Quantum of the Seas: come nasce un gigante dei mari

Era il lontano febbraio 2011 quando la Royal Caribbean annunciò la costruzione di una nuova unità da crociera, prima del cosiddetto “Project Sunshine”, la prima della classe denominata “Quantum”.

Si preannunciava la costruzione di questo gigante dei mari presso i cantieri Meyer Werft di Papenburg, in Germania, con consegna prevista per l’autunno 2014.

Nemmeno passò un anno che la compagnia esercitò l’opzione per la costruzione di una seconda unità della stessa classe, con consegna prevista per la primavera 2015.

hero

 

Si dovrà invece aspettare il 5 febbraio 2013 per conoscere i nomi delle prime due unità, battezzate Quantum of the Seas e Anthem of the Seas.

Le unità della classe Quantum sono nettamente più piccole di quelle della precedente Classe Oasis, ma saranno comunque le navi passeggeri più grandi al mondo per tonnellaggio.

Avranno una capienza massima di 4.905 passeggeri, ridotta a 4.180 nel caso in cui le cabine siano utilizzate tutte come doppie.

Delle 2.090 cabine, 1.570 saranno dotate di balconi, 147 saranno esterne con oblò e 373 saranno dotate di schermi in alta definizione che permetteranno ai passeggeri che le occupano di avere una visione dell’esterno durante la navigazione.

10252041_665276150174242_2880244478657562870_n

Grandi attrazioni a bordo, innovative per tecnologia, di cui abbiamo precedentemente parlato in un altro articolo sul blog;  ma vorremo solo citare la più spettacolare, il  North Star, una torre panoramica costituita da una navicella di vetro di 7,1 tonnellate montata su un braccio meccanico, che consentirà ai 14 occupanti di salire a quasi 100 metri sopra il livello del mare e avere una visuale a 360 gradi del panorama attorno alla nave.

Ci piace ripercorrere tutte queste tappe sino a questi pochi mesi che mancano al suo debutto, con una carrellata di foto diffuse sul web dagli stessi cantieri dove si costruisce la Quantum, dal blog della compagnia e da diversi fotografi che hanno in esclusiva potuto fotografare degli scorci particolari di questo gigante dei mari.

be72719829d95c554b89798c065fdcb67f563e5ef011ae9571262ecf622138b010258293_10152200926957758_7546448653224644410_n1897728_10152200927087758_4101140147112703860_n10309565_10152200927112758_2315798850927559297_nquantum_blocksddefault48a4a4a7b0460873e0af76a1e44b8b292013_11_04_Halle_6_Webcam_2_W4663d49dc761713b88f5cd52782fbc0b7fbFromFlickr_October9_3_zpsf748ff6bFromFlickr_October9_5PossibleSeaplex_zpsd65b86f815cad3fc6c76ffbe8473455cabcc8f4310153723_10152200927172758_5235059189714210265_n Capture_shipvisit21656240_10152200927622758_8381991537630171900_n1422604_10152200928137758_850366322285240467_nS697_Quantum_Engines_23-08-2013S697_Quantum_Engines_23-08-2013S697_Quantum_Engines_23-08-2013low_1389822545_Quantum-of-the-Seas-MG-5829061fb120d67285a829fba148f941984610152582_10152200927957758_7488660807443183209_n1660436_10152200927922758_8329334299306346914_n              6a78bcc011e75672f2566e82a26d4e91low_1389822523_Quantum-of-the-Seas-MG-5821quantum_of_the_seas_00_copyright_royal_caribbean_international-1030x579Anthemkeel-layingphotozoomin_zps910971d11148941_10152200926682758_530279749172467868_n low_1389822567_Quantum-of-the-Seas-MG-5912 low_1389822609_Quantum-of-the-Seas-MG-5927   Quantum-of-the-Seas-constructionhqdefault

ed infine l’ultima immagine che la webcam dei cantieri Meyer Werft diffondono:

Quantum_of_the_Seas_MG_9586_W708

E quella ripresa da un turista di passaggio ripresa su vari social poco tempo fa:

ee172f22fb952a74e8502be7bba223fb

Photocredit: Royal Caribbean International, Meyer Werft, ingrid-fiebak.de, Cruise Critic, 

FERCHAU Engineering, Cruise Social

26/04/2014 ore 16.40
“Articolo di Crazy Cruises in riproduzione riservata” protetto da licenza Creative Commons International: Devi attribuire adeguatamente la paternità sul materiale, fornire un link e indicare se sono state effettuate modifiche.

Daniela Pisano
Daniela Pisano

Blogger e cruise addict, viaggiare è sempre stato il mio chiodo fisso, insieme alla passione innata per l’archeologia e l’Egitto, per il mare e per i paesi orientali. Amo fotografare i particolari più strani, le cosiddette prospettive insolite

More Posts

Pubblicità

Pubblicità