Oasis of the Seas, cancellate tre partenze dopo il crollo di una gru in cantiere

Oasis of the Seas, cancellate tre partenze dopo il crollo di una gru in cantiere

Sono tre le partenze di Oasis of the Seas cancellate dopo che una gigantesca gru si è rovesciata questo lunedì nel bacino n°2 di Freeport – a Grand Bahama, circa 100 miglia a est di Miami, in Florida – causando danni alla nave e al molo e 8 feriti, di cui nessuno in pericolo di vita.

Le date cancellate, partenze verso i Caraibi orientali di sette notti andata e ritorno da Port Canaveral, sono le seguenti:

  • 7 aprile
  • 14 aprile
  • 21 aprile.

Oasis OTS sarà riposizionata dal cantiere di Grand Bahama agli impianti di Cadice, in Spagna, da dove poi dovrebbe riprendere servizio il 5 maggio.

Royal Caribbean in una e-mail inviata agli ospiti coinvolti nelle cancellazioni, dichiara che provvederà al rimborso completo oltre ad un credito aggiuntivo, valido per una crociera futura.

…Siamo terribilmente dispiaciuti per l’impatto sulla tua vacanza…Pertanto, ti forniremo quanto segue:

Riceverai un rimborso completo, inclusi eventuali depositi non rimborsabili entro lunedì 8 aprile 2019. I tempi possono variare a seconda del tuo istituto finanziario.

Tutti i servizi prepagati, i pacchetti e le escursioni a terra saranno rimborsati entro 7 – 10 giorni lavorativi.

Inoltre, se hai prenotato l’aereo con il nostro programma Air2Sea, ti forniremo un rimborso. Se non hai prenotato con noi, ti rimborseremo le spese di modifica delle compagnie aeree non rimborsabili (fino a $ 200 per gli ospiti per i voli nazionali e fino a $ 400 per gli ospiti per i voli internazionali).

Invia le tue ricevute a RoyalGuestRelations@rccl.com.

Dato questo annullamento tardivo, ti forniremo anche un credito di crociera futuro, pari al 100% della tariffa della crociera annullata. Puoi aspettarti di ricevere il tuo credito Future Cruise via email entro venerdì 5 aprile 2019.

Royal Caribbean non ha fornito una valutazione del danno subito dalla nave. Le immagini che circolano online mostrano la gru adagiata sull’AquaTheater, a poppa della nave.

Royal Caribbean ha successivamente confermato in un comunicato che 8 persone sono rimaste ferite, nessuna in pericolo di vita.

In questo video, la scena poco dopo l’incidente.

Il Dry Dock n. 2 al Grand Bahama Shipyard è lungo 300 metri di lunghezza e 58,5 metri di larghezza: è il più grande dei tre. La banchina ospita quattro grandi gru.

Pic by Grand Bahama Shipyard

Follow @CrazyCruises

Hai trovato interessante questo articolo? Lascia il tuo mi piace o un tuo commento o una tua condivisione per aiutarmi a crescere: a te non costa nulla, a me aiuta tantissimo 🙂

Licenza Creative Commons

03/04/2019 ore 12.20 – “Post protetto da Licenza Creative Commons International CC BY-ND 4.0″

Daniela Pisano
Daniela Pisano

Blogger e cruise addict, viaggiare è sempre stato il mio chiodo fisso, insieme alla passione innata per l’archeologia e l’Egitto, per il mare e per i paesi orientali. Amo fotografare i particolari più strani, le cosiddette prospettive insolite. Sono sarda e son dello Scorpione, amo la mia terra perché mi ha insegnato a capire il mare in tutte le sue sfumature!

More Posts - Website

Follow Me:
TwitterFacebookLinkedInPinterestGoogle PlusYouTube

Pubblicità

Pubblicità