MS Westerdam, stile classico con tanta modernità

Grazie al graditissimo invito giunto da parte di Dreamlines, che con il suo evento a cadenza periodica “Tutti a bordo” ci permette di visitare le più belle navi che solcano i mari, mi è stato possibile insieme al nostro fotografo Salvatore Scuotto scoprire ed immortalare i segreti della MS Westerdam, nuova nuova di restyling, durante la sua permanenza nel porto di Livorno.

MS Westerdam, stile classico con tanta modernità

MS Westerdam

Appartenente alla flotta Holland America Line, brand premium del gruppo Carnival Corporation, la compagnia (come abbiamo avuto modo già di raccontarvi in precedenza) è in una vera e propria fase di trasformazione, un ringiovanimento oserei dire che ha portato oltre al nuovo logo, più moderno rispetto a quello precedente, anche a grandi miglioramenti alla flotta e all’introduzione a bordo di programmi innovativi.

MS Westerdam, appartenente alla classe Vista insieme alle gemelle Noordam, Zuiderman e Oosterdam, nata nel 2004 e sottoposta già nel 2007 ad un ammodernamento, nel mese di aprile 2017 ha fatto il suo ingresso negli stabilimenti Fincantieri di Palermo.

Un vero e proprio refit che ha portato novità consistenti sia per quanto riguarda la struttura alberghiera, dove sono state create nuovissime aree per offrire servizi sempre maggiori alla clientela, sia per quel che riguarda l’aggiunta di 25 nuove cabine e un miglioramento di quelle già presenti.

Il fatto che si tratti di una nave premium lo si nota già dall’esterno, dove con il suo inconfondibile colore blu notte dello scafo risalta tra le altre navi in porto.

Devo essere sincera è stato emozionante osservarla da sotto bordo durante le procedure di imbarco e l’ho guardata con il naso all’insù come se non avessi mai visto prima una nave da crociera, cercando di coglierne i particolari (come l’ascensore panoramico posto a centro nave): c’è qualcosa in lei che mi ha stregata fin da subito.

Ma veniamo alla visita cominciando dai suoi interni.

Entrati dal ponte 1, il primo ambiente che visitiamo come sempre è la Hall che nel suo elegantissimo grigio perla ci accoglie: lo spazio è molto ampio con varie sedute e ciò che richiama subito la nostra attenzione è il grande lampadario circolare che dà movimento all’ambiente, avvolgendoci quasi in un abbraccio familiare.

La nostra guida subito ci presenta la prima grande innovazione per la Westerdam dopo il restyling, il Rijksmuseum at Sea, fiore all’occhiello su questa nave: è il raffinato ambiente creato in collaborazione con il famoso museo con sede ad Amsterdam, dove il ricordo delle origini olandesi della compagnia lo si fa attraverso la riproduzione di alcune delle opere famose lì esposte.

La maggior parte dell’intrattenimento a bordo si tiene invece nei ponte 2 e 3; qui infatti oltre al bellissimo Teatro posto su due piani e al Casinò con tutte le slot machine, ci sono alcuni ambienti particolari che differenziano i momenti di svago e leggerezza a bordo di MS Westerdam:

– se si desidera assistere ad un vero e proprio cooking show americano bisognerà recarsi all’ America’s Test Kitchen, un lounge che vi accoglierà nei colori del rosso e del grigio;

– se invece si desidera ascoltare della musica e rilassarsi con essa vi è l’imbarazzo della scelta perché oltre al già presente B.B. King’s Blues Club che suona la migliore musica di Memphis sul mare, ora sarà possibile ascoltare della buona musica dal vivo anche all’interno dei due nuovissimi lounge Billboard Onboard dove viene eseguita prettamente musica contemporanea o Lincoln Center Stage dove invece viene eseguita in particolar modo musica da camera;

– se invece si è amanti dell’arte e si desidera essere circondati interamente dalla creatività degli artisti esposti a bordo, allora sarà un incanto sorseggiare un cocktail presso la nuovissima Art Gallery che dai colori accoglienti crea un ambiente intimo tipico dei salotti letterari;

Ciò che caratterizza invece il ponte 3, sempre per quanto concerne l’intrattenimento a bordo, oltre ai vari shops (che ovviamente essendo in porto erano chiusi) è il Digital Workshop: un laboratorio digitale su piattaforma Windows dove è possibile non solo collegarsi ad internet e scaricare le proprie foto ma anche imparare a modificarle attraverso l’utilizzo di programmi appositi, per poi pubblicarle sui vari social.

L’area sicuramente più innovativa si trova al ponte 10 presso il Crown’s Nest: entrando veniamo accolti da un bar circolare centrale tutto illuminato ma i miei occhi vengono immediatamente catturati da ampie e bellissime vetrate dalle quali scorgere il panorama in navigazione; non potevo non fermarmi a sognare un momentino ad occhi aperti ed immaginare una navigazione nelle terre d’Alaska fra i ghiacciai.

Svegliata da questo sogno e ritornata alla realtà (non per mio volere), la nostra guida ci parla delle due postazioni che sono state introdotte dopo il restyling:

Future Cruise dove gli ospiti potranno incontrare il loro consulente di crociera e farsi consigliare sulle ultime novità riguardanti tutti i possibili itinerari della compagnia, con allo sfondo due particolari led dove scorrono immagini accattivanti dei luoghi più incantevoli al mondo;

Exploration Central, chiamarlo ufficio escursioni è riduttivo, ma per intenderci si tratta dell’area in cui gli ospiti, assistiti da personale altamente qualificato, potranno avere approfondimenti sui vari porti di scalo sia tramite supporto cartaceo che interattivo o organizzare visite guidate personalizzate;

Per ciò che riguarda la ristorazione a bordo di MS Westerdam una grande varietà di cibo conquisterà gli ospiti: noi abbiamo pranzato al ristorante Canaletto al ponte 9, dove articolati su varie postazioni, abbiamo potuto gustare piatti tipici della cucina tradizionale italiana e non solo, anche sushi e carne alla griglia.

Di giorno, se si vuole pranzare in una veste più casual e godere della vista sul mare, si può scegliere il Lido Deck dove verranno preparate varie specialità cucinate al momento come sandwich, patatine, hot dog. Invece, il ristorante principale, il Pinnacle Grill, elegante e raffinato con la sua mise en place firmata Bulgari, offre una esperienza culinaria regale.

Quando si parla di ambienti esterni, come sempre, dobbiamo sottolineare il grande spazio che viene riservato alle piscine: la Ms Westerdam ne dispone di due, una con tetto semovente posta a centro nave abbellita da una statua che raffigura 4 delfini in movimento e l’altra posta a poppa.

Entrambe le aree presentano vasche idromassaggio da 6 posti e varie aree dove poter prendere comodamente sdraiati il sole, sia vicine alle zone bar/buffet sia sui vari ponti.

Nell’oretta di libertà che ci viene concessa per scoprire da soli la nave prima dello sbarco, girovagando qua e là mi accorgo di due aree importantissime che sempre più sono presenti sulle moderne navi da crociera:

– a poppa l’area dedicata allo sport all’aria aperta, dove c’è un campo usato per sport come pallavolo, basket e calcio;

– a prua intravedo, in quanto chiusa al nostro accesso, il the Retreat: una sorta di oasi di pace dove poter prendere il sole o rilassarsi in una delle cabine private.

Le mie attese su questa visita sono state tutte realizzate: mi aspettavo una nave elegante dall’intramontabile stile classico dove l’attenzione e la cura dei particolari è in perfetta armonia con l’insieme senza mai appesantire i vari ambienti e così è stato.

Se generalmente l’ospite è al centro di ogni attenzione qui lo è ancor di più visto il rapporto passeggeri equipaggio di 2 a 1 il quale assicura un servizio sempre attento e mai invadente.

I servizi sono vari e come ci è stato spiegato il personale viene istruito affinché sia in grado di riconoscere i desideri e le necessità del passeggero prima ancora che essi ne facciano richiesta.

A partire dal mese di Giugno fino a Ottobre la nuovissima MS Westerdam solcherà i mari del Mediterraneo occidentale e orientale offrendo ai suoi 1964 passeggeri una vacanza all’insegna dello stile classico con una nota di modernità, tanto comfort e cura anche nei particolari.

Ringrazio ancora per la bellissima giornata a bordo Dreamlines e le fantastiche Ilaria e Rita che ci hanno accompagnato durante la visita.

Galleria foto

Esterni nave

Saloni interni

Zona piscine

Particolari

Tutte le foto del post ©Salvatore Scuotto per crazycruises.it

Hai trovato interessante questo articolo? Lascia il tuo mi piace o un tuo commento o una tua condivisione per aiutarmi a crescere: a te non costa nulla, a me aiuta tantissimo 🙂

01/07/2017 ore 10.00 – “Post protetto da Licenza Creative Commons International CC BY-ND 4.0″
Licenza Creative Commons

Rosamaria Caputo
Rosamaria Caputo

Mi è bastata una sola crociera per essere colpita da crocierite acuta. Dallo spirito attivo e intraprendere, sono sempre a caccia di promo e pronta a fare la valigia! Adoro viaggiare e scoprire posti nuovi

More Posts

Follow Me:
Facebook

Pubblicità

Pubblicità