Utopia, il complesso residenziale galleggiante per super-ricchi

Utopia, il complesso residenziale galleggiante per super-ricchi
Utopia, il complesso residenziale galleggiante per super-ricchi

Chi ci segue da tempo sa che, di base, siamo dei sognatori incalliti ed è questo ad accomunare tutte le nostre diversità: anche di fronte ad itinerari impossibili o di fronte a grandi opportunità, non ci tiriamo indietro e cerchiamo di approfondire il più possibile per coinvolgervi in questo nostro pazzo mondo!

Quando mi è capitato davanti agli occhi Utopia, il complesso residenziale galleggiante per super-ricchi, non ho potuto fare a meno di approfondire. Pensavo fosse l’ennesimo esempio di residenza in mare ma in effetti sprigiona qualcosa in più. Vediamo meglio nel dettaglio.

Utopia è lunga quasi 295 metri, una misura di tutto rispetto che la distingue dalle precedenti residenze galleggianti: è attualmente in costruzione in Corea del Sud  e dalla sua vanta la bellezza di ben 190 unità abitative, con proprietà che variano dai 4,4 milioni ai 36 milioni di dollari.

Utopia, il complesso residenziale galleggiante per super-ricchi

I rendering artistici resi noti mostrano tutta l’opulenza di questa nave, con appartamenti in stile classico con magnifiche viste sull’oceano, vasche idromassaggio private, terrazze solarium, sale cinema e cabina armadio. 

Le cabine saranno rifinite con i migliori arredi e avranno all’interno una cucina decorata con ripiani in marmo massiccio e elettrodomestici in acciaio inossidabile.

Utopia, il complesso residenziale galleggiante per super-ricchi

I bagni nei rendering si intuiscono molto grandi, tanto da poter ospitare un piccolo divano, e rivestiti con lastre di marmo, con una doccia enorme; e siccome la normalità non pare essere di casa, a disposizione dei suoi ospiti c’è anche un televisore sistemato in un armadio di mogano.

Utopia, il complesso residenziale galleggiante per super-ricchi

Per renderci conto delle dimensioni smisurate degli appartamenti, che variano dai più ‘piccoli’ da 133 metri quadri, sino agli stratosferici appartamenti da 570 metri quadri, vi allego sotto due planimetrie che mostrano la disposizione del più piccolo e del più grande. Una sola parola: stratosferici!

Sui ponti 15 e 16, come sottolinea il sito web di Utopia , sarà posizionato il The Club, una sorta di santuario privato per i residenti, che consente loro di incontrarsi e condividere esperienze con altri membri della comunità residenziale d’élite. 

Lo staff professionale del The Club offrirà un servizio personalizzato ai residenti, offrendo la continuità e la cura dedicata che ci si aspetta senza dover chiedere: ospiterà un ristorante di lusso dove verranno registrate le preferenze degli ospiti, come ad esempio i loro vini preferiti che saranno “decantati e saranno pronti per essere versati” e dove i pasti saranno adattati ai loro gusti. 

Nel salone della nave sarà disponibile una vasta gamma di bevande, dai “martini adeguatamente shakerati” alle tazze di “tè allo zenzero fresco“.

Ma non è tutto, evidentemente: per rendere unica questa residenza sul mare non mancheranno a bordo un centro medico, negozi, un casinò, una discoteca e una palestra all’avanguardia, con una gamma di lezioni di fitness tra le quali scegliere.

In pratica non ci si potrà annoiare: Utopia offrirà anche escursioni, così come musica dal vivo nella lounge, spettacoli di danza o di recitazione nel teatro da 525 posti a bordo, e una serie di conferenze con uno storico dell’arte in loco.

Una delle novità di rilievo è che le famiglie saranno le benvenute a bordo: a disposizione dei più giovani e piccoli c’è un centro dedicato e i bambini avranno attività ed escursioni programmate dagli Youth Counselors.

La notizia è che anche chi non ha a disposizione un simile patrimonio per comprare un appartamento a bordo, può comunque alloggiarvi poiché Utopia sarà anche la sede di un albergo.

Ben 206 cabine saranno a disposizione per gli ospiti, che potranno scegliere tra diverse categorie comprese “suite”, “suite di lusso” e “grand suite”, un aspetto che non è disponibile su The World , un’altra nave di lusso con residenze a bordo. Dite che ci si può accontentare?  

Utopia – la cui costruzione si aggira intorno al miliardo di dollari – è nata da un’idea di David Robb, un finanziere di successo e laureato in economia aziendale ad Harvard.

Secondo un articolo di The Wall Street Journal , datato 2013, sarebbero stati quasi 80 i clienti che stavano negoziando o avevano già firmato i contratti di acquisto in tale data.

Utopia, il complesso residenziale galleggiante per super-ricchi

Ma secondo voi un appartamento del genere si sceglie ad occhi chiusi? Decisamente non ne ho idea, son sincera, ma per venire incontro alle eventuali perplessità e per dare un’idea precisa che andasse oltre i semplici rendering, l’azienda ha creato uno showroom di quasi 280 metri quadrati a disposizione dei potenziali acquirenti a Rodeo Drive, Beverly Hills, California. 

Chi sono i potenziali possessori di questi favolosi appartamenti sul mare che consentono di girare il mondo in tutta comodità, senza dover rifare sempre le valigie? Robb ha rivelato che la maggior parte fino ad ora è composta da uomini d’affari e persone con una mentalità filantropica.  

Utopia, il complesso residenziale galleggiante per super-ricchi

Ma per metterci su fisicamente i piedi si dovranno attendere ancora tre anni e mezzo: nemmeno gli itinerari sono stati resi noti nei particolari, Robb ha solo sottolineato che Utopia viaggerà verso “parti remote del mondo“, a bordo del più grande yacht privato al mondo, costruito per durare 100 anni, senza eguali al mondo. 

Utopia, il complesso residenziale galleggiante per super-ricchi

Avete fatto la vostra scelta? Suvvia, sognare non costa un soldo bucato 😉

Follow @CrazyCruises

Hai trovato interessante questo articolo? Lascia il tuo mi piace o un tuo commento o una tua condivisione per aiutarmi a crescere: a te non costa nulla, a me aiuta tantissimo 🙂

Licenza Creative Commons

10/11/2018 ore 14.50 – “Post protetto da Licenza Creative Commons International CC BY-ND 4.0″

Daniela Pisano
Daniela Pisano

Blogger e cruise addict, viaggiare è sempre stato il mio chiodo fisso, insieme alla passione innata per l’archeologia e l’Egitto, per il mare e per i paesi orientali. Amo fotografare i particolari più strani, le cosiddette prospettive insolite. Sono sarda e son dello Scorpione, amo la mia terra perché mi ha insegnato a capire il mare in tutte le sue sfumature!

More Posts - Website

Follow Me:
TwitterFacebookLinkedInPinterestGoogle PlusYouTube

Pubblicità

Pubblicità