Cosa portare in crociera: consigli pratici

Prima di partire è sempre panico assoluto, specie se si è alle prime esperienze! Cosa bisogna portare in crociera?

Le valigie che ti risolvono un viaggio!

Abbiamo scelto la nostra crociera, abbiamo prenotato e adesso cosa ci aspetta?? Mille domande affollano la mente!

Cercherò di rispondere a quelle più comuni, quelle che intasano i forum, i siti, i gruppi degli amanti delle crociere e che si ripetono ogni qualvolta c’è una new entry al suo primo viaggio.

  • La prima domanda che sorge spontanea è sempre questa: ma quando arrivano i documenti? Ormai siamo a ridosso della data di partenza e ancora non ho ricevuto nulla!

Generalmente (questo vale per praticamente tutte le compagnie), i documenti di viaggio vengono inviati circa una settimana prima della data di partenza o via e-mail oppure via posta ordinaria (sempre meglio fornire una mail).

Quindi non bisogna spaventarsi, anche se si è prenotato con largo anticipo e ancora non ne siamo venuti in possesso!

Alcune compagnie ormai hanno abilitato anche il web Check-in, per cui si compilano tutti i dati tranquillamente da casa propria. Il modulo d’imbarco on-line, insieme al documento d’identità e al biglietto della crociera, permetterà l’ingresso a bordo.

  • Un’altra domanda tipica è: cosa portarsi dietro? Mi basteranno i vestiti che ho? Ci sarà tutto il necessario per la toilette? A volte chiedono anche se bisogna portarsi dietro gli asciugamani!!

5 consigli di bon ton in crociera

Ovviamente l’abbigliamento è strettamente legato al tipo di crociera prenotata: su una compagnia prettamente commerciale e di divertimento (Costa, MSC, Royal Caribbean, Norwegian), generalmente la maggior parte del tempo la si passa con un abbigliamento comodo; quindi largo ai jeans, ai pantaloni sportivi, corti o lunghi a seconda del tempo, camicie, magliette e indispensabili ed irrinunciabili scarpe comode!!

Per quanto riguarda la quantità, basta fare il conto di quanti giorni si passano a bordo e regolarsi di conseguenza: ricordate che a bordo di ogni nave esiste il servizio lavanderia e stireria per cui, in caso di urgenze, si può tranquillamente optare per questo optional (in genere ha prezzi molto onesti e addirittura verso fine crociera propone sempre uno sconto sostanzioso per un certo numero di capi da trattare): su alcune nuovissime navi è possibile anche trovare la lavanderia self-service.

Anche in queste compagnie cosiddette low-cost, sono previste due – o al massimo tre – serate di gala, in cui tra parentesi si possono notare gli estremi: gente elegantissima e gente in infradito. Diciamo che un buon compromesso sarebbe d’obbligo.

In linea generale nelle serate di gala si privilegia un abbigliamento elegante, in quelle semi-formali meglio un abito semplice per lui e un tailleur (anche pantalone, perché no) oppure un abito semplice.

In tutte le altre occasioni l’abbigliamento ideale è quello super comodo.

Nelle occasioni in cui si parte con un clima e si trovi all’arrivo un altro, il consiglio è vestirsi a “cipolla”: cose veloci da togliere oppure mettere, al bisogno.

Quindi ricapitolando in questo genere di crociera cosa portiamo per 7 giorni?

Io personalmente suggerisco:

  1.  tre paia di comodi pantaloni (jeans, sportivi a gamba lunga – ricordatevi che nei luoghi sacri è proibito entrare con gambe e braccia scoperte!!)
  2. due max tre costumi da bagno (a seconda del periodo, questi si possono anche lavare in cabina ed appendere nell’apposito filo all’interno della doccia)
  3. 3 magliette
  4. 3 camicie di cui una o due eleganti per la serata di gala
  5. un abito elegante con giacca
  6. un golfino (anche d’estate in quanto all’interno la temperatura in alcuni saloni è da infarto!) d’estate, tre golfini d’inverno (a seconda dell’itinerario scelto ovviamente)
  7. una giacca sportiva
  8. 7 paia di calzini
  9. idem per l’intimo
  10. un foulard (sempre utile)
  11. due/tre paia di scarpe comode
  12. un paio di scarpe eleganti.

La valigia dei sogni? E' Jurni, realizzata grazie al crowfounding!

Fate stare il tutto in una valigia media o grande a testa e mettete le cose più necessarie (come i medicinali ad esempio) e che dovete trovare sottomano in un beauty portatile.

Questo è un mio consiglio dovuto all’esperienza: la maggior parte non si userà, inutile dunque portarsi dietro l’armadio di casa 🙂

Nelle crociere esclusive come per esempio su SilverSea, Azamara, Cunard etc, ovviamente l’abbigliamento sarà più curato ed adatto all’ambiente sobrio ed elegante che ci circonda.

L’abito di gala in questo caso è il vero abito di gala: lungo per le signore, meglio smoking per i signori (capita che sia negato l’accesso se l’outfit è sbagliato).

Durante le escursioni abbigliamento casual ma di classe, senza eccessi naturalmente.

Per la quantità direi di regolarsi come sopra in base ad un rapido calcolo dei giorni passati a bordo.

Ricordatevi che in genere non si bada al peso delle valigie (ogni compagnia nel contratto vi segnala il peso massimo dei colli e il loro limite ma spesso si chiude un occhio) a meno che non dobbiate raggiungere il porto d’imbarco col volo aereo. In questo caso valgono le restrizioni della compagnia aerea.

Nella cabina inoltre troverete asciugamani per ogni ospite cabina, che potete cambiare quando volete, basta avere l’accortezza di infilare quelli sporchi nell’apposito contenitore che in genere si trova sotto il lavabo nel bagno.

E’ presente un asciugacapelli.

Ricordatevi che è severamente proibito portare asciugacapelli personali, ferri da stiro e piastre e tutto ciò che produce calore (come ad esempio uno scalda-biberon) da attaccare in cabina per non sovraccaricare l’impianto e provocare un incendio che in nave è una cosa MOLTO SERIA!!

E’ certo che moltissime donne non rinunciano al proprio asciugacapelli e alla propria piastra e addirittura c’è chi non perde il vizio di stirare nemmeno in crociera!

Ma le regole son regole e di sicuro sono state date per la nostra sicurezza! Vi immaginate una piastra per capelli lasciata accesa o bollente sul letto??

Cosa trovo o non trovo in cabina

Merce sequestrata all’imbarco, restituita a fine crociera

Capita questo e pure di peggio! Quindi occhio: a bordo esiste anche il servizio di parruccherìa in caso di necessità!

In linea generale mi pare di aver risposto a tutte le domande che mi son state rivolte nei post sui social o via mail. Non mi resta che augurarvi…buona crociera 🙂


Hai trovato interessante questo articolo? Lascia il tuo mi piace o un tuo commento o una tua condivisione per aiutarmi a crescere: a te non costa nulla, a me aiuta tantissimo 🙂

26/05/2014  ore 01.01 – “Post protetto da Licenza Creative Commons International CC BY-ND 4.0″

Daniela Pisano
Daniela Pisano

Blogger e cruise addict, viaggiare è sempre stato il mio chiodo fisso, insieme alla passione innata per l’archeologia e l’Egitto, per il mare e per i paesi orientali. Amo fotografare i particolari più strani, le cosiddette prospettive insolite

More Posts

Pubblicità

Pubblicità