Biometria e Royal Caribbean: come la tecnologia cambierà il mondo crocieristico!

Biometria e Royal Caribbean: come la tecnologia cambierà il mondo crocieristico!

Usare la biometria e le informazioni fornite durante il processo di prenotazione per snellire il processo di imbarco/sbarco, garantendo nello stesso tempo la sicurezza degli ospiti.

No, non è un film di Tom Cruise, non è ‘Mission Impossible‘ ma a quanto pare è il futuro: Royal Caribbean sta lavorando con IDEMIA, multinazionale francese specializzata nella sicurezza, per accelerare il processo di imbarco/sbarco utilizzando la tecnologia di acquisizione facciale in 3D ad alta velocità.

Le prime prove sono state svolte e si stanno svolgendo con successo a Cape Liberty, in New Jersey, e a PortMiami, dove entrerà in produzione. Ulteriori implementazioni in altri porti della Florida sono previste entro il 2019.

La tecnologia come chiave per migliorare l’esperienza dei passeggeri, accelerando significativamente i controlli sui documenti e permettendo un imbarco ‘lampo’.

Biometria e Royal Caribbean: come la tecnologia cambierà il mondo crocieristico!

Ma come funziona la tecnologia MFace? Questo strumento semplicemente confronta le identità facciali dei passeggeri sbarcanti con le identità dei passeggeri imbarcati, oltre ad interagire con la dogana per la verifica immediata dei visti di accesso al Paese.

Nessuna immagine viene memorizzata dopo il completamento del viaggio e questo dovrebbe garantire il mantenimento della privacy dei passeggeri.

La tecnologia biometrica del viso trasformerà dunque i viaggi consentendo una verifica immediata dell’identità e rafforzando i processi di ingresso/uscita negli Stati Uniti (in questa fase di sperimentazione). Il tutto nell’ottica di migliorare l’esperienza ospite totale, dall’imbarco allo sbarco, rendendo l’operazione veloce, sicura e senza fastidi. E i primi ospiti a sperimentarlo hanno rilasciato feedback positivi, soprattutto in merito alla velocità.

Ma il riconoscimento facciale ha molti altri risvolti utili: in un mondo in cui le minacce globali sono combattute all’ordine del giorno, questa tecnologia aiuta i professionisti della sicurezza a non creare disagi agli ospiti, punto fondamentale dell’esperienza crociera.

Biometria e Royal Caribbean: come la tecnologia cambierà il mondo crocieristico!

Ma può servire anche per operazioni tra le più semplici: come ad esempio ad aprire la porta della cabina, in modo da permettere l’ingresso solo agli ospiti e allo staff di pulizia. O ancora, a garantire l’ingresso nelle aree amministrative e del personale, dove l’ingresso degli ospiti è vietato, solo alle persone autorizzate.

Gli oggetti di valore possono essere protetti in situazioni di elevata sicurezza, utilizzando magari due o più mezzi di identificazione. Perché la nuova tecnologia non è solo riconoscimento facciale ma anche riconoscimento delle impronte digitale abbinato ad un numero pin: tutte e tre insieme garantiscono un accesso autorizzato a prova di ladro.

Insomma, la sfida sulla sicurezza si vince anche con la ‘semplice‘ tecnologia. Mi rimane solo un dubbio: effettivamente i dati verranno cancellati dopo la crociera? O, a nostra insaputa (quante volte accade?), conservati? Ma su questo tema ci sarebbe da scrivere un intero libro e un post non basterebbe affatto! Voi cosa ne pensate?

Follow @CrazyCruises

Hai trovato interessante questo articolo? Lascia il tuo mi piace o un tuo commento o una tua condivisione per aiutarmi a crescere: a te non costa nulla, a me aiuta tantissimo 🙂

Licenza Creative Commons

12/04/2019 ore 13.20 – “Post protetto da Licenza Creative Commons International CC BY-ND 4.0″

Daniela Pisano
Daniela Pisano

Blogger e cruise addict, viaggiare è sempre stato il mio chiodo fisso, insieme alla passione innata per l’archeologia e l’Egitto, per il mare e per i paesi orientali. Amo fotografare i particolari più strani, le cosiddette prospettive insolite. Sono sarda e son dello Scorpione, amo la mia terra perché mi ha insegnato a capire il mare in tutte le sue sfumature!

More Posts - Website

Follow Me:
TwitterFacebookLinkedInPinterestGoogle PlusYouTube

Pubblicità

Pubblicità