MSC Crociere elimina la plastica monouso da tutta la flotta

MSC Seaview entra in servizio con la classificazione Green Star 3

Si apre un nuovo capitolo del programma di gestione ambientale di MSC Crociere che ha annunciato oggi l’impegno ad eliminare la plastica monouso dall’intera flotta a livello globale e ad introdurre, ove disponibili, alternative sostenibili.    

Si chiama Plastics Reduction Programme e consentirà, entro la fine di marzo 2019, l’eliminazione di un elevato numero di articoli in plastica, sia a bordo delle navi sia a terra, sostituendoli con soluzioni ecocompatibili.

Cosa cambierà dunque a bordo delle navi della flotta? Ad essere banditi saranno tutti i sacchetti di plastica monouso, cucchiai, bicchieri, palettine da caffè e gli altri articoli monouso che saranno sostituiti da prodotti eco-friendly.

Un processo di cambiamento che includerà anche la riorganizzazione delle cucine di bordo e i processi di preparazione del cibo, in modo da consentire l’eliminazione della plastica anche dalle monoporzioni (pirottini, confezioni di marmellata o yogurt).

I pacchetti bevande illimitati: convengono o no?

Questo importante processo va ad unirsi al primo passo verso una linea più green, cominciato già e che porterà, entro la fine del 2018, alla sostituzione di tutte le cannucce di plastica con alternative compostabili e biodegradabili al 100%.

Niente più cannucce nelle bevande servite a bordo dunque, il che riduce di ben il 50% il consumo complessivo e via libera, agli ospiti che ne faranno richiesta, alla gamma di opzioni ecocompatibili realizzate con resine biodegradabili al 100%, con fonti rinnovabili (acido polilattico a base di mais o zucchero, bambù, carta) o altri materiali ecologici.

La stessa opzione sarà offerta anche in tutti gli uffici a terra e durante le escursioni.

Per rendere ancora più completo e concreto l’impegno preso, MSC Crociere si spingerà anche oltre, cercando di collaborare con tutti i fornitori della catena logistica con l’obiettivo di rimuovere la plastica, ove possibile, anche da tutti gli imballaggi.

Pierfrancesco Vago, Executive Chairman di MSC Crociere, ha dichiarato: 

“La mission di MSC Crociere è quella di fornire ai nostri ospiti le migliori esperienze di vacanza sul mare e ci impegniamo farlo in modo sostenibile.


È per questo che abbiamo da tempo intrapreso un viaggio volto alla continua riduzione dell’impatto ambientale delle nostre navi. L’imminente eliminazione degli oggetti monouso in plastica su tutta la nostra flotta è un ulteriore passo in avanti in questa direzione.


Questa decisione, che si inserisce nel più ampio programma globale di gestione ambientale, rappresenta un ulteriore tassello a sostegno del nostro impegno per la conservazione e la protezione della risorsa più preziosa del nostro pianeta: i mari e gli oceani”.

Ma nell’ambito del suo programma globale di gestione ambientale, MSC Crociere ha adottato diverse misure negli anni, capaci di ridurre l’impatto delle sue attività, tra cui:

  • impianti di riciclaggio all’avanguardia
  • gli efficienti sistemi di gestione dei rifiuti che contraddistinguono ogni nave della flotta.

Ad assicurarsi che tutte le direttive siano applicate in maniera efficace esiste un pool di Environmental Officers: inoltre, attraverso un attento programma di formazione, MSC Crociere punta all’eccellenza in questo ambito, con l’obiettivo di migliorare la gestione dei rifiuti e il loro riciclo.

Un programma cui contribuiscono fattivamente anche tutti i dipendenti della Compagnia che ogni giorno si impegnano a smaltire e riciclare correttamente tutti quei rifiuti che ancora non possono essere sostituiti con alternative eco-friendly.

Per ottenere l’eccellenza anche in questo ambito, MSC Crociere collaborerà con una primaria società di certificazione per far sì che il riciclo dei rifiuti e l’impegno in ambito ambientale siano trasversali a tutte le attività, di bordo e di terra, della compagnia e possano quindi fregiarsi di una certificazione rilasciata da un ente esperto.

Già oggi lo smaltimento e la separazione dei rifiuti rispettano le normative MARPOL e i principi stabiliti dall’Associazione CLIA per la prevenzione dell’inquinamento marino così come monitorato e certificato dal sistema di controllo implementato dalla compagnia.

Norwegian Cruise Line Holdings riduce uso della plastica usa e getta


Pierfrancesco Vago ha concluso: 

“Stiamo valutando la possibilità di lavorare assieme a una società di certificazione leader a livello mondiale per far sì che tutti gli articoli in plastica rimanenti, per i quali non esistono ancora delle soluzioni alternative, siano effettivamente e correttamente riciclati.

In questo modo, indipendentemente dal luogo in cui sono impiegate le nostre navi, sarà possibile garantire che tutti gli articoli in plastica, non solo non abbiano un impatto sul mare, ma nemmeno sulla terraferma, a beneficio delle popolazioni e dei territori che ci ospitano”.

Follow @CrazyCruises

Hai trovato interessante questo articolo? Lascia il tuo mi piace o un tuo commento o una tua condivisione per aiutarmi a crescere: a te non costa nulla, a me aiuta tantissimo 🙂

Licenza Creative Commons

11/10/2018 ore 12.00 – “Post protetto da Licenza Creative Commons International CC BY-ND 4.0″

Daniela Pisano
Daniela Pisano

Blogger e cruise addict, viaggiare è sempre stato il mio chiodo fisso, insieme alla passione innata per l’archeologia e l’Egitto, per il mare e per i paesi orientali. Amo fotografare i particolari più strani, le cosiddette prospettive insolite. Sono sarda e son dello Scorpione, amo la mia terra perché mi ha insegnato a capire il mare in tutte le sue sfumature!

More Posts - Website

Follow Me:
TwitterFacebookLinkedInPinterestGoogle PlusYouTube

Pubblicità

Pubblicità