Alla scoperta di Genova, la Dominante dei mari

Preferisco Genova a tutte le città che ho abitato. Mi ci sento perduto e familiare, piccolo e straniero” – Paul Valery

Genova mi ha ospitata per 4 anni, tutti i miei più bei ricordi di bambina sono custoditi in questa città “Superba”. Non potrei definirla in nessun altro modo, perché se Firenze è “La Bella”, Roma “La città eterna”, Venezia “La Serenissima”; Genova era ed è la Superba.

Alla scoperta di Genova, la Dominante dei mari

Anche conosciuta con l’appellativo di “La Dominante dei mari”, è affacciata sul golfo del Mar Ligure e la sua storia è principalmente legata alla marineria e al commercio. Durante il basso medioevo infatti, fu una delle principali potenze commerciali del Mar Mediterraneo.

E’ la città che ha dato i natali a Cristoforo Colombo e vanta il centro storico più bello e vasto d’Europa: il suo porto è il più grande e importante d’Italia ed il secondo del Mediterraneo.

E’ anche l’Homeport principale della compagnia MSC Crociere.

Se la vostra crociera prevede una giornata a Genova, questi sono alcuni consigli su come muoversi e soprattutto cosa vedere in un giorno.

Punti principali e irrinunciabili durante una visita nel capoluogo ligure sono:

  • Acquario, l’ascensore panoramico Bigo e la Biosfera

Queste sono le attrattive più significative della città, sono tutte concentrate nel porto antico di Genova.

L’Acquario di Genova è il più grande acquario italiano, il secondo in Europa, dopo quello di Valencia e il nono nel mondo.

E’ stato inaugurato nel 1992, il suo percorso ha una durata di 2 ore e 30 minuti e comprende 70 vasche, più quattro a cielo aperto del Padiglione Cetacei. Le vasche ospitano circa 15.000 specie di animali di 400 specie diverse tra pesci, mammiferi marini, uccelli, rettili, anfibi ed invertebrati.

Il punto più significato e spettacolare è il padiglione cetacei, qui infatti si potranno ammirare i delfini sia dall’alto, grazie a una grande parete vetrata, sia da una prospettiva subacquea grazie ad un tunnel di 15 metri di lunghezza.

Il complesso è articolato in 3 parti:

  1. L’Acquario
  2. Il Bigo, una struttura architettonica che ha anche la funzione di ascensore panoramico. L’ascensore parte da terra ogni 10 minuti, sale fino ad un’altezza di 40 metri e ruota a 360 gradi. La sua struttura è ispirata alle gru usate per lo scarico e carico di merci nel porto di Genova.
  3. La Biosfera è una struttura di acciaio e vetro che ospita al suo interno animali e piante tropicali. All’interno sono presenti piante come la gomma da masticare, vaniglia, tamarindo, cannella, banani e altri frutti esotici.

I biglietti per visitare queste strutture sono acquistabili nella biglietteria situata all’ingresso dell’acquario. Consiglio di acquistare i biglietti online visitando il sito www.acquariodigenova.it , in questo modo risparmierete ed eviterete la coda, cosa da non sottovalutare in caso di sbarco di crocieristi.

  • Galata Museo del mare

È il primo museo marittimo del Mediterraneo, nonché uno dei più moderni d’Italia. Inaugurato nel 2004, il museo ospita una riproduzione in scala naturale di una galea genovese e inoltre parecchie sale interattive in cui capire che cosa voleva dire, in diverse epoche, andar per mare. Il museo espone anche una sezione dedicata ai transatlantici con carte nautiche e una simulazione di tempesta al largo di Capo Horn.

Galata Museo del mare

©Mu.ma

Lo stesso museo offre la possibilità di visitare il sommergibile Nazaro Sauro ormeggiato proprio di fronte alla struttura.

Naturalmente la visita è consigliata solo ai veri appassionati.

  • Prezzi ingresso:
  • Solo Museo adulti 12 euro, ragazzi (4-12 anni) 7 euro, bambini (0-3 anni) GRATIS.
  • Museo+ Sommergibile adulti 17 euro, ragazzi (4-12 anni) 12 euro, bambini (0-3 anni) GRATIS.

Come raggiungere il Porto Antico:

#1. A piedi

Il punto di imbarco e sbarco per i crocieristi è la Stazione Marittima. Usciti da questo edificio, lasciatelo alle vostre spalle e procedete verso la vostra destra. Percorrete Via Alpini d’Italia, via Gramsci (eventualmente fatevi aiutare da Google Maps impostando la via sul vostro cellulare) in mezz’oretta (2Km circa) vi ritroverete nei pressi del Porto Antico.

#2. Con la metropolitana

Se non siete amanti delle lunghe passeggiate, per muovervi vi consiglio la metropolitana. A circa 300m dalla stazione marittima, troverete la fermata (Principe). La fermata di arrivo per L’Acquario è San Giorgio.

Il prezzo del biglietto è di 1,50 e la validità è di 100 minuti.

Genova e il suo centro storico

Nei pressi dell’acquario troverete una piazza (Piazza Caricamento), sulla sua destra non potrete non notare un bellissimo palazzo (palazzo San Giorgio o palazzo delle compere di San Giorgio). Nato con il nome di palazzo del mare, perché affacciato sulle banchine portuali, fu costruito e progettato su disegno di frate Oliviero, architetto e monaco cistercense. Intorno alla metà del XIII secolo divenne la sede del Comune, in seguito divenne sede delle dogane e nel XV secolo passò al Banco di San Giorgio da cui prese il nome. Dal 1903 ospita gli uffici dell’autorità portuale genovese.

Un brevissimo cenno storico questo, soprattutto per farvi capire che vi trovate nella città vecchia di Genova, ossia il suo centro storico.

Il centro storico di Genova è considerato il più vasto d’Italia e d’Europa ed è Patrimonio Unesco dell’umanità. Questo è un luogo carico di storia e per scoprire ed assaporarne realmente il suo fascino antico bisogna percorrerlo a piedi.

Potrete camminare in mezzo ai “caruggi” (pittoreschi vicoli di origine medievale) e nella caratteristiche “creuze” (stradine strette incassate sui muri). Vi sembrerà di camminare attraverso un labirinto formato da vie strettissime che si incrociano e che vi faranno sbucare inevitabilmente verso nuove bellezze. Già, perché sarà molto semplice ritrovarsi di fronte a un campanile, una piazzetta oppure una scalinata.

Un percorso molto particolare, perché molteplici sono le vie: strette, larghe, buie, illuminate dai raggi del sole dove potrete perdervi fra diverse etnie ognuna con i suoi colori, odori e sapori caratteristici. Il centro storico di Genova è bello proprio per questo, solo questa città riesce ad incantare con queste circostanze.

All’interno del centro storico non potrete non imbattervi in:

La cattedrale di San Lorenzo.

Detto anche il Duomo di Genova è il classico esempio di chiesa medievale. Al suo interno si possono visionare le sue navate e visitare il Museo del Tesoro.

Piazza De Ferrari

©nevadabox

A pochi metri dalla cattedrale di San Lorenzo troverete Piazza de Ferrari. Questa è la piazza più bella e caratteristica di Genova. Quasi automatico sarà fare una foto ricordo di fronte alla sua fontana posta in mezzo alla piazza.

Porta Soprana

La Porta Soprana fu una delle porte d’ingresso alla città di Genova, è una fra le principali architetture medievali del capoluogo. A poca distanza si trova la casa di Cristoforo Colombo.

La casa di Cristoforo Colombo

Già che vi trovate nella città natale di Cristoforo Colombo, perché non approfittarne e andare a vedere la sua dimora? La struttura si sviluppa su due piani. Il piano terra era utilizzato dal padre come bottega e il piano superiore invece era destinato alla famiglia.

Tariffe:

  • Intero 5 euro
  • Ridotto 3 euro per persone sopra i 65 anni
  • Ragazzi al di sotto dei 18 anni GRATIS.

Palazzi dei Rolli

Sono un sistema residenziale nobiliare di grande pregio, sono composti da 14 dimore che oggi ospitano il Municipio, uffici pubblici e privati, le banche e numerosi circoli culturali. Non visitare queste vie è come non essere entrati nella storia della città.

Naturalmente queste sono solo una parte della bellezze che potrete ammirare a Genova, una giornata non basterebbe di certo.

Un’altra alternativa importante e da non sottovalutare è di certo la Lanterna.

E’ il faro più alto del Mediterraneo e il secondo in Europa, svetta imponente da una scoglio ed è difficile non notarla.

La Lanterna è anche il simbolo cittadino, è questo il vero monumento che rappresenta Genova.

Come raggiungerla?

La Lanterna si può raggiungere esclusivamente a piedi, percorrendo la passeggiata nonché tour guidato che parte dal Terminal Traghetti.

Visto che comunque la distanza da percorrere è tanta, potete accorciare una parte del percorso con la Metropolitana. Il punto di partenza è sempre quella citata prima che è situata a 300 m (Principe), la fermata di arrivo è Dinegro.

Arrivati alla fermata dovrete attraversare la strada dirigendovi verso il lato mare e proseguire fino al Terminal Traghetti da dove inizia la passeggiata. Uscendo dalla galleria commerciale del Terminal, troverete sul perimetro del parcheggio, alcune righe bianche e rosse con il simbolo della Lanterna che vi condurranno, in sicurezza, all’inizio della passeggiata. Troverete un grande pannello rosso di 25m, con su disegnata Genova e la scritta “Lanterna”.

Si consiglia di indossare scarpe adeguate, in quanto la salita alla Lanterna è di 172 gradini. E’consigliata solo a persone in buone condizioni fisiche. In caso di maltempo, le visite vengono sospese.

La Lanterna è visitabile tutti i Sabati e le Domeniche dalle 14,30 alle 18,30.

Prezzi Ingresso:

  • Museo+ parco+ Lanterna
  • Adulti 6euro, bambini da 0-6 anni GRATIS
  • Solo parco 2 euro.

Cosa mangiare a Genova?

  • Trenette/Trofie al pesto

  • Focaccia
  • I pansotti con il sugo di noci

Consigli pratici per una giornata a Genova.

Se prendete in considerazione l’idea di pranzare a Genova, sappiate che il vero pesto genovese Doc è fatto con l’aglio. Se proprio non lo digerite, optate per un’altra pietanza.

Nel caso vi ritroviate a fare colazione al bar, è molto probabile che troviate il genovese che fa colazione con il cappuccino e la focaccia salata. Quindi evitate le occhiatacce, perché è una cosa normalissima, anche se l’abbinamento non vi sembra dei migliori.

Il ‘matitone’

Riguardo ai genovesi, che dire? Probabilmente sarete travolti da una voce di sottofondo molto popolare: “Belin” che sta bene quasi con tutto. All’apparenza possono sembrare freddi, scorbutici e scontrosi a volte anche un pò antipatici, ma loro fanno tutto con consapevolezza. Per me sono paragonabili a una pianta spinosa, fuori pungono, ma conosciuti a fondo nel loro profondo, sono disponibili e anche tanto simpatici. Se fai amicizia con un genovese, avrai un amico per tutta la vita. Questo è certo!

Non mi resta che augurarvi buona permanenza nella città marinara per eccellenza, una città di montagna bagnata dal mare.

Pics by Daniela Lostia, Emanuele P. Becchia e Pisano Daniela

Hai trovato interessante questo articolo? Lascia il tuo mi piace o un tuo commento o una tua condivisione per aiutarmi a crescere: a te non costa nulla, a me aiuta tantissimo 🙂

09/05/2017 ore 14.00 – “Post protetto da Licenza Creative Commons International CC BY-ND 4.0″

Daniela Lostia
Daniela Lostia

"La cura per ogni cosa è l'acqua salata: sudore, lacrime o il mare" Karen Blixen. Amo il mare e tutto ciò che lo compone. Il suo profumo, il suo colore e il suo rumore, per me equivalgono alla pace esteriore e soprattutto interiore. Ho conosciuto il mondo delle crociere nel 2011, mi definisco una crocierista di livello medio, ho ancora tanto da imparare e soprattutto da esplorare.

More Posts

Follow Me:
Facebook

Pubblicità

Pubblicità