In crociera anche con allergie alimentari, diete speciali e religiose

Sono diabetica (o allergica, o celiaca, o devo seguire un regime specifico etc), posso prenotare una crociera senza pensieri?‘. Quante volte abbiamo letto questa domanda? Infinite volte e la risposta è sempre la stessa: certo che si!

Norwegian Escape: un dietro le quinte inaspettato!

In crociera anche con allergie alimentari, diete speciali e religiose

Le Compagnie di crociera hanno sempre preso sul serio le allergie/intolleranze/regimi speciali alimentari, e nel tempo, si sono adeguate praticamente a qualunque richiesta venga loro fatta: anche la CLIA, ossia la Cruise Lines International Association (Associazione internazionale delle Compagnie di crociera) ha compilato un rapporto proprio su questo argomento.

A partire da chi sta a dieta per motivi di salute e quindi deve seguire un regime alimentare controllato, per finire con le persone che hanno una grave intolleranza verso qualunque tipo di alimento, il panorama di coloro che hanno un qualche tipo di problema legato al cibo è realmente molto vasto.

Norwegian Escape: un dietro le quinte inaspettato!

Pensate che ben 15 milioni di americani soffrono di allergie alimentari, ma il numero si allarga ulteriormente, se si tengono in conto le persone che:

  • devono seguire una dieta a basso contenuto di sodio (o addirittura senza)
  • i vegetariani
  • i vegani
  • le persone intolleranti ai latticini o che per problemi di salute vari, devono seguire un’alimentazione priva di lattosio
  • le persone allergiche al glutine
  • chi deve seguire una dieta a basso contenuto di colesterolo
  • chi ha il diabete e deve stare attento allo zucchero
  • chi segue una alimentazione rigidamente legata a motivi religiosi, come la dieta Kosher e Halal.

Norwegian Escape: un dietro le quinte inaspettato!

I cuochi di bordo devono sempre cucinare una selezione di alimenti che abbracci tutte queste problematiche, il tutto senza che il cibo perda di gusto, di varietà di scelta e di presentazione.

In che modo le Compagnie di crociera si rivolge a chi soffre di allergie e restrizioni dietetiche? La CLIA ha redatto una lista che rende l’idea:

#1. Consultazioni Personali 

I passeggeri che avessero qualche problema alimentare non vengono mai lasciati soli. Ogni Compagnia offrirà loro un menù dedicato e deve essere sempre pronta a rispondere a tutte le domande che dovessero vertere sul contenuto del piatto desiderato.

Norwegian Escape: un dietro le quinte inaspettato!

#2. Menu vegani e vegetariani

Coloro che seguono una dieta molto rigida, non devono temere di salire a bordo e di fare la fame, sostiene CLIA. La maggior parte dei cuochi di crociera è in grado di accogliere eventuali restrizioni dietetiche e di elaborare un menu sempre più personalizzato e volto a soddisfare il palato di qualsiasi cena a bordo.

Sarà capitato anche a voi di trovare un’isola nel buffet dedicata ad esempio al cibo vegetariano o vegano: ma anche in presenza di un problema molto particolare, anche raro, i cuochi di bordo sono in grado di gestire un menu assolutamente personale e che tenga conto di ogni esigenza.

Norwegian Escape, la nuova ammiraglia Norwegian Cruise Line

#3. Diete crudiste & co.

Anche se seguite un regime totalmente orientato al crudismo, partite senza pensieri: una dieta sana, tutti i chilometri percorsi a bordo anche solo raggiungendo a piedi la nostra cabina, la palestra di bordo che ci assiste, volendo, con un programma stilato ad hoc, tutto è studiato per farci godere al meglio della nostra vacanza a bordo, anche in maniera sana e salutare, perchè no!

#4. Diete secondo i dettami religiosi

Molti crocieristi rispettano le restrizioni dietetiche basata sulla religione: basta avvertire per tempo le cucine, e anche i viaggiatori che desiderano continuare a seguire senza rimorso alcuno la dieta religiosa, possono continuare a farlo!

Harmony OTS: guida ai ristoranti

In questi casi per il team di cucina, cercare di accontentare i clienti non è solo una questione di scelta degli ingredienti giusti, ma anche di formazione del personale sulle più severe tecniche religiose di preparazione degli alimenti, utilizzando i corretti utensili, il tutto per offrire la pace dei sensi ad ogni viaggiatore.

#5. La libertà di mangiare un gustoso piatto gluten-free

Chi soffre di intolleranza al glutine, spesso e volentieri ha il terrore di viaggiare, perchè teme di non poter mangiare che poche cose: le Compagnie di crociera, non solo forniscono un’esperienza a pranzo e a cena a dir poco deliziosa e varia, ma, alcune perlomeno, si prendono cura degli ospiti con intolleranza al glutine anche quando ci sono le escursioni, provvedendo a preparare ai crocieristi ‘in esterna’ cestini sfiziosi per il pranzo o la merenda.

Harmony of the Seas: le nostre impressioni a caldo!

La cosa importante da sottolineare fortemente è che , se avete esigenze alimentari simili, DOVETE comunicarlo per tempo, in modo che la nave si possa attrezzare e servire nel migliore modo possibile. Dunque non abbiate paura di ricordarlo al vostro agente di viaggio: ogni piccola esigenza, se comunicata per tempo – e non il giorno prima della partenza, per intenderci – verrà sempre tenuta in considerazione e renderà la vostra vacanza senza pensiero alcuno!

E’ capitato, scorrendo nei vari gruppi, di leggere di persone che hanno lamentato scarsa qualità o scarsa varietà, salvo poi scoprire che il problema è stato fatto presente alla Compagnia solo al momento in cui si è saliti in nave. E qui nascono le difficoltà e i grattacapi : certamente il cuoco di bordo cercherà in ogni caso di venirvi incontro, ma per cucinarvi un menu variegato, deve per forza di cose essere avvertito prima, in modo da poter avere sottomano tutti gli ingredienti necessari a coprire i piatti di una settimana o più, e non incorrere in spiacevoli presentazioni di cibi sempre uguali!

Cindy D’Aoust, Presidente e CEO di CLIA, ha dichiarato in merito:

“Nel settore delle crociere, siamo orgogliosi di offrire la vacanza in crociera perfetta per ogni tipo di viaggiatore. Le persone con allergie alimentari o restrizioni non fanno eccezione.

Non ci sono mai state così tante opzioni culinarie disponibili sulle navi da crociera, e questo include le scelte per le persone con allergie alimentari e restrizioni.

Le Compagnie di crociera offrono una cucina di alto livello, per soddisfare il palato di tutti gli ospiti a bordo delle loro navi”.

Harmony of the Seas: guida ai ristoranti

Alcuni esempi

Paul Gauguin Cruises: una volta che l’ospite è a bordo, è in grado di rivedere insieme a lui il menu, per sincerarsi che sia tutto in linea con i suoi gusti o che sia effettivamente privo di allergeni per l’ospite (un esempio tra tutti è quello di coloro che sono allergici alle noci/noccioline: a volte, tracce di questa frutta secca si trovano anche in alimenti ben lontani dal frutto o dai prodotti derivati, semplicemente perchè un prodotto può essere lavorato nello stesso stabilimento e averne anche una minima traccia, che può essere molto pericolosa se non letale in soggetti particolarmente allergici).

SeaDream Yacht Club: questa Compagnia ha ‘assoldato’ dei veri esperti di cibo sano, che hanno studiato menu caratterizzati da materie prime selezionatissime, cibi biologici e vegani, e menu crudisti.

Harmony of the Seas: guida ai ristoranti

Viking Ocean Cruises: qui è possibile recarsi nei mercati locali insieme allo Chef (un numero selezionato e ristretto di ospiti, è chiaro), per scegliere ingredienti freschi e locali, di qualunque genere, anche vegan, da cucinare e servire a bordo della nave.

Da notare: la preparazione di questi alimenti avviene sempre in una zona separata della cambusa, per evitare di contaminare i cibi. Tale percorso si segue anche solo se si preparano i cestini per le escursioni, ovviamente.

Harmony OTS: guida ai ristoranti

CURIOSITA’: sempre più Compagnie, per venire incontro ai passeggeri che hanno esigenze legate al proprio culto religioso, forniscono agli ospiti persino le posate e i vari mestoli per servire a tavola (che invece sono necessari ed obbligatori in casi di allergie), in maniera separata e lavata e preparata secondo i dettami religiosi, con un equipaggio formato e preparato sulla diversità di trattamento, anche igienico, delle stoviglie.

Pensate solo che, in una nave che porta una media di 4.000 passeggeri, c’è chi è vegetariano, chi vegano, chi crudista, chi allergico, chi intollerante ai latticini, chi ha necessità di mangiare gluten-free, chi ha motivi religiosi, chi ha allergie rarissime, bimbi con intolleranze gravi…In cucina, si deve essere pronti a tutto, con zone di cambusa separate e utensili igienizzati secondo le norme: una questione non da poco! Tanto di cappello!

CONSIGLIO: sempre e solo uno. NON DIMENTICATE MAI DI AVVERTIRE la Compagnia di crociera delle vostre esigenze alimentari, siano esse di natura allergica, di dieta forzata, o per motivi religiosi.

Per il resto…Buona crociera tutti!

Hai trovato interessante questo articolo? Lascia il tuo mi piace o un tuo commento o una tua condivisione per aiutarmi a crescere: a te non costa nulla, a me aiuta tantissimo 🙂

23/08/2016 ore 13.00 – “Post protetto da Licenza Creative Commons International CC BY-ND 4.0″

Daniela Pisano
Daniela Pisano

Blogger e cruise addict, viaggiare è sempre stato il mio chiodo fisso, insieme alla passione innata per l’archeologia e l’Egitto, per il mare e per i paesi orientali. Amo fotografare i particolari più strani, le cosiddette prospettive insolite. Sono sarda e son dello Scorpione, amo la mia terra perché mi ha insegnato a capire il mare in tutte le sue sfumature!

More Posts - Website - Twitter - Facebook - LinkedIn - Pinterest - Google Plus

Pubblicità

Pubblicità