10 miti da sfatare sulle vacanze in crociera

Quante volte i più esperti di voi si son trovati davanti a persone che con fare sicuro di sé hanno demolito punto per punto una vacanza in crociera?

10 miti da sfatare sulle vacanze in crociera

A me capita di tutto, dai commenti idioti stile “ma guida Schettino?” a “no per carità, mi costa un anno di lavoro, e poi che noia tutto quel tempo in mare!“, due frasi che si commentano da sole e che denotano una scarsissima informazione di base.

Come combattere disinformazione e luoghi comuni? Individuando le più interessanti innovazioni, le tendenze e le strategie che cambieranno per sempre il modo di pensare una vacanza in crociera.

10 miti da sfatare sulle vacanze in crociera

Una vacanza in crociera è adatta a tutti, dai bambini agli anziani, basta saper semplicemente scegliere la nave e l’itinerario giusto, badando sì al prezzo, ma con un minimo di informazione di base, evitando posti già visitati o navi che non fanno al vostro caso (cosa molto molto frequente, perché si guarda solo al prezzo).

La vacanza in crociera non è mai stata così ‘adatta a tutti‘ come in questi ultimi anni: ogni Compagnia ha nella sua flotta navi più adatte ai bambini e agli adolescenti e navi più adatte ad un pubblico adulto, navi per chi cerca l’assoluto relax e navi invece che sono un divertimento continuo 24/24!

10 miti da sfatare sulle vacanze in crociera

Dunque che aspettate? Quale nave scegliete per prima?

Ma andiamo per ordine e sfatiamo i 10 miti sulle vacanze in crociera.

#1. Le crociere sono per i più pigri

Niente di più inesatto o meglio: dipende dalla nave scelta e dall’itinerario e persino dalla compagnia.

10 miti da sfatare sulle vacanze in crociera

Un esempio tra tutti di divertimento? Royal Caribbean con la sue navi di classe Quantum (ma tante attrazioni son presenti in ogni nave della sua flotta).

Avete voglia di sentire adrenalina pura? La potete trovare, con il simulatore di paracadutismo!

Volete volare letteralmente sull’acqua con la nave in movimento godendo del panorama intorno senza orizzonti? Lo potete fare grazie alla cupola di vetro che si estende in altezza sulla nave e che vi farà vedere il mondo da circa 100 metri sopra i ponti superiori della nave!

Quantum of the Seas pronta per il battesimo!

Volete fare autoscontro sul mare, imparare l’arte circense del trapezio? Potete fare anche quello e persino pattinare (in alcune navi è presente anche una pista di ghiaccio!).

Su tantissime navi son presenti sui ponti superiori degli scivoli d’acqua fantastici a dir poco, come quelli a bordo delle navi Disney, con l’AquaDunk.

10 miti da sfatare sulle vacanze in crociera

O come quelli a bordo di Norwegian Epic o di Norwegian Breakaway, dove i passeggeri possono addirittura provare l’ebbrezza della trave dei pirati che si estende oltre i bordi della nave, con il mare a circa 60 metri sotto: il tutto in sicurezza ovviamente ma con un brivido che davvero va provato!

Alla scoperta degli esterni di Quantum of the Seas - foto

Insomma, questi sono solo pochi esempi: ancora pensate che a bordo ci si annoi sdraiati tutto il giorno in piscina?

#2. Le crociere hanno perso il loro fascino 

Ci sono tantissime persone che guardano con nostalgia alle crociere del passato, quando pochissimi potevano permettersi di salire a bordo dei transatlantici che hanno fatto la storia.

10 miti da sfatare sulle vacanze in c10 miti da sfatare sulle vacanze in crocierarociera

Ma il tempo corre e anche le vacanze si trasformano, anche quelle in crociera: ci sono tuttavia compagnie che più di altre cercano di mantenere un certo aplomb nostalgico.

Una di queste è la Compagnia Cunard, dove ancora si possono vedere nelle serate di gala persone vestite di tutto punto, uomini con lo smoking che si aggirano ai tavoli della roulette, partite di shuffleboard, personalità del mondo della musica o del cinema che tengono concerti o conferenze a bordo.

Tutto sa un po’ di nostalgico e la linea stessa delle navi della Compagnia ricorda quelle del passato, anche se sono tecnologicamente avanzatissime.

10 miti da sfatare sulle vacanze in crociera

Come detto è solo una questione di scelta e di informazione di base.

#3. Le crociere sono diventate troppo economiche e pacchiane

C’è chi sul termine pacchiane ci scriverebbe un libro e c’è invece chi ama in maniera spropositata lo sbrilluccichìo di talune navi.

Anche qui il suggerimento è di dare un’occhiata allo stile della nave dai cataloghi online o disponibili presso la propria agenzia di viaggio, per evitare lo stile che davvero non si sopporta!

Il sesso sicuro in crociera: tabù o ...

Sul troppo economiche potrei dissentire: molto spesso, aggiungendo al prezzo di base ogni minima tassa o spesa obbligatoria a bordo, il risultato non è proprio economico così come vorrebbero farci credere.

Ma è pur vero che negli ultimi anni, le navi si sono ingrandite a dismisura rispetto al passato, possono contenere molte più persone e spesso il prezzo è davvero conveniente e da prendere al volo!

Ma questo non significa che siano scadute: il mangiare è quasi sempre all’altezza, son poche le lamentele in tal senso, e ultimamente le stesse Compagnie cercano di badare più allo spreco del cibo.

Il sesso sicuro in crociera: tabù o ...

Sembrerà strano a chi non è mai salito a bordo di una nave da crociera, ma ci si imbatte sempre nella famigliola o nel singolo che pare provenire da anni di carestie, per cui pare necessario riempire oltremisura il proprio piatto e quello dei figlioli con ogni ben di Dio, salvo poi lasciare il tutto intatto sul tavolo: non perché non fosse di qualità, ma perché (come diceva mia nonna) “l’occhio è troppo grande” rispetto al desiderio e c’è una scelta talmente grande di cibo, che si perde il raziocinio e si prende e assaggia tutto il ben di Dio in bella mostra nelle isole apposite dei buffet, senza rendersi conto che è davvero impossibile finirlo!

Sempre parlando del lato economico: fate attenzione ai prezzi di tutti i servizi offerti a bordo, non sempre son compresi nel prezzo. Come risparmiare?

  • sulle bibite acquistando i vari pacchetti, in base alle vostre abitudini
  • sulle escursioni, acquistabili online dal sito delle compagnie (entrando col proprio codice di prenotazione)
  • optare per un fai da te, specie nelle città del Mediterraneo.

Mance e quote di servizio

Attenzione ai costi “nascosti” delle mance e dei servizi di bordo: ogni qualvolta acquistiate qualsivoglia servizio a bordo c’è una percentuale, in genere del 15%, che viene addebitata in più, come servizio di bordo. Se non ci fate attenzione vi ritroverete con un conto finale ben più salato di ciò che pensavate.

Per cui il suggerimento in questo caso è: informatevi  tramite catalogo disponibile sempre online o presso la vostra Agenzia di fiducia – su quale sia la nave adatta ai vostri gusti o alle vostre esigenze, anche in campo alimentare, e su quali siano i servizi che vi ritroverete  a pagare in più rispetto al prezzo di base della crociera stessa.

#4. Le cabine sono l’incubo peggiore

Quante volte avrò sentito questa frase! A quanto pare incontro solo io quelli che si son ritrovati con la cabina rumorosa perché vicina alla discoteca o agli ascensori e ogni volta mi domando: ma quando prenotate, a meno che non sia un last minute e quindi non ci siano altre cabine disponibili, perché non guardate mai dove è posizionata la vostra cabina?

635504380311574705-QuantumSuites-058

Lo potete fare anche da soli, tra parentesi, perchè ogni Compagnia ha nel proprio sito la lista delle navi che fanno parte della flotta e le loro piantine, per cui non è poi cosi complicato capire dove sia sistemata la propria cabina!

Ma anche in fase di prenotazione, non costa tanto dire al proprio agente che si preferisce una cabina lontana dagli ascensori, o dalle trombe delle scale, o dai motori o dalle sale più affollate e rumorose!

Ma non sempre è una domanda che nasce spontanea, se non dopo la diretta esperienza.

635504314141781320-QuantumSuites-116

Ci son diverse cose che dovete tenere a mente quando prenotate e scegliete la cabina a voi più congeniale: primo fra tutti quanto tempo desiderate trascorrere nella stessa. Perchè?

Personalmente ritengo un gran spreco prendere una cabina di categoria superiore spendendo un patrimonio quando poi la si usa solo per poche ore di sonno e non ci si gode a dovere un balcone, ad esempio!

Questo capita molto spesso nelle crociere brevi, mentre invece ve lo consiglio quando ci sono giorni di mare, dove è più possibile poter passare del tempo in relax, senza problemi di orari da rispettare (per le escursioni ad esempio) e ci si possono ritagliare delle belle mezzorette sdraiati comodi a prendere il sole o a godersi la colazione o il pranzo comodamente sul proprio balcone.

Guida alla scelta della cabina ideale

Un’altro aspetto da tenere in conto è la grandezza della nave e la distanza della propria cabina dalle attrazioni, come la piscina ad esempio: se non afte attenzioni, vi ritroverete a fare letteralmente chilometri su e giù per la nave, attraverso scale o ascensori, prima di arrivare a destinazione!

Tenetene conto, se non vi piace andare in giro con gli indumenti bagnati: una soluzione è quella di organizzarvi con un cambio da portarvi dietro e da fare in uno dei tanti bagni di servizio disseminati nella nave.

Ricordate sempre che tutte le cabine con balcone o con oblò/finestra sono le prime ad esaurirsi, quindi se volete una cabina di poppa che vi faccia godere della scia della nave, prenotate con largo anticipo o non riuscirete ad averla!

Guida alla scelta della cabina ideale

Se invece optate per una cabina interna ricordatevi che stare al centro della nave è fondamentale per non sentire il mare: i piani intermedi sono in genere i più comodi in tal senso, ecco perché vanno via come il pane in fase di prenotazione.

Se fumate, tenete conto delle restrizioni da parte delle Compagnie di crociera, sempre più severe in tal senso: ultimamente moltissime Compagnie vietano di fumare anche sul balcone e chi crede di fare il furbo in tal senso e viene beccato, rischia una multa salata oltre che pagare la ‘purificazione’ degli ambienti, rischiando in alcuni casi lo sbarco anticipato, a discrezione del Comandante.

Suggerimento in questi casi: tenete sempre a portata di mano un catalogo e la piantina della nave prescelta per la propria vacanza, per evitare cabine troppo rumorose perché vicine ad ascensori, ristoranti, luoghi di intrattenimento e aree ad alto traffico, come discoteche e piscine.

10 miti da sfatare sulle vacanze in crociera

#5. Mi devo vestire in abito da sera

Anche questo mito è da sfatare: l’abito da sera non è più obbligatorio da tantissimo tempo, l’etichetta in alto mare in tantissime Compagnie non ha più molta importanza.

10 miti da sfatare sulle vacanze in crociera

Abbiamo affrontato l’argomento del dress-code (cioè come ci si deve vestire a bordo) in altre occasioni, ma, per riassumere, ormai tutte le Compagnie hanno eliminato il problema e solo pochissime tengono ad un abbigliamento molto formale.

Ovviamente non significa che chi si vuol vestire elegantemente non possa farlo, ma ormai i codici sono validi e obbligatori solo su pochissime navi.

Ad esempio sulla Cunard dopo le 6 è vietato indossare i jeans e se si partecipa alle cene di gala, i signori devono indossare uno smoking (si può anche affittare a bordo se non lo si ha con sé), mentre le signore devono seguire il dress-code indicato.

#6. Per carità, con tutte le epidemie che scoppiano a bordo!

10 miti da sfatare sulle vacanze in crociera

Qualcuno mi scrisse tempo fa che non capiva perché una sua compagna di viaggio affrontasse la crociera con il figlio che aveva probabilmente incubato il morbillo e lo avrebbe perciò potuto contagiare a bordo! Queste son le occasioni in cui volentieri manderei al diavolo una persona: se si ha solo il timore di avere una malattia contagiosa e si sale a bordo per non perdere i soldi spesi, si è davvero sciocchi per non dire una parola più grande! Si mette a repentaglio la salute propria e di tutti coloro con cui si viene a contatto, dato che l’ambiente ‘ristretto’ è il bengodi per tutti i tipi di virus: davvero assurdo anche solo pensarlo, ma accade, purtroppo!

Un’altra tipologia di contagio a bordo è dovuta al Norovirus: in realtà fa notizia solo l’eventuale contagio, perché sul totale di tutti i passeggeri annuali solo uno 0.01% (8 focolai in un anno contro i 20 milioni a terra) si ammala in totale e in questo caso serve solo un minimo d’intelligenza, lavandosi sempre le mani quando si esce dal bagno (non è un consiglio stupido purtroppo, dato che è in questo modo che ci si contagia) e toccare il cibo solo con le pinze.

10 miti da sfatare sulle vacanze in crociera

Basta veramente poco, in più ormai su ogni nave si trovano i dispenser con il disinfettante (sulle navi NCL spruzzare le mani col disinfettante è diventato un modo di dire comprensibile a tutti ‘washy washy, happy happy‘): se per caso accusate i sintomi, non continuate come niente la vostra vacanza ma state confinati in cabina e avvisate immediatamente il personale, che provvederà a sanificare la vostra cabina! Ecco come evitare di contagiare l’intera nave!

A bordo delle navi da crociera si trova sempre il medico e la farmacia: tuttavia si tratta di un servizio a pagamento, quindi è buona norma portarsi dietro antiemetici e anti-diarroici (chiedete al vostro medico di famiglia i medicinali più adatti a questo problema).

10 miti da sfatare sulle vacanze in crociera

Consigli utili: tutto si può evitare seguendo con attenzione le più elementari regole d’igiene:

  • lavando le mani con i disinfettanti gratuiti per le mani presenti gratuitamente a bordo
  • lavandovi spesso le mani dopo aver toccato le superfici pubbliche o utilizzando le salviette disinfettanti monouso che non prendono tanto spazio in valigia
  • utilizzando le pinze per mettere il vostro cibo nei piatti.

Una buona dose di buonsenso vi farà evitare qualsiasi contagio.

#7. Nessun segno di vita intelligente a bordo delle navi da crociera

L'arte a bordo delle navi da crociera

Battuta pessima eppure c’è chi l’ha fatta realmente: sono in tanti a sostenere che mai e poi mai metteranno piede in una nave da crociera perché è il simbolo dell’assoluta ignoranza popolare, convogliando migliaia di stupide persone all’interno di una nave.

Ora, a parte l’enorme dose di ignoranza dell’affermazione, non mancano le occasioni per riuscire ad ampliare i propri orizzonti: escursioni stimolanti nelle zone più belle storicamente, visite ai musei più interessanti, spettacolari vedute panoramiche etc.

L'arte a bordo delle navi da crociera

Ma anche a bordo capita di poter assistere a conferenze su determinati argomenti:

  • ad esempio, durante l’anniversario dello sbarco in Normandia, molte Compagnie di crociera prevedevano una sosta nei luoghi storici dello sbarco, ospitando conferenze di approfondimento;
  • a volte a bordo sono a disposizione critici d’arte che rivelano i segreti di un particolare artista, ospite della galleria d’arte;
  • altre volte uno Chef stellato offre lezioni di alta cucina;
  • altre ancora artisti del vetro insegnano a creare con le proprie mani oggetti unici etc etc.

L'arte a bordo delle navi da crociera

Le occasioni di ampliare i propri orizzonti non mancano mai, basta saperle cogliere al volo: spiegate al vostro agente di viaggio quali sono i vostri interessi e vi saprà indicare la Compagnia e la nave adatta alle vostre esigenze!

#8. Tutto si fa, tranne rilassarsi!

Norwegian Cruise Lines presenta la stagione 2016/2017

Altro mito da sfatare: è vero come abbiamo detto nel punto 1 che le occasioni per divertirsi non mancano mai, ma è vero anche il contrario!

A bordo ormai è possibile usufruire delle Spa di bordo, che in alcune navi sono delle vere e proprie oasi di benessere che si estendono per più di 2.000 mq  e spesso divise in più piani: come non approfittarne per avere un po’ di sano e vero relax?

Conosciamo Norwegian Jade

Il suggerimento in questo caso? Approfittate dei momenti in cui la nave si svuota, per esempio durante le escursioni: spesso in questi momenti trovate delle offerte di quasi tutti i pacchetti a prezzi davvero irrisori e vi potrete godere un pacchetto benessere in assoluto relax e praticamente senza nessuno intorno!

#9. Per carità, il cibo che servono non è affatto fresco!

Conosciamo Norwegian Jade

Sempre più spesso a bordo si sta facendo attenzione a ciò che si serve agli ospiti e sempre più grandi Chef stanno abbinando il proprio nome ai ristoranti di bordo. Alcune Compagnie organizzano addirittura dei tour con lo Chef nei vari mercatini a terra: insieme si sceglie il pesce o la carne migliore che poi verrà cucinata la sera stessa.

C’è sempre più la voglia di far conoscere diversi tipi di cucina, spesso abbinate al porto che si sta visitando o si andrà a visitare: ecco che ogni sera avrete una cena sempre nuova e una scelta di nuovi piatti tutti da gustare.

Harmony of the Seas: guida ai ristoranti

I buffet stanno diventando sempre più appetibili: sono sempre più in grado di offrirvi piatti appartenenti alle più svariate culture, sempre freschi perché ogni due o tre ore vengono fatti ruotare. Niente di paragonabile al cibo da buffet come lo si intende normalmente!

Harmony of the Seas: guida ai ristoranti

Se volete invece farvi coccolare e trasportare in una cena che trasporti le vostre papille gustative in un altro universo, scegliete i ristoranti di specialità: sono a pagamento, è vero, ma con una cifra che difficilmente supera i 30/40 euro a testa (normalmente si aggira sui 25 euro), vi serviranno autentiche specialità servite in un modo assolutamente fantastico e per la cifra spesa potrete mangiare tutto ciò che volete.

Harmony of the Seas: guida ai ristoranti

#10. Chi ha il tempo di viaggiare?

Altro mito da sfatare perchè ormai tutte le compagnie offrono anche pochi giorni di crociera, giusto per staccare la testa dalla quotidianità.

La nuova Costa neoClassica si presenta al pubblico

Ecco quindi la possibilità di scegliere dai 2/3 ai 5 giorni di crociera: un tempo assolutamente giusto per immergersi un un altro “mondo” e approfittare magari dei percorsi relax a bordo o di buon cibo o di assistere ad uno spettacolo in esclusiva.

10 miti da sfatare sulle vacanze in crociera

Sono riuscita a convincervi che davvero non ci sono scuse per prenotare subito la vostra prossima vacanza in crociera?

Se avete altri miti da sfatare scrivete pure un commento qui sotto oppure raggiungeteci nei nostri social 🙂

Hai trovato interessante questo articolo? Lascia il tuo mi piace o un tuo commento o una tua condivisione per aiutarmi a crescere: a te non costa nulla, a me aiuta tantissimo 🙂

01/01/2016 ore 19.00 - aggiornato 08/2018
“Articolo di Crazy Cruises in riproduzione riservata” protetto da licenza Creative Commons International: Devi attribuire adeguatamente la paternità sul materiale, fornire un link e indicare se sono state effettuate modifiche.

Daniela Pisano
Daniela Pisano

Blogger e cruise addict, viaggiare è sempre stato il mio chiodo fisso, insieme alla passione innata per l’archeologia e l’Egitto, per il mare e per i paesi orientali. Amo fotografare i particolari più strani, le cosiddette prospettive insolite. Sono sarda e son dello Scorpione, amo la mia terra perché mi ha insegnato a capire il mare in tutte le sue sfumature!

More Posts - Website

Follow Me:
TwitterFacebookLinkedInPinterestGoogle PlusYouTube

Pubblicità

Pubblicità