nocive per l’ambiente è criticata aspramente: inoltre, pensate soltanto alla bellezza di attraversare i fiordi nel totale silenzio, solo con l’ausilio dei motori elettrici. L’impatto per gli ospiti a bordo sarà certamente incredibile.

L’investimento in nuova tecnologia avrà un costo totale di 124 milioni di NOK (più o meno 13 milioni di euro: a contribuire con 5 milioni al progetto sarà anche Enova, un’impresa governo norvegese responsabile per la promozione della produzione e del consumo di energia a basso impatto ambientale.

Hai trovato interessante questo articolo? Lascia il tuo mi piace o un tuo commento o una tua condivisione per aiutarmi a crescere: a te non costa nulla, a me aiuta tantissimo 🙂

09/09/2016 ore 11.00 – “Post protetto da Licenza Creative Commons International CC BY-ND 4.0″

Daniela Pisano
Daniela Pisano

Blogger e cruise addict, viaggiare è sempre stato il mio chiodo fisso, insieme alla passione innata per l’archeologia e l’Egitto, per il mare e per i paesi orientali. Amo fotografare i particolari più strani, le cosiddette prospettive insolite

More Posts - Website - Twitter - Facebook - LinkedIn - Pinterest - Google Plus

Pubblicità

Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *