Fincantieri Palermo: cade gru durante i lavori alla Royal Princess

L’episodio è avvenuto nella giornata di martedì 27 settembre negli stabilimenti Fincantieri di Palermo, dove sono in corso i lavori alla nave da crociera Royal Princess.

La nave della flotta Princess Cruises, si trova a Palermo dal 25 settembre (lo lascerà il 6 ottobre), per sottoporsi a lavori di ammodernamento riguardanti interni ed esterni e qualche aggiornamento alle suite.

Durante una manovra di sollevamento, una piattaforma mobile elevabile, che veniva sollevata dalla banchina per essere trasferita all’interno del bacino 400.000 tonnellate dello stabilimento di Palermo, è precipitato al suolo, danneggiandosi durante la manovra.

Per fortuna non si registrano feriti: gli operai in quel momento lavoravano in aree limitrofe e non erano nel raggio di azione della gru di banchina, nè nell’area della platea destinata ad ospitare la piattaforma.

Fincantieri Palermo: cade gru durante i lavori alla Royal Princess

La Fiom Cgil dichiara in una nota che:

“L‘episodio, lascia poco spazio a commenti e a giustificazioni e ci porta nuovamente a contestare la scelta della direzione aziendale di stabilimento, che da mesi depotenzia il reparto dedito ai sollevamenti cambiando mansione ed operai con esperienza pluridecennale, spingendo di conseguenza sempre di più verso l’appaltare tali lavorazioni”.

L’incidente dimostra, se ancora ce ne fosse bisogno, di quanta attenzione necessitano tali operazioni onde evitare episodi che mettano a repentaglio la vita dei lavoratori”.

Per Fincantieri si sono seguite le norme di sicurezza, come spiega in una nota:

L’intera manovra è stata eseguita nella piena osservanza di tutte le precauzioni di sicurezza prescritte“.

L’incidente è da attribuire esclusivamente al cedimento di una braga, “peraltro perfettamente idonea sia in termini di caratteristiche che di grado di usura“.

Fincantieri Palermo: cade gru durante i lavori alla Royal Princess

E sottolinea, per quanto riguarda l’accusa di depotenziamento del reparto imbragatori, che

“La realtà dei fatti è che l’armatore dell’attuale commessa in corso ha fatto esplicita richiesta, per le attività in bacino e al fine di ridurre il periodo di sviluppo dei lavori (2 settimane circa), di 34 imbragatori, di cui 4 fanno parte dei 6 in organico Fincantieri.

E’ evidente come per raggiungere la quota richiesta fosse inevitabile il ricorso a personale esterno. L’azienda è al lavoro per chiarire in dettaglio la dinamica dell’accaduto al fine di continuare a garantire la massima sicurezza di tutti i lavoratori impegnati nel proprio sito“.

Hai trovato interessante questo articolo? Lascia il tuo mi piace o un tuo commento o una tua condivisione per aiutarmi a crescere: a te non costa nulla, a me aiuta tantissimo 🙂

28/09/2016 ore 01.00 – “Post protetto da Licenza Creative Commons International CC BY-ND 4.0″

Daniela Pisano
Daniela Pisano

Blogger e cruise addict, viaggiare è sempre stato il mio chiodo fisso, insieme alla passione innata per l’archeologia e l’Egitto, per il mare e per i paesi orientali. Amo fotografare i particolari più strani, le cosiddette prospettive insolite

More Posts - Website - Twitter - Facebook - LinkedIn - Pinterest - Google Plus

Pubblicità

Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *