Taglio della prima lamiera d’acciaio per MSC Seashore, prima unità di classe Seaside EVO

Taglio della prima lamiera d'acciaio per MSC Seashore

È cominciata ieri a Trieste la festa per celebrare la prima unità di classe EVO di MSC Crociere: giornalisti e blogger hanno avuto la possibilità di dare un’occhiata alla bellissima città sul mare e alle sue bellezze prima di arrivare stamattina nello stabilimento Fincantieri di Monfalcone, dove era in programma la cerimonia del taglio della prima lamiera.

Svelato anche il nome, MSC Seashore, la prima di due navi di questa classe attualmente in ordine a Fincantieri.

Alla cerimonia erano presenti il Presidente esecutivo di MSC Cruises, Pierfrancesco Vago e l’Amministratore delegato di Fincantieri, Giuseppe Bono: MSC Seashore sarà pronta all’inizio del 2021 e vanterà 169.400 tonnellate di stazza lorda. 

La costruzione della nuova nave comporta per MSC Crociere un investimento di quasi 1 miliardo di euro e richiederà oltre 10 milioni di ore/uomo di lavoro, impiegando cosi sino a 4.000 persone.

La nuova classe di navi si sviluppa sulla precedente classe denominata Seaside: con un intero ponte aggiuntivo dedicato allo MSC Yacht Club più grande, più ristoranti specializzati sul ponte 8 che permettono anche di cenare all’aperto, ben 200 cabine rispetto alle precedenti ‘sorelle’ Seaside e Seaview, nonché aree pubbliche più grandi, un magrodome (tetto scorrevole in vetro) ancora più grande, una lounge su due piani dotata di una grande vetrata poppiera in grado di accogliere 600 passeggeri, un teatro ancora più capiente, un numero più elevato di piscine e alcune ricercatezze gastronomiche tra cui un ristorante con il “sushi train”.

Inoltre, le unità di classe Seaside EVO saranno equipaggiate con le più recenti tecnologie ambientali avanzate, tra cui:

  • un sistema di riduzione catalitica selettiva; 
  • tecnologia di pulizia dei gas di scarico; 
  • sistemi avanzati di gestione e riciclaggio dei rifiuti; 
  • sistemi avanzati di trattamento delle acque;
  • un avanzato sistema di recupero di energia e calore
  • altre tecnologie e misure per aumentare ulteriormente l’efficienza energetica, come ha affermato MSC in una nota. 

Il Presidente esecutivo di MSC Crociere, Pierfrancesco Vago, durante la cerimonia ha dichiarato:

Questo ulteriore investimento in Italia con Fincantieri testimonia il nostro continuo impegno a sostegno non solo della cantieristica, ma dell’economia e del turismo su tutto il territorio italiano. Con la classe Seaside, primo frutto della nostra partnership con Fincantieri, abbiamo introdotto sul mercato un nuovo prototipo, tra i più avanzati del settore, che ha stabilito da subito nuovi standard nella crocieristica mondiale.

“Ora, con le navi Seaside EVO, presentiamo una versione ancora più evoluta e innovativa che punta a diventare la massima espressione del Made in Italy nel mondo. Le migliaia di maestranze del cantiere e l’intera filiera di aziende fornitrici, locali e nazionali, che da oggi alla primavera del 2021 saranno impiegate per la sua realizzazione, rappresentano il meglio del saper fare italiano nel comparto della Blue Economy.

“Siamo davvero orgogliosi di poter continuare a collaborare con Fincantieri, trovando sempre un partner in grado di interpretare al meglio le sfide che la nostra compagnia si pone“.

MSC Seashore è stata progettata per poter offrire le migliori esperienze di crociera in mari caldi e con climi temperati, grazie anche all’ampia promenade che circonda l’intera nave, garantendo così ai passeggeri molteplici opzioni per mangiare e rilassarsi all’aria aperta. Il nome, che in italiano significa “in riva al mare”, riflette – come per le due navi che l’hanno preceduta, MSC Seaside e MSC Seaview, l’idea di una vacanza vissuta a stretto contatto con il mare.

Infine, in un’ottica di ulteriore rafforzamento dei propri legami con il territorio e con le economie locali, durante la cerimonia presso il cantiere di Monfalcone MSC Crociere ha annunciato di avere acquisito di recente una partecipazione nel Trieste Terminal Passeggeri (TTP) e che, a partire dal 2020, Trieste diventerà homeport di una delle sue navi.

Tutto ciò”, ha aggiunto Pierfrancesco Vago, “per poter garantire ai nostri crocieristi un servizio ancora migliore e a 360 gradi.

Giuseppe Bono, amministratore delegato di Fincantieri, ha dichiarato:

Il progetto di questa nave è il perfetto emblema di quello che è diventata Fincantieri e di ciò che il Gruppo rappresenta oggi nel panorama internazionale del settore e dell’industria intera.

“MSC Seashore, infatti, è pensata per sbalordire: innanzitutto per le sue dimensioni, sarà nettamente la nave più grande mai realizzata in Italia, dandoci l’opportunità di elevare ulteriormente i nostri standard gestionali, ma anche per un livello tecnologico di eccellenza assoluta, un prototipo che abbiamo sviluppato basandoci su una piattaforma unica nel suo genere e di enorme successo, come sta dimostrando di essere la classe Seaside.

“A tutto ciò va aggiunto il grande orgoglio di contribuire alla crescita di MSC Crociere, una società che si sta affermando come uno dei maggiori operatori del mercato“.   

I numeri di MSC Seashore

  • Lunghezza: 339 metri
  • Larghezza: 41 metri
  • Altezza: 74 metri
  • Stazza lorda: 169.400 GT
  • Ospiti: 5.632 
  • Equipaggio: 1.648 
  • Cabine ospiti: 2.270 
  • Velocità massima: 21,8 nodi 
  • Data di consegna: primavera 2021

Il racconto di un giorno e mezzo con MSC Crociere

In attesa dell’evento vero e proprio, il giorno precedente siamo stati in giro per la città di Trieste, tra il Palazzo del Governo e il Municipio che fanno capolino nella bellissima Piazza Unità d’Italia e terminato la serata con un squisita cena con i colleghi.

Trieste, a pochi chilometri dal confine con la Slovenia, è il porto più settentrionale del nostro mare e nei dintorni, a circa 30 chilometri, si trova Monfalcone, uno dei principali cantieri navali dell’area mediterranea.

In questa piacevole e bagnata passeggiata serale, abbiamo ammirato la più grande piazza d’Europa aperta sul mare, Piazza Unità d’Italia, con i suoi alberi di Natale in bella ed ordinata mostra: qui si trovano il Palazzo del Municipio con il famoso orologio del 1876, la Fontana dei Quattro Continenti, il palazzo del Governo, lo storico Caffè degli Specchi e altri palazzi.

Come potete osservare dalle immagini, la notte, con tutte le luci che la fanno risplendere, la piazza è particolarmente suggestiva.

Uno sguardo lo abbiamo dato anche al Teatro Romano, che pensate poteva ospitare fino a 6.000 persone!

La serata è terminata poi con una cena e con un saluto per l’indomani mattina: iniziata con un trasferimento verso lo stabilimento Fincantieri di Monfalcone, abbiamo avuto l’occasione di fare due passi, ovviamente fin dove era consentito dalla sicurezza, ed osservare il lavoro in questi imponenti capannoni in cui prendono vita le più belle navi da crociera del mondo!

Si rimane davvero ad osservare a bocca aperta grandi pezzi di lamiera che diventeranno lo scheletro delle future ammiraglie e pare davvero impossibile che possano diventare scintillanti opere dell’ingegno umano sempre più grandi e tecnologiche.

La mattinata, dopo la tradizionale cerimonia e la breve conferenza stampa, finisce con un light lunch, prima di essere trasferiti nei vari aeroporti e ritrovare la via di casa: come si dice in questi casi, è un’esperienza breve ma intensa ma che vale la pena di essere vissuta!

E ora rimaniamo in attesa di vedere questa nuova unità prendere realmente forma, blocco dopo blocco, perché non c’è cosa più bella e direi anche toccante, che vedere ‘crescere’ coi propri occhi quella che diventerà una bellissima signora dei Mari!

Vorrei in ultimo, ma non realmente tale, fare un grande ringraziamento al nostro Stefano Volpini di Crociere Più per il grande aiuto datoci in questa due giorni di pazzie, come la chiamo io!

Un aereo non potrà mai fermarci‘ cit.

Follow @CrazyCruises

Hai trovato interessante questo articolo? Lascia il tuo mi piace o un tuo commento o una tua condivisione per aiutarmi a crescere: a te non costa nulla, a me aiuta tantissimo 🙂

Licenza Creative Commons

26/11/2018 ore 15.00 – “Post protetto da Licenza Creative Commons International CC BY-ND 4.0″

Daniela Pisano
Daniela Pisano

Blogger e cruise addict, viaggiare è sempre stato il mio chiodo fisso, insieme alla passione innata per l’archeologia e l’Egitto, per il mare e per i paesi orientali. Amo fotografare i particolari più strani, le cosiddette prospettive insolite. Sono sarda e son dello Scorpione, amo la mia terra perché mi ha insegnato a capire il mare in tutte le sue sfumature!

More Posts - Website

Follow Me:
TwitterFacebookLinkedInPinterestGoogle PlusYouTube

Pubblicità

Pubblicità