Seatrade Europe: l’Europa può fare molto di più per accoglienza e traffico

Si può fare ancora molto in Europa per migliorare accoglienza e traffico“: lo dichiara Pierfrancesco Vago, Presidente Clia Europa ed Executive Chairman di MSC Crociere, all’apertura del Seatrade Europe ad Amburgo, uno dei  principali eventi mondiali per l’industria crocieristica su mare o fiume, per gestori pubblici e privati.

Seatrade Europe: l'Europa può fare molto di più per accoglienza e traffico

Seatrade Europe: l’Europa può fare molto di più per accoglienza e traffico

Tra i punti principali da sviluppare, tre sono i più rilevanti:

  • miglioramento delle infrastrutture portuali

Vago spiega la difficoltà di molti porti europei a tenere il passo:

“Dobbiamo assicurarci che una quantità maggiore di porti europei abbia le strutture adeguate per consentire alle navi da crociere di scaricare le acque reflue a terra”.

Seatrade Europe: l'Europa può fare molto di più per accoglienza e traffico

  • uniformità nella legislazione ambientale tra gli Stati membri. Il segretario Clia Europe Raphael von Heereman in merito dichiara che l’ottimizzazione dell’efficienza delle navi dal punto di vista dell’ambiente, è inficiata, in parte, dall’applicazione di alcune parti della legislazione UE in maniera differente, come ad esempio la direttiva Europea relativa al tenore di zolfo (Sulphur Directive).

“Se da un lato le compagnie crocieristiche investono in tecnologie costose per gli scrubber a circuito aperto, dall’altro lato non è chiaro in quali porti si potranno utilizzare.

Gli Stati Membri dell’UE devono focalizzarsi sull’allineamento dell’applicazione della legislazione europea in tutti i loro porti per evitare questa confusione”.

Seatrade Europe: l'Europa può fare molto di più per accoglienza e traffico

  • facilitazione degli arrivi dai paesi in via di sviluppo.

Sempre secondo Heereman, le restrizioni in fatto di visti d’ingresso penalizza l’Europa, in quanto potrebbe beneficiare di ben 6 milioni di potenziali turisti ogni anno in un momento critico per la ripresa economica.

“La riforma del Codice dei Visti dell’UE proposta, è un primo passo importante per migliorare i flussi turistici in Europa.

Tuttavia, è necessario che le Istituzioni dell’UE adottino e attuino tempestivamente la nuova legislazione, altrimenti rischiano di privare l’UE di ulteriori preziosi introiti dal turismo nel momento in cui ne ha più bisogno”.

Seatrade Europe: l'Europa può fare molto di più per accoglienza e traffico

Al Seatrade Europe si danno appuntamento oltre 3 mila espositori da più di 70 Paesi per una industria che non risente della crisi ed è in continua crescita.

 


Hai trovato interessante questo articolo? Lascia il tuo mi piace o un tuo commento o una tua condivisione per aiutarmi a crescere: a te non costa nulla, a me aiuta tantissimo 🙂

10/09/2015 ore 15.00
“Articolo di Crazy Cruises in riproduzione riservata” protetto da licenza Creative Commons International: Devi attribuire adeguatamente la paternità sul materiale, fornire un link e indicare se sono state effettuate modifiche.

Inserisci il tuo indirizzo e-mail e sarai sempre aggiornato sul mondo delle crociere!

Daniela Pisano
Daniela Pisano

Blogger e cruise addict, viaggiare è sempre stato il mio chiodo fisso, insieme alla passione innata per l’archeologia e l’Egitto, per il mare e per i paesi orientali. Amo fotografare i particolari più strani, le cosiddette prospettive insolite. Sono sarda e son dello Scorpione, amo la mia terra perché mi ha insegnato a capire il mare in tutte le sue sfumature!

More Posts - Website - Twitter - Facebook - LinkedIn - Pinterest - Google Plus

Pubblicità

Pubblicità