Come non rovinarsi la crociera!

Se c’è una cosa che ci capita spesso di sentire nei nostri social è quanto a volte le persone siano deluse dalla loro vacanza in crociera!

Allure of the Seas: visita nave per i Crazy Cruises

Come non rovinarsi la crociera!

Si può andare dalle piccole delusioni create da piccoli problemi intervenuti durante il viaggio, a vere e proprie “tragedie” di persone che non salverebbero uno spillo di un’intera settimana di vacanza.

E ogni volta ci troviamo a provare di capire per quale motivo ci si deve avvelenare il sangue e rovinare una vacanza sospirata ( e di questi tempi questo fatto pesa davvero tanto )!

Come detto si parte dai piccoli inconvenienti che uno di certo non si sognerebbe di trovare in crociera, ma purtroppo son cose che capitano.

#1. Problemi inerenti la cabina

Il primo esempio è la casistica dei problemi di qualsiasi tipo in cabina.

In questa tipologia di lamentele quella che pesa di più è il non funzionamento del bagno della cabina.
In seconda posizione ci segnalano la pulizia non accurata e in terza la Tv che non funziona.

Per tutte ci si comporta nello stesso identico modo: si contatta il servizio clienti e si fa la lamentela. Se la telefonata dalla cabina non dovesse servire subito, ci si può recare direttamente in reception e fare una protesta formale.
Nella maggior parte dei casi ogni compagnia si sforza di intervenire in maniera veloce (i loro tempi ovviamente non sono i nostri, quindi la pazienza prima di tutto).

Crystal Symphony termina il refit con un pizzico di italianità - foto

Avere il bagno non funzionante è ovviamente una seccatura: ci son capitati nostri lettori che hanno avuto il bagno allagato, o il bagno che ha “tracimato” e di certo non è una bella situazione.

Suggerimento? Come detto avvisare immediatamente il servizio clienti, il cabinista, chiunque possa darvi una mano. Nei casi gravi si può anche essere cambiati di cabina.

Allure of the Seas: visita nave per i Crazy Cruises

Nel caso della pulizia non all’altezza ci si rivolge al proprio cabinista facendo notare la cosa: se all’entrata successiva in cabina (la pulizia deve avvenire due volte al giorno) la situazione non cambia avvertite il servizio clienti e porgete le vostre lamentele. Sono i problemi che in genere si risolvono più facilmente.

Tenete conto che spesso i cabinisti hanno un numero di cabine molto elevato da pulire e delle sviste possono capitare.

Il cabinista è a vostra disposizione anche se avete necessità di prodotti in più.

Norwegian Jade: visita nave a Civitavecchia per i Crazy Cruises

Nel caso della tv o di una carta-chiave non funzionante avvertite direttamente il servizio clienti o recatevi direttamente in reception (soprattutto per la scheda-chiave).

Personalmente mi è capitato che delle due schede una non funzionasse e che nessuna delle due all’inizio aprisse la cassaforte all’interno. Tutto risolto in 5 minuti alla Reception.

#2. Il mangiare

Un’altra casistica di lamentele riguarda tutto ciò che riguarda il mangiare.

A prescindere dal fatto che ci sono una marea (e non sto esagerando) di persone che uscite da casa non gradiscono sapori nuovi e scoprire nuove pietanze, spesso ci si lamenta della qualità del buffet o del ristorante principale.

Come non rovinarsi la crociera!

Soprattutto abbiamo constatato che dipende spesso dal periodo: più è piena la nave più è capitato.

Ma non è una regola generale: nella stessa crociera c’è chi si è lamentato del ristorante principale e chi invece non ha mai mangiato meglio in vita sua.

In tutti e due i casi è ovvio che si tratta di gusti personali e su quelli non si può discutere. Lo standard dovrebbe essere simile per ogni crociera, che la nave sia piena o semi-piena, ma piccoli problemi possono capitare.

In alcuni itinerari poi la compagnia tiene conto delle persone che imbarcano e di che nazionalità abbiano.

Allure of the Seas: photogalleryAllure of the Seas: photogallery

In una crociera che fa i mari del Nord è normale ci siano più tedeschi o francesi che italiani ed è capitato che i nostri lettori per una settimana abbiano mangiato patate patate patate e ancora patate in tutte le salse possibili ed immaginabili: pare una barzelletta ma non è cosi.

Il capo-chef era di origine tedesca ed ovviamente la sua impronta culinaria si faceva sentire. Basti pensare che la pasta è stata definita da quasi tutti in maniera che non si può riportare, adatta evidentemente ai gusti èiù forti degli ospiti di nazionalità diversa dalla nostra.
In questi casi o ci si adatta o si sceglie di mangiare al buffet o al ristorante di specialità: o almeno così faremmo noi.

Scene assurde dal buffet di bordo: mai capitate?

E’ pur sempre una settimana di vacanza e non ce la roviniamo brontolando ogni secondo, se le soluzioni a bordo ci sono e sono valide.

Al buffet si mangia gratis, al ristorante di specialità si paga un prezzo la maggior parte delle volte abbordabile, quindi o ci si adatta o si finisce per passare una settimana da dimenticare.

Conosciamo Norwegian Jade

#3. Cabine rumorose

Altro tipo di problema è quando ci si ritrova in una cabina rumorosa, il che può dipendere dalla sua posizione nella nave o per vicini rumorosi.

Nel secondo caso basta fare protesta formale ed in genere è una tipologia di problema che si risolve abbastanza velocemente.

Nel primo caso invece vi suggeriamo già dalla prenotazione del viaggio di fare attenzione alla tipologia di cabina che si sceglie e a che piano stia la cabina scelta.
Se sta sopra o sotto la discoteca è da evitare decisamente.Se vi ci ritrovate potete sempre chiedere se potete avere un cambio cabina: se le cabine libere son disponibili in genere vi accontentano senza problemi.

#4. Che noia la crociera!

Voi non ci credereste ma ci sono persone che son tornate da una crociera dicendo che è stata la settimana più noiosa della loro vita.

Di questo argomento abbiamo già discusso in un altro articolo del blog. Ci limitiamo a suggerirvi di scegliere la vostra crociera con cura: scegliete la giusta nave per voi.

Se preferite un ambiente giovane sulle nuove mega-navi vi troverete a vostro agio, un sacco di sale diverse, tantissimi divertimenti, un sacco di gente da incontrare e da conoscere!

Anthem of the Seas: WOW che visita nave!

Se invece preferite stare più in intimità, preferite le piccole navi, dove è più facile rivedere i visi degli ospiti a bordo ma anche il personale è più disposto a fermarsi a chiacchierare e potrebbe capitarvi molto spesso di incontrare qualche ufficiale in qualsiasi ambiente della nave.

#5. Lo strazio del mal di mare!

Un altro caso è quello del mal di mare: sentirsi male sette giorni su sette non è affatto piacevole.

Inutile dirvi che se siete soliti soffrirne evitate le crociere nei periodi invernali nel mare nostrum ma preferite i mari tropicali: anche questa non è una regola generale, dato che la sfortuna di trovare mare mosso anche in estate capita eccome.

Allure of the Seas: visita nave per i Crazy Cruises

Le navi più grandi hanno le pinne stabilizzatrici che aiutano la nave a rollare di meno e questo vi avvantaggia sicuramente; oltre al fatto che più è grande meno sentirete.

In secondo luogo vi suggeriamo di portarvi dietro un anti-cinetosico (Travelgum, Xamamina, ecc.), possibilmente qualcosa che non vi induca il sonno, in modo da potervi godere appieno al crociera.

Evitate cibi complicati, preferite qualcosa che faccia “pacco” nello stomaco, come pane, grissini, crackers etc.

Preferite stare a metà nave: è il luogo dove il mare si sente di meno, per questo le cabine ai ponti mediani son sempre le prime che vengono “saccheggiate”.

Anthem of the Seas: WOW che visita nave!

Evitate di stare a guardare la scia della nave: molto spesso provoca la nausea. Aria fresca, masticare un pò di zenzero o in mancanza una gomma da masticare alla menta dovrebbero aiutarvi ulteriormente.

I nostri suggerimenti finali

  • non chiudetevi in cabina ma cercate di fare amicizia, ad esempio con i vostri compagni di tavolo al ristorante.

In genere la compagnia sceglie sempre persone che abbiano simili caratteristiche , almeno sulla carta (come ad esempio tutte coppie giovani in viaggio di nozze, oppure famiglie con bimbi, le due tipologie è raro che vengano mischiate)

  • informatevi prima di partire su tutte le attività che potete fare a bordo: dalla spa alla palestra, ai negozi, al casinò , ai corsi di cucina, di pittura, alle mostre d’arte etc etc.

Norwegian Jade: visita nave a Civitavecchia per i Crazy Cruises

I modi di divertirsi son tanti, bisogna solo non scartarli tutti e cercare a volte anche di adattarsi a situazioni che non ci sono abituali.

  • festa sul ponte? Ecco una buona occasione per lasciare la cabina e buttarsi nella mischia!

Piccole attenzioni che vi eviteranno di rovinarvi quella famosa sospirata vacanza tanto sognata.

E consiglio numero uno su tutti: tanta pazienza, perchè tutto si risolve nella maggior parte dei casi!

Hai trovato interessante questo articolo? Lascia il tuo mi piace o un tuo commento o una tua condivisione per aiutarmi a crescere: a te non costa nulla, a me aiuta tantissimo 🙂

04/07/2016 ore 14.00 – “Post protetto da Licenza Creative Commons International CC BY-ND 4.0″

Hai trovato interessante questo articolo? Lascia il tuo mi piace o un tuo commento o una tua condivisione per aiutarmi a crescere: a te non costa nulla, a me aiuta tantissimo 🙂

E ricorda di inserire la tua mail nel riquadro affianco per rimanere sempre connesso con il mondo Crazy, con notizie sempre aggiornate!

09/06/2014  ore 17.00
“Articolo di Crazy Cruises in riproduzione riservata” protetto da licenza Creative Commons International: Devi attribuire adeguatamente la paternità sul materiale, fornire un link e indicare se sono state effettuate modifiche."

Daniela Pisano
Daniela Pisano

Blogger e cruise addict, viaggiare è sempre stato il mio chiodo fisso, insieme alla passione innata per l’archeologia e l’Egitto, per il mare e per i paesi orientali. Amo fotografare i particolari più strani, le cosiddette prospettive insolite

More Posts

Pubblicità

Pubblicità