Costa Crociere: addio ai cappellani di bordo

Addio ai cappellani di bordo sulle navi Costa Crociere.

image

Nessun intento polemico ma in un grande villaggio galleggiante dove il primo credo è quello del divertimento, è la voce dei passeggeri quella che si ascolta per prima..e la voce sono i commenti scritti a fine crociera, tra cui raramente si trova qualche riferimento alla vita spirituale a bordo.

b6e8447c7131391e6a289adc93c9010b1

Nell’ambito della costante riorganizzazione dei servizi offerti a bordo, si comincerà progressivamente a ridurre lo spazio per le funzioni religiose e la riduzione dei cappellani, da tempo inseriti nello staff dell’equipaggio.

Ciò non significa che verranno chiuse completamente le piccole cappelle presenti a bordo, che permettono comunque agli ospiti di avere qualche momento di raccoglimento e di preghiera: semplicemente verrà rivista la presenza a bordo dei cappellani, facendoli salire solo nei giorni festivi, mentre nelle feste comandate come Natale e Pasqua la figura sarà comunque sempre presente, così pure nelle crociere di lungo corso.

082500171-a9ae8fb9-e6e4-4a66-a65b-a53356e63779

La decisione è ormai presa e trova conferma nella comunicazione di Costa che spiega come “la presenza regolare dei cappellani a bordo delle nostre navi sarà progressivamente ridotta nel corso del 2014“.

Nell’ambito dell’analisi costante che facciamo sui nostri servizi di bordo per verificare che soddisfino pienamente le aspettative degli ospiti – spiega la compagnia – abbiamo deciso che la presenza regolare dei cappellani a bordo delle nostre navi sarà progressivamente ridotta nel corso del 2014“.

D:DCIM100MEDIAIMG_6993.JPG

Quello della messa officiata dal cappellano non rientra fra le esigenze prioritarie, sono in pochi a chiederla.

Costa sottolinea anche il lungo rapporto di collaborazione con l’Apostolato del Mare e con i cappellani, che ringrazia “per l’importante sostegno che hanno offerto. Siamo sempre stati lieti di averli a bordo con noi e soddisfatti della loro presenza“.

DSCF9573_zps2ed40953

La nostra decisione è in linea con la situazione del mercato mondiale delle crociere in cui operiamo” conferma Costa.

Questo sebbene ormai il cappellano a bordo sia diventato per l’equipaggio, specie per quello che lavora nei ponti bassi, quelli invisibili agli occhi degli ospiti a bordo, una sorta di psicologo, di confidente, di interlocutore privilegiato. Ci si dovrà accontentare di vederlo e di sentirlo solo durante i giorni festivi.

 

 

13/05/2014  ore 17.20
“Articolo di Crazy Cruises in riproduzione riservata” protetto da licenza Creative Commons International: Devi attribuire adeguatamente la paternità sul materiale, fornire un link e indicare se sono state effettuate modifiche.”

Daniela Pisano
Daniela Pisano

Blogger e cruise addict, viaggiare è sempre stato il mio chiodo fisso, insieme alla passione innata per l’archeologia e l’Egitto, per il mare e per i paesi orientali. Amo fotografare i particolari più strani, le cosiddette prospettive insolite

More Posts

Pubblicità

Pubblicità