MSC SEASIDE: un giorno a bordo della nuova ammiraglia

Si è tanto parlato in questi mesi della nuovissima MSC SEASIDE, del suo design ultramoderno, dei suoi interni ma soprattutto dei suoi esterni; in questo articolo non vi parlerò di numeri, di dettagli tecnici o delle potenzialità  di questa nave, ma semplicemente vi racconterò la mia esperienza a bordo.

Credetemi è difficile raccogliere le idee, mettere in ordine le tante foto scattate e cercare di raccontarvi come ho trascorso la mia giornata su MSC SEASIDE; ci sono tantissime cose da dire che ho difficoltà nel cominciare anche perché non mi sembra ancora vero di essere stata a bordo per 24 ore della neonata ammiraglia di MSC CROCIERE.

Inizio con il dirvi che la nave è FA VO LO SA!

Lo so che lo sapete già  e che non vi dico nulla di nuovo ma per chi come me ha sempre viaggiato con questa compagnia rimarrà  stupefatto e non potrà  non notare il salto di qualità  che nel tempo è stato fatto, perché credetemi se vi dico che passare da una nave come MSC Opera, una delle navi più piccole della flotta, a MSC SEASIDE (senza passare per MSC Meraviglia che avrò il piacere di scoprire nei prossimi mesi) il salto è pazzesco!

Nave tutta italiana, costruita nei cantieri di Monfalcone, sbalordisce innanzitutto per la sua grandezza e il suo nuovo design: quando vidi i primi prototipi rimasi sconcertata per la sua forma tanto è vero che dissi subito: “Preferisco il vecchio stile, mi sembra un’americanata!”

Invece mi sono dovuta ricredere: con la MSC Seaside la compagnia ha puntato ad un design completamente diverso dal precedente e lo dimostra innanzitutto la sua poppa che ricorda i palazzi di Miami! Dunque l’America c’è ma con lo stile ed il fascino italiano!

Emozionante è stata vederla attraccata al Molo dei Bersaglieri di Trieste, accanto ad una delle cornici più belle del nostro Paese, Piazza Unità  d’Italia, addobbata con festoni ed alberi di Natale per l’occasione: uno striscione posto sulla facciata principale del palazzo comunale le da  il benvenuto.

A vederla da vicino è enorme e non mi dispiace affatto ora questo suo nuovo stile (alla fine, bisogna solo abituarsi alle novità !) e il candore della sua scocca risalta nella grigia e piovosa giornata triestina.

Ero in fibrillazione e l’attesa all’imbarco ha fatto accrescere ancora di più l’adrenalina!

Una volta dentro, avete presente le trottole? Ecco, io ero una trottola: su, giù, destra e sinistra, volevo vedere il più possibile visto il ricco pomeriggio di impegni, per non parlare delle tante foto scattate, la cinese in me si è sbizzarrita!

Appena dentro la primissima cosa che ho notato è stato l’odore di nuovo che addirittura copriva la fragranza che siamo abituati a sentire in tutte le navi della flotta; per non parlare della moquette soffice, anche con i tacchi alti sembrava di essere su di una nuvola.

Ma partiamo dalla cabina: mi è stata assegnata la cabina numero 13127 con balcone; dopo quello che ho letto sui vari social durante la crociera inaugurale di MSC Meraviglia, secondo voi quali sono le cose che ho subito controllato? Ovviamente l’armadio e le sedute sul balcone! L’armadio l’ho trovato giusto nelle sue dimensioni due ante scorrevoli e accanto 3 cassetti e la cassaforte; sui balconcini le sedute ed il tavolino già  pronte per momenti di puro relax.

In generale la cabina è uguale in grandezza alle cabine delle navi di Classe Fantasia dunque un bel letto matrimoniale ed un bel divano; per quel che riguarda il bagno mi è piaciuto moltissimo: basta con mobili bianchi un tocco di colore anche ai lavandini finalmente! Box doccia in vetro fa la differenza.

Due novità  per me, la prima che conferma l’attenzione che la MSC CROCIERE ha per l’ambiente con la presenza di bidoncini per la raccolta differenziata anche in cabina, mentre la seconda è la nuova modalità  di accesso in cabina non più la fessurina per aprire la porta dove inserire la cruise card ma un chip interno a questa da passare sulla porta.

L’offerta delle cabine su MSC SEASIDE è veramente ampia e ce n’è per tutti i gusti: interne, esterne, vista mare, con terrazzino, suites con idromassaggio privato sul balcone, per non parlare poi delle cabine Yacht Club: abbiamo visitato una cabina interna e una Deluxe Suites.

Qui l’offerta è di un servizio Luxury e in quanto tale si nota ovviamente la differenza con tutto il resto; le cabine sono poste a prua e sono direttamente collegate con scale interne, sia al ristorante sia alla SPA; la zona più bella dello Yacht Club è senza ombra di dubbio la lounge: bellissima e grandissima offre una veduta a prua meravigliosa.

E’ arrivato il momento di uscire dalla cabina ed iniziare ad esplorare la nave.

Inutile dirvi che mi sono persa più volte ed è stato necessario (oltre che vitale) usare la piantina della nave che gentilmente ci hanno fatto trovare in cabina (sono stati previdenti!).

La prima zona che mi ha affascinato subito già  dai rendering è la Hall: con le sue caratteristiche scale di Swarosky da ponte 5 a ponte 8 illumina tutta l’area centrale di MSC SEASIDE donandole quell’eleganza che solo i diamanti sanno dare. Ma non sono loro le protagoniste di questa nave: la vera attrazione sono i 3 grandi Led verticali che trasmettono in continuazione immagini in movimento; potrei fermarmi a guardarli per ore e non stancarmi mai!

Al ponte 5 come sempre la Reception, sia a destra che a sinistra, l’angolo dei fotografi sempre più tecnologici e la Future Cruise per chi ha bisogno di consigli e, perché no, fare anche una prenotazione futura.

Eravamo abituati a vedere il ponte 5 con divanetti e comode sedute dove poter gustare drink e ascoltare musica, ora qui un grande bar è posto al centro e al ponte 6 i ragazzi dell’animazione danno spettacolo, la sera quest’area diventa un lounge dove si balla.

Ma è tempo di andare al Buffet e fare un pranzo veloce prima di intraprendere la visita guidata.

I buffet, come su MSC Meraviglia, sono due uno al ponte 8 Marketplace e l’altro al ponte 16 Biscayne Bay Restaurant & Buffet: per ragioni di vivibilità sono stati previsti due buffet visto che questa nave a pieno carico può ospitare fino a 5.000 mila passeggeri.

Come sempre il cibo contraddistingue l’Italia nel mondo e così è anche a bordo delle navi MSC; qui 13 postazioni esalteranno le vostre papille gustative: dall’angolo Pizza, all’angolo Messicano ma non solo, Mediterraneo, Vegetariano, Etnico il tutto servito in un ambiente caldo ed elegante pur essendo un buffet. A differenza della MSC Meraviglia dove è possibile guardare da dietro un vetro la produzione a bordo di mozzarelle, su MSC SEASIDE è possibile osservare la preparazione dei vari dolci che vengono serviti durante il giorno.

Novità  su MSC SEASIDE, essendo la nave che segue il sole, la possibilità  di pranzare all’esterno: sedute e tavolini per mangiare quasi a sfioro sul mare! Che bellezza!!

La MSC ha lasciato ancora una volta i due ristoranti principali con i due classici turni di cena: quello dove abbiamo cenato noi dove è stata servita la cena di gala è il Ipanema Restaurant al ponte 6, dove ho notato pochi tavoli rotondi e molti più tavoli quadrati (forse per meglio modularli in caso di gruppi numerosi).

Sempre parlando di cibo, ciò che caratterizza questa nuovissima nave sono anche le esperienze culinarie che si potranno fare a bordo (4 per l’esattezza):

  • avete nostalgia della Francia e della sua cucina? Allora il Bistrot la Bohème fa per voi: mangiare qui vi catapulterà  in una delle strade parigine, gustando formaggi e salumi e tutto ciò che può offrire la cucina d’oltralpe;
  • siete amanti della carne? Allora non potete non fermarvi al ponte 16 dove è stata allestita una steak-house: anche qui un ambiente raffinato vi permetterà di assaggiare vari piatti accompagnati da dell’ottimo vino; unica cosa che a me personalmente non è piaciuta il frigorifero dove sono esposti i vari tagli di carne;
  • se invece apprezzate il pesce, sempre al ponte 16 Ocean Cay è il ristorante tematico che fa per voi: di questo ristorante mi è piaciuto tutto, originale l’idea della barca centrale dove è stato messo il bar e carinissima l’ambientazione che riproduce perfettamente il mondo marino con le reti, polipi, ecc..;
  • si è parlato tantissimo della partnership tra MSC e lo Chef Roy Yamaguchi e del ristorante Pan-Asiatico: non ho avuto modo, per motivi di tempo, di assaggiare le delizie che offre l’Asian Market Kitchen ma il solo aver visitato l’area mi ha saziata; come sempre tutto curato nei minimi particolari dalle sedute ai tavolini, sembrava di essere proprio in un ristorante asiatico facendo dimenticare di essere a bordo di una nave da Crociera;

Immancabili e numerosi i Bar; a bordo due sono quelli che mi hanno colpita di più:

  • quello più particolare e più fotografato è sicuramente lo Champagne Bar al ponte 7: qui un ambiente lussuoso offre una selezione di Champagne e cocktails;

– lo Sports Bar, che io in generale non amo particolarmente ma devo dire che qui deve essere un piacere guardare una partita di calcio in compagnia di amici e nuovi amici: le sedute a forma di pallone da calcio sono comodissime!!

Ultimo ma non per importanza il posto dove avrei voluto essere lasciata, il Venchi 1878 Chocolate Bar: la parete di cioccolato che scorreva alle spalle dei maitres chocolatier mi ha stregata per non parlare poi di tutti i dolci rigorosamente di cioccolato posti in esposizione nelle varie vetrine! Lasciatemi qui vi prego!!!

Una delle zone della nave che sono solita frequentare durante i miei viaggi è la SPA e devo dire che su questa nave la MSC si è superata: generalmente posta sui ponti più alti a prua, come per MSC Meraviglia, la Spa viene collocata sui ponti più bassi (siamo al ponte 8).

Niente vedute oltre l’orizzonte gustando un buon the caldo nella zona relax ma non importa cedo volentieri la vista se l’offerta proposta dalla Thermal Area è quella che ho visto: tantissime cabine per massaggi strepitosi, percorsi emozionali e idromassaggio che di certo non mi faranno rimpiangere le vecchie aree!

Per gli amanti dello sport anche in vacanza, sempre al ponte 8 la MSC SEASIDE grazie alla partnership con Technogym presenta una fornitissima palestra e addirittura un’area spinning!

Ci sarebbero tantissime altre cose da dire come tutto ciò che riguarda l’intrattenimento dove come sempre la fanno da padrona il casinò, il simulatore di formula uno, il cinema 5D, il bowling, il teatro dove abbiamo assistito ad uno spettacolo bellissimo e tantissime altre cose!

Essendo la crociera una vacanza adatta soprattutto per le famiglie, per i più piccoli è stata pensata l’Area Kids al ponte 18 più grande della flotta: abbiamo avuto il piacere di assistere alla inaugurazione dove madrine d’eccezione non potevano che essere due delle donne più amate una dagli italiani e l’altra dai bambini, Lorella Cuccarini e Cristina D’Avena.

Se gli interni di questa nave sono meravigliosi e ricchi di particolari pronti a far vivere esperienze uniche ai suoi passeggeri grandi e piccini, ciò che la contraddistingue dalle altre navi della flotta sono i suoi esterni: l’hanno chiamata “La nave che segue il sole” proprio per la presenza di tantissimo spazio esterno dove poter godere del sole e del mare: con le sue piscine (bellissima quella di poppa) sono sicura vi farà vivere emozioni uniche grazie alla sua passeggiata a 360° sul mare.

Purtroppo per via del cattivo tempo e del freddo non abbiamo avuto modo di soffermarci sugli ambienti esterni che poi sono quelli che la caratterizzano.

Da sempre stravedo per la MSC CROCIERE, fin dalla prima crociera sono rimasta incantata dal modo di portare in giro nel mondo l’italianità; quando salgo a bordo di una delle navi della flotta piccole, medie o grandi che siano mi sento come se fossi a casa.

Su MSC SEASIDE ho lasciato un pezzo del mio cuore perché è una nave che ho seguito dalla sua nascita e la possibilità di poter salire a bordo e visitarla è stata un’emozione fortissima; per questo devo ringraziare l’Agenzia di Viaggi Vivere e Viaggiare della mia città  perché tutto questo è stato possibile grazie a loro facendomi vivere una delle esperienze più belle finora a bordo di una nave da crociera.

In questi giorni la nave è in viaggio verso Miami dove fra qualche giorno si terrà una grandissima festa; non posso che augurare buon mare alla nuova ammiraglia di MSC CROCIERE e al suo Comandate; spero di poter risalire a bordo come passeggera e scoprire tutti quegli angoli nascosti che in una visita di 24 ore non è stato possibile scovare. Nel frattempo attendiamo la sua gemella MSC SEAVIEW che ho intravisto dal treno durante viaggio di ritorno nei cantieri di Monfalcone.

Hai trovato interessante questo articolo? Lascia il tuo mi piace o un tuo commento o una tua condivisione per aiutarmi a crescere: a te non costa nulla, a me aiuta tantissimo 🙂

06/12/2017 ore 12.00 – “Post protetto da Licenza Creative Commons International CC BY-ND 4.0″
Licenza Creative Commons

Rosamaria Caputo
Rosamaria Caputo

Mi è bastata una sola crociera per essere colpita da crocierite acuta. Dallo spirito attivo e intraprendere, sono sempre a caccia di promo e pronta a fare la valigia! Adoro viaggiare e scoprire posti nuovi

More Posts

Follow Me:
Facebook

Pubblicità

Pubblicità