5 consigli pratici per non perdere la nave!

E’ l’incubo di chi fa per la prima volta una crociera: non arrivare in tempo alla partenza quando si è fuori per escursioni.

5 consigli pratici per non perdere la nave!

5 consigli pratici per non perdere la nave!

I passeggeri in ritardo sono parte integrante di ogni crociera: non vi è forse mai capitato di partire non rispettando il programma proprio per questo motivo?

A me sì..si trattava di una turista inglese che a Malta si fece abbondantemente i comodi suoi e si presentò sotto la nave ben mezz’ora più tardi dell’orario indicato, spostando la partenza della nave di ben un’ora, tra una trafila e l’altra!

E non capitano solo ritardi: ma anche passeggeri che per varie motivazioni addirittura perdono l’imbarco!

Certo a volte la situazione è davvero buffa: tutti affacciati sui ponti esterni, ci si aspetta di partire da un momento all’altro, sinché non si vedono i ritardatari correre trafelati ed inscenare varie motivazioni per scusarsi con il personale che a terra li aspetta.

Altre volte invece, se si presentano come nel caso del video, con ben un’ora e mezza di ritardo, finiscono per essere oggetto di scherno e di fischi da parte dei passeggeri sui ponti.

L’ultimo della serie ha dell’incredibile: una madre, scesa a terra in escursione, torna in ritardo tanto da perdere la nave. Ciò che in questa vicenda lo rende paradossale è il fatto che la signora ha lasciato i suoi bambini a bordo e sul molo urla disperatamente quanto inutilmente.

La signora era una passeggera della Norwegian Breakaway, nave da 144.000 tonnellate, che stava in quel momento lasciando Nassau, nelle Bahamas. E’ bastato un solo minuto, come sottolinea anche la voce del passeggero che a bordo della nave ha ripreso la scena, perchè la donna perdesse la partenza.

Ma ci sono alcuni accorgimenti che possiamo seguire per evitare proprio questi spiacevoli inconvenienti.

Ecco alcuni dei più importanti:

1#. Puntate la sveglia!

Quando scendete in escursione mettete la sveglia dell’orologio su almeno un’ora prima del rientro, in modo da calcolare con più facilità il tempo rimanente.

Perché dico dell’orologio e non del cellulare? Se siete in acque internazionali può capitare che il cellulare cambi automaticamente senza che voi lo sappiate. Se non siete sicuri al limite chiedete appena siete a terra, così siete certi di non sbagliare.

L’orario delle escursioni e del rientro in nave è sempre ben specificato sul Today/Daily, ma se non vi fidate chiedete all’ufficio escursioni o all’ufficio informazioni.

 2#. Attenzione col fai da te!

Se prenotate le vostre escursioni con la linea di crociera non dovreste avere problemi , in quanto la nave vi aspetterà senza nessun problema.

Cosa diversa è se scendete e fate un tour indipendente: allora dovrete calcolare esattamente i tempi, mettendo nel calcolo anche eventuale traffico o scioperi o quant’altro possa farvi ritardare.

Ecco il motivo per il quale sconsiglio sempre di fare escursioni, tipo in taxi, in località molto lontane dal vostro porto, perché il rischio è davvero molto alto che qualcosa possa non andare come si deve.

La nave vi aspetta sino ad un certo punto poi prenderà il largo senza di voi; naturalmente raggiungerla nel porto successivo è tutto a vostre spese!

3#. Il tempo scorre veloce!

Se avete in mente di fare acquisti o di mangiare in un ristorante locale, ricordatevi di farlo il più vicino possibile al porto, perché sono due attività per le quali molto spesso si perde il senso del tempo!

Soprattutto evitate di bere troppo, perché poi sarà sempre molto difficile rendersi conto del tempo che passa e dell’orientamento, a meno che non siate in compagnia di persone amiche o di familiari.

4#. Annotate i numeri di emergenza!

Ogni compagnia di crociera dota tutti i passeggeri di una guida informativa (presentata in forme diverse a seconda della compagnia, dove potrete trovare la mappa del luogo nel quale state sbarcando, le informazioni  riguardanti i numeri d’emergenza e i numeri di contatto in caso di problemi col personale della nave, soprattutto il numero della nave (in genere è stampato dietro la vostra keycard): in questo modo vi sarà più semplice informare il personale di bordo di eventuali problemi che fossero sorti.

Come si paga a bordo? I nostri consigli

5#. Mai dimenticare a bordo i documenti!

Non dimenticate mai di portare con voi in escursione i vostri documenti d’identità e la carta di credito o di debito con circuito internazionale, perché se perdete la nave dovrete pagare voi il vostro rientro o il successivo porto e senza documenti e carte questo è davvero molto difficile e può crearvi problemi enormi.

Quando si è in ritardo il personale di bordo si attiva sempre per raggiungere le persone mancanti: si fanno tutti i tentativi per raggiungerle telefonicamente, si suona la sirena più volte, si fanno gli annunci a bordo ..ma ricordatevi che mezz’ora al massimo prima della partenza dovete essere a bordo!! In fondo basta solo un po’ d’attenzione, anche se a volte le motivazioni possono dipendere da qualcosa che non possiamo prevedere, come ad esempio un malore.


Hai trovato interessante questo articolo? Lascia il tuo mi piace o un tuo commento o una tua condivisione per aiutarmi a crescere: a te non costa nulla, a me aiuta tantissimo 🙂

01/10/2014  ore 00.40
“Articolo di Crazy Cruises in riproduzione riservata” protetto da licenza Creative Commons International: Devi attribuire adeguatamente la paternità sul materiale, fornire un link e indicare se sono state effettuate modifiche.

 

Daniela Pisano
Daniela Pisano

Blogger e cruise addict, viaggiare è sempre stato il mio chiodo fisso, insieme alla passione innata per l’archeologia e l’Egitto, per il mare e per i paesi orientali. Amo fotografare i particolari più strani, le cosiddette prospettive insolite. Sono sarda e son dello Scorpione, amo la mia terra perché mi ha insegnato a capire il mare in tutte le sue sfumature!

More Posts - Website

Follow Me:
TwitterFacebookLinkedInPinterestGoogle PlusYouTube

Pubblicità

Pubblicità