Zara in un giorno: cosa visitare nella capitale storica della Dalmazia

Situata nella Dalmazia settentrionale, raggiungibile dall’Italia in auto, aereo, oltre che in nave, la cittadina di Zadar o se meglio preferite Zara in italiano, è uno dei più importanti centri turistici della Croazia.

 Zara in un giorno

Zara in un giorno – Veduta di Zara Ph Giacomina Miraglia

Essendo vicinissima all’Italia (sono solo 360 km da Trieste!) molti sono gli italiani che in particolar modo nel periodo estivo la scelgono come base delle proprie vacanze dalla quale partire per scoprirne l’interno per poi raggiungere le sue isole ed i suoi meravigliosi parchi.

Ph. Giacomina Miraglia

Pur non essendo amante delle mini crociere (preferisco molto di più quelle da 7 giorni a salire 🙂 ) ho deciso di prendere parte ad uno dei viaggi organizzati dal Gruppo Facebook “Crocieristi in escursione (e tanto altro) ” ed intraprendere questo viaggio a bordo della MSC Musica che con il suo scalo croato ci ha permesso di visitare questa stupenda città che conserva con fierezza tracce del suo importante passato, volgendo come sempre uno sguardo alla modernità con le sue installazioni di ultima generazione.

MSC Musica

In barba alle previsioni meteo che giorni prima davano pioggia e vento, Zara ci accoglie con una giornata di sole caldissima permettendoci una passeggiata molto piacevole nel suo centro storico tra viuzze e antiche fortificazioni, perché passeggiare a piedi per Zara significa incontrare innanzitutto resti dell’impero romano, bizantino e veneziano.

Ph. Giacomina Miraglia

Premettendo che il porto di attracco è lontano dal centro, come sempre potrete fare affidamento:

  • alla compagnia che mette a disposizione un bus navetta che dal porto conduce fino al centro città con partenza ogni 15 min disponibile tutta la giornata al costo di 12,90 € per gli adulti e 9,90 per i piccoli;
  • ai taxi e minivan che troverete fuori dal porto con i quali dovrete un po’ trattare sul prezzo e più siete meglio è;
  • il bus cittadino che parte dal lato dell’imbarco traghetti; qui però attenzione perché dovrete ad un certo punto scendere e cambiare bus che vi porterà in centro.

Essendo questa volta in compagnia di amici, la nostra scelta ricade sul taxi che in circa 20 minuti, percorrendo stradine strette e scoscese, ci lascia all’ingresso pedonale del centro storico di Zara da dove è possibile apprezzarne le mura: costruite originariamente per motivi difensivi dagli antichi romani, vennero successivamente rinforzate dai veneziani a difesa dei Turchi.

Oggi le Mura di Zara sono per lo più camminamenti da dove poter ammirare da un’ altra angolazione la cittadina dalmata, immersi nel verde dei parchi che la circonda.

La porta d’ingresso, Porta Terraferma, dà già un’idea di quello che architettonicamente e artisticamente possiamo incontrare durante la nostra passeggiata: il Leone di San Marco a conferma della presenza della Serenissima ci dà il benvenuto.

Porta Terraferma

La caratteristica peculiare di Zara è l’essere una cittadina di mare a metà tra il passato ed il moderno: si perché passeggiando vi ritroverete di fronte non solo ad un centro storico ben conservato con varie chiese e monumenti ma anche ad un’ affascinate contemporaneità attraverso le due installazioni poste sulla riva del mare che attirano sempre di più, a qualsiasi ora del giorno e della sera, innumerevoli turisti.

Dal punto di vista storico entrando dalla porta principale la prima piazza è già significativa: Piazza dei Cinque Pozzi come dice il suo stesso nome è una piazza dove si trovano 5 pozzi posti uno dietro l’altro che fino alla fine del 1800 distribuivano l’acqua in città.

Oggi è una piazza molto fotografata così come lo è il giardino accanto dal quale potrete affacciarvi e scorgere il mare.

Piazza Cinque Pozzi

Come vi dicevo Zara è famosa anche per le sue tante chiese, ma quella che consiglio e che poi nel prosieguo della passeggiata non potrete non notare è la Chiesa di San Donato, che dalla sua particolare forma cilindrica è una delle chiese preromane più famose in Europa. Come distinguerla dalle altre? Semplice, dal fatto di essere adiacente al Foro Romano.

Se la chiesa di San Donato è la più famosa, la Chiesa di Sant’Anastasia (alle sue spalle) è la più grande cattedrale della Dalmazia.

Ph Giacomina Miraglia. Chiesa Santa Anastasia.

Dalla chiesa di San Donato e dal Foro Romano, la nostra passeggiata continua verso la Riva Zadarska.

Se vi sembra di sentire una sorta di musica, tranquilli non state impazzendo, ma semplicemente vi state avvicinando alla prima delle due installazioni, opera dell’architetto Nikola Basic.

Il Sea Organ (Organo Marino) è una vera e propria opera musicale posta sul lungomare di Zara: a prima vista sembrano tanti gradoni bianchi rivolti verso il mare in realtà si tratta di un vero è proprio organo che, costituito da 35 canne e grazie al movimento dell’acqua, produce continuamente dei suoni. Fermarsi ad ascoltare il suono è d’obbligo durante una sosta a Zara!

Sarete anche voi ammaliati dal suono e sono certa che resterete un bel po’ seduti sui gradoni ad ascoltare questo spettacolo che la natura offre grazie al genio dell’uomo! Ogni momento della giornata è un buon momento da trascorrere: qui il sole del mattino a noi ci ha riscaldati, ma molti raccontano di meravigliosi tramonti con sottofondo le dolci note del mare!

Panoramica Sea Organ

Nei pressi del Sea Organ non potete perdervi l’altra installazione dell’architetto croato ovvero il Saluto al Sole: qui 300 lastre di vetro disposte in cerchio di 22 metri di diametro assorbono di giorno la luce del sole ed al tramonto (perché è in questo momento della giornata che potrete godere del fascino dell’opera) sprigionano tutta l’energia accumulata attraverso un gioco di colori che ammalia.

Ricordo che Zara si trova in Croazia ed in quanto tale non fa parte dell’Unione Monetaria Europea: dunque se volete acquistare qualche souvenir è bene cambiare un po’ di soldi in Kune (moneta locale); molti negozi, quelli più turistici accettano anche l’euro ma ai nostri compagni di viaggio è capitato di prendere un caffè in Piazza del Popolo e vedersi non accettata la moneta.

Alla prossima!!

Hai trovato interessante questo articolo? Lascia il tuo mi piace o un tuo commento o una tua condivisione per aiutarmi a crescere: a te non costa nulla, a me aiuta tantissimo 🙂

27/11/2017 ore 12.00 – “Post protetto da Licenza Creative Commons International CC BY-ND 4.0″
Licenza Creative Commons

Rosamaria Caputo
Rosamaria Caputo

Mi è bastata una sola crociera per essere colpita da crocierite acuta. Dallo spirito attivo e intraprendere, sono sempre a caccia di promo e pronta a fare la valigia! Adoro viaggiare e scoprire posti nuovi

More Posts

Follow Me:
Facebook

Pubblicità

Pubblicità