In crociera senza stress!

La scelta di una crociera non deve mai essere fatta di fretta o solo guardando in una direzione, leggi prezzo, perché il rischio più grande che si corre è che le nostre aspettative siano del tutto disattese.

In crociera senza stress!

In crociera senza stress!

Una buona parte di chi sceglie questo genere di vacanza lo fa perché cerca una settimana o più di relax, lontano dal quotidiano, serviti e riveriti: ma se si commettono alcuni errori, ecco che il relax si può trasformare tranquillamente in una sorta di incubo, come spesso mi capita di leggere.

Ecco i miei consigli su come pianificare una crociera senza stress.

#1. La cabina: un’oasi di pace

Per prima cosa che dovete curate è la scelta della cabina. Può sembrare un passo da compiere come un altro ma se non si sceglie la cabina a seconda delle proprie esigenze, spesso ci si rovina in un lampo l’intera settimana.

Valutate se soffrite o meno il mare (quindi anche il periodo è importante da valutare), e se siete o meno claustrofobici. Una cabina scelta con leggerezza è la prima causa di malcontento: perché si può capitare vicino agli ascensori, il che presuppone disturbi anche notturni, voci e rumori di porte aperte e chiuse anche in piena notte; oppure una cabina vicina alla porta che conduce alla zona equipaggio, oppure ancora cabina interna che a voi sta letteralmente “stretta“.

Crociere di lusso: si o no?

Se amate riposare in silenzio evitate cabine sotto il ponte piscina o sotto o sopra i ristoranti…insomma come vedete la scelta è importante, se ciò che desiderate di più è trascorrere una tranquilla settimana.

Optate per i piani più bassi della nave se soffrite il mare, perché il rollio in queste zone è minimo; se amate fare colazione all’aperto o comunque respirare sempre il profumo del mare, preferite una cabina con balcone: ricordate che quelli più ampi si trovano a poppa della nave.

Se amate non vedere confusione e file e sentire schiamazzi, scegliete la cabina sistemata in una zona riservata, come ad esempio il The Heaven di Norwegian o lo Yacht Club di MSC Crociere zone riservate, con ristorante, lounge, bar e piscina o idro dedicate, servizio maggiordomo etc.: certamente una soluzione più costosa ma anche più rilassante.

Guida alla scelta della cabina ideale

 

#2. Imbarco senza pensieri

A volte può passare parecchio tempo tra l’assegnazione “fisica” della cabina e il momento dell’imbarco: in questo caso siate pronti con un bagaglio a mano perfetto, che vi permetta di rilassarvi già dal primo momento in cui mettete piede in nave!

E mentre tutti si buttano sul buffet come se non ci fosse domani, voi posticipate l’assaggio e approfittate dell’idromassaggio: tutti andranno in cabina una volta finito, e voi potrete approfittare del buffet in tutta tranquillità. Se non volete fare l’idromassaggio potete fare un salto alla Spa: molte volte, proprio all’imbarco, potrete usufruire di speciali sconti o, a volte, di una prova gratuita.

Harmony of the Seas: guida ai ristoranti

Voi vi godrete un’oasi di tranquillità e serenità mentre il resto della massa si accapiglia per un pezzo di pizza.

#3. Una valigia con tutti gli optional

Nella valigia infilate tutti gli optional che potrebbero tornare utili, come ad esempio la prolunga con prese multiple per la ricarica di cellulari, macchine fotografiche o telecamere.

Oppure un utilissimo adattatore, utile in caso di navi non europee: non sapere come fare per ricaricare il cellulare o il tablet può essere una seccatura che è meglio prevenire no?

E ricordate, prima di partire, di prevedere una piccola cifra in contanti di piccolo taglio, anche se avete in mente di utilizzare sempre la carta di credito: in alcuni Paesi i piccoli commercianti preferiscono il contante e non averne di piccola taglia dietro può essere seccante!

Come si paga a bordo? I nostri consigli

 

 

Una buona pianificazione anche in questo caso, vi farà risparmiare stress inutili!

#4. Pacchetti, il risparmio è assicurato!

A bordo è sempre meglio approfittare dei pacchetti ancora prima di partire: li potrete acquistare direttamente dal sito della Compagnia.

Ciò vi permetterà di risparmiare e soprattutto quando salite a bordo è già tutto caricato nel sistema, il codice è presente sulla carta e non avrete il problema di fare fila al banco apposito.

Se avete l’abitudine di di consumare anche gli alcolici, verificate se il pacchetto all inclusive sia fatto apposta per voi: potrete bere ciò che volete, ma fate attenzione, ci sono diversi tipi di all inclusive e alcuni, hanno limitazioni importanti. In alcuni casi vale solo per i pasti principali, in altri è esteso a tutte le 24 ore oppure può comprendere solo bevande analcoliche o semplicemente acqua e caffè. Scegliete quindi in base alle vostre esigenze personali.

I pacchetti bevande illimitati

 

Utili anche i pacchetti Spa o quelli che prevedono qualche coccola da ricevere in cabina. Valutate ciò che fa al caso vostro: ma come ho detto, acquistateli prima di salire a bordo, perché in genere costano di più ed inoltre, acquistandoli a bordo, vi viene applicato il 15% di servizio.

#5. Tutto dipende da voi!

E’ sempre un ottimo consiglio quello di salire a bordo senza farsi troppe aspettative e vivendo ciò che viene senza drammi. Anche i più piccoli problemi possono rovinare l’intera vacanza se vissuti con uno spirito sbagliato! Se avrete un giusto atteggiamento vivrete sicuramente la più rilassante ed allegra crociera che abbiate mai desiderato!

Le 10 più assurde lamentele di viaggio!

 

E ora tocca a voi: quali consigli potete darmi da aggiungere per fare una crociera completamente senza stress?


Hai trovato interessante questo articolo? Lascia il tuo mi piace o un tuo commento o una tua condivisione per aiutarmi a crescere: a te non costa nulla, a me aiuta tantissimo 🙂

28/09/2015 ore 11.30 – “Post protetto da Licenza Creative Commons International CC BY-ND 4.0″

 

Daniela Pisano
Daniela Pisano

Blogger e cruise addict, viaggiare è sempre stato il mio chiodo fisso, insieme alla passione innata per l’archeologia e l’Egitto, per il mare e per i paesi orientali. Amo fotografare i particolari più strani, le cosiddette prospettive insolite. Sono sarda e son dello Scorpione, amo la mia terra perché mi ha insegnato a capire il mare in tutte le sue sfumature!

More Posts - Website - Twitter - Facebook - LinkedIn - Pinterest - Google Plus

Pubblicità

Pubblicità