Emerald Princess conquista il Mediterraneo!

Emerald Princess conquista il Mediterraneo!

Ammettiamolo pure: pronunciamo Princess Cruises o una delle navi della flotta – in questo caso Emerald Princess – e pensiamo immediatamente alle Love Boat. Tra le tante navi che ho avuto il privilegio di vivere o visitare mancavano proprio loro, le navi che hanno affollato il mio immaginario di ragazza.

Guai a perdere un episodio di questa serie TV che mi ha fatto innamorare di questo mondo, che mi ha fatto fantasticare con le storie d’amore vissute a bordo e con i luoghi da favola visitati.

Grazie all’invito di Gioco Viaggi – Tour & Cruise Operator che opera in esclusiva per l’Italia Princess Cruise – ho avuto il privilegio di poterla esplorare insieme al nostro fotografo ufficiale Salvatore Scuotto, nonché mio compagno di vita.

prua nave

Una giornata a bordo di Emerald Princess

Ad accoglierci una splendida giornata di sole – sia a Genova, sia a Livorno – e, soprattutto, un’esperienza vissuta a bordo che ci ha permesso, tra l’altro, di godere di un tour dietro le quinte. Si, proprio in quegli ambienti generalmente out per gli ospiti a bordo: un tour che ci ha regalato uno spaccato del duro lavoro che sta dietro un’esperienza di crociera unica.

Emerald Princess, nave da crociera di classe Crown – tra le sue sorelle Ruby Princess e Crown Princess – è entrata in servizio nell’aprile 2007. Il suo progetto è un’evoluzione della serie “Grand Class” (Grand Princess, Golden Princess e Star Princess).

Da allora ha subito alcune ristrutturazioni importanti, tra cui l’ultima che ha visto, tra l’altro:

  • un completo refit della zona buffet
  • un cambio radicale della moquette
  • l’aggiunta di mega screen in molti punti della nave.

Emerald Princess è così pronta a ricevere a breve – dal 16 agosto 2020 – l’innovativa Ocean Medallion Class, che proietta la nave e i suoi ospiti nel futuro. Un futuro nemmeno tanto lontano, che permetterà la creazione di una crociera su misura di ogni ospite (vi ho raccontato nei dettagli qui).

Emerald Princess è in grado di ospitare 3.092 passeggeri e al momento del suo debutto fu la più grande nave del suo genere. Oggi decisamente non è più così!

A bordo, ho trovato ambienti piacevoli e corridoi molto ampi, corredati da opere d’arte, che regalano ampio respiro e permettono passeggiate serali piacevoli e ‘scorrevoli’.

Incominciamo il nostro tour a bordo partendo dal ponte piscine e da una zona davvero speciale; si chiama The Sanctuary ed è un vero e proprio santuario del benessere. Qui si entra solo pagando un fee giornaliero oppure settimanale e l’accesso è vietato ai bambini.

In quest’area abbondano comodissime poltrone o sdraio e persino due cabanas nelle quali godere di rilassanti massaggi.

Usufruendo di bevande esclusive, pasti leggeri e massaggi all’aperto, chi sceglie questa oasi di benessere per passare qualche ora di pace e relax, è assistito dai Serenity Stewards, che si occupano di ogni loro esigenza: forniscono anche asciugamani per il viso refrigerati o atomizzatori Evian quando il caldo diventa insopportabile.

A disposizione degli ospiti anche acqua aromatizzata all’arancio o al limone e alla menta, per scacciare in un batter d’occhio il caldo del sole del Mediterraneo, dove la nave è attualmente impiegata (qui potrete scaricare un opuscolo con le offerte di Gioco Viaggi su itinerari e prezzi di Emerald Princess).

Nell’area sono presenti una piscina e due idromassaggio il cui uso, tuttavia, è garantito a tutti gli ospiti. I cartelli con la scritta Quiet Area ricordano a chi sceglie di passare il proprio tempo qui che non si può disturbare con urla e schiamazzi.

Offerta ristorativa

Lasciamo con rammarico questa zona, nella quale si respira a pelle silenzio e relax completo, per dirigerci verso la zona buffet.

L’offerta ristorativa di bordo è ampia e decisamente al di sopra delle aspettative, molto apprezzata dagli ospiti e certamente uno dei tanti punti di forza della Compagnia.

L’Anytime Dining al ristorante principale permette una flessibilità estrema, garantendo all’ospite di poter cenare quando e con chi si desidera, tra le 17:30 e le 22:00.

Si può prenotare, ma non c’è l’obbligo, e si può scegliere di mangiare da soli, con un gruppo di amici o stare seduti con altri ospiti e fare così nuove conoscenze.

Oppure si può scegliere un turno di cena preciso, così da avere lo stesso tavolo e lo stesso cameriere ogni sera. Insomma, comunque si preferisca procedere, la scelta è solo la nostra, nessuna imposizione!

E se fate conto che al ristorante principale, ma anche all’Horizon Court, potrete gustare i manicaretti di cioccolato, preparati in esclusiva solo per Princess Cruises dal maestro cioccolatiere francese Norman Love, vi rendete conto che l’esperienza culinaria nel ristorante principale non è affatto ordinaria, anzi!

Ma a bordo ci sono spazi aperti 24 ore al giorno, come l’International Café situato nella Piazza. Qui si possono gustare ottimi croissant, piccoli dolcetti, crostate, torte salate, insalate, panini e bevande gourmet. 

Gli amanti del caffè e del tè apprezzeranno il menu New Grounds Crafted che propone una varietà di bevande speciali a base di caffè espresso, realizzate con una miscela personalizzata di chicchi di caffè.

All’Horizon Court, il buffet recentemente rinnovato e reso davvero molto piacevole, si può invece godere di una selezione di piatti internazionali che cambia durante il giorno ed in grado di soddisfare anche il palato più esigente. 

Completano l’elenco delle offerte ristorative di bordo:

  • il Trident Grill, dove gustare ottimi hamburger, patatine e hot dog, con una vasta scelta anche di hamburger vegetariani, salsicce e petto di pollo grigliato. Un’ottima soluzione veloce quando si decide di indulgere sui ponti esterni e non si ha voglia alcuna di tornare in cabina e di prepararsi.
  • la Pizzeria, eletta “migliore pizza in mare” da USA TODAY! Qui si serve la pizza preparata in vero italian style, fatta a mano e così goduriosa appena sfornata! Ovviamente non ci si può esimere dal provarla e io, notoriamente golosa, l’ho fatto!
  • il gelato dopo la pizza non può mancare, no? E come volevasi dimostrare, ho provato anche quello, insieme ad alcuni dei miei compagni di viaggio. Comodamente seduta a bordo piscina a godermi il mio gelato alla vaniglia e cioccolato, morbido e gustoso e…assolutamente gratuito!

Ma se il cono non fa per voi, potrete optare – a pagamento stavolta – per golose coppe arricchite con ogni ben di Dio che vi venga in mente!

©Princess Cruises
  • se una sera volete godervi una cena nella più completa intimità, oppure desiderate quel dolcetto al cioccolato che tanto vi ha stuzzicato l’appetito, oppure un semplice sandwich club, o desiderate godere di una colazione a letto o un cocktail, tutto nel comfort della vostra cabina, il servizio in camera 24 ore su 24 è ciò che fa per voi, basta una semplice telefonata! Fate solo attenzione perché in alcuni casi specifici e ben indicati, si applicano dei supplementi. Però siamo in vacanza, perché non approfittarne?
  • se invece desiderate optare per una sorpresa al vostro partner, perché non portarlo a cena dallo Chef Curtis Stone, allo SHARE? Il costo è davvero piccolo, 39 dollari – e al cambio attuale decisamente a noi favorevole, 34 euro e qualche centesimo – ma vi offre l’opportunità esclusiva di gustare un’esperienza culinaria lunga sei portate. 
  • oppure potrete optare per il Crown Grill, la ‘migliore steakhouse in mare‘ per USA Today. L’ambientazione è davvero favolosa e mi ha davvero stregata. Qui si gustano ottime bistecche in pieno american style ma anche prodotti a base di pesce fresco e frutti di mare di alta qualità. Il tutto circondati da arredi in legno e con una modernissima cucina a vista dove osservare gli Chef al lavoro.
  • o ancora, un’esperienza al gastropub di Ernesto Uchimura, chef fondatore dell’originale Umami Burger. Per rivivere, con ottima musica dal vivo, il tocco speciale dei pub. 
  • se, infine, siete amanti dei frutti di mare, non vorrete perdervi l’esperienza al Crab Shack, l’intrigante opzione bistrot ospitata all’interno del buffet Horizon Court. Il luogo migliore dove assaporare l’aragosta bollita in stile Bayou e la salsiccia piccante, la zuppa di vongole, i gamberi jumbo e le cozze. Ho già l’acquolina!

Una nave adatta anche ai più piccoli!

Se partite con i vostri bimbi o ragazzi, nessuna paura! A bordo il Camp Discovery è pronto ad accogliere i giovani crocieristi: questa struttura Princess è infatti interamente dedicata ai bambini e agli adolescenti, consentendo loro di partecipare alle divertenti attività dedicate.

I Kids Club hanno programmi diversificati per specifici gruppi di età:

  • The Treehouse, per bambini da 3 a 7 anni, propone tante attività pratiche per il divertimento dei più piccoli.
  • Al The Lodge (8-12 anni), i bambini possono esplorare in libertà e dedicarsi ad attività sportive.
  • Ed infine il The Beach House, per gli adolescenti (13-17 anni), è una lounge a tema spiaggia per i più grandi, il luogo perfetto per incontrarsi, conoscersi e divertirsi insieme.

Un dietro le quinte inaspettato!

L’Entertainment Director di Emerald Princess, che segue l’ultima parte del nostro tour a bordo, l’esplosiva e carinissima Lisa Ball, ci regala un dietro le quinte davvero inaspettato, portandoci ad esplorare la zona dietro il teatro. I camerini degli artisti, la zona guardaroba, con centinaia di costumi ordinatamente appesi lungo un meccanismo che si estende per due piani, sono stati studiati nei dettagli da noi curiosoni!

Ovviamente i costumi sono in più taglie e sono centinaia perché devono essere in grado di coprire tutti gli spettacoli previsti nei vari mesi. Pensate che in totale sono circa 70/80 le persone che lavorano dietro le quinte, compresi poco più di 20 artisti, tra ballerini, cantanti, presentatori etc.

Nei camerini osservo incuriosita le postazioni di ogni artista, con i trucchi di scena, i boa che sbucano dai cassetti, le parrucche improponibili e i vari copricapo, alcuni davvero buffi! Spesso, durante un singolo spettacolo, ci sono diversi costumi di scena che, ovviamente, devono essere cambiati in tutta velocità.

Lisa ci spiega che lo spettacolo più apprezzato in assoluto sia ‘I want you‘ la versione in mare del nostro The Voice of Italy. C’è una grande aspettativa dietro questo show, perché i vincitori potrebbero essere invitati a partecipare in TV allo show americano; per il momento si sta ancora trattando ma presto si avranno più news in merito.

Terminato il giro nei meandri della zona teatro, passiamo attraverso la zona alloggi dell’equipaggio e raggiungiamo, un ponte sotto, la zona carico -scarico merci, in cui transitano anche le nostre valigie una volta imbarcate.

Ci viene spiegato il metodo con il quale vengono smistate e poi inviate in ciascun ponte e solo davanti all’enorme mole di carrelli, ci si rende conto di quante valigie – almeno due a testa in genere – possano transitare all’imbarco e allo sbarco. Senza metodo davvero sarebbe impossibile capirci qualcosa!

Il personale che transita in queste zone ci osserva incuriosito e non manca di salutarci ad ogni occasione; non si vedono tanti ‘civili‘ qui e chi ha mansioni non a contatto con il pubblico è ovviamente molto interessato dal trambusto creato da questo sparuto gruppetto di agenti di viaggio (e blogger nel mio caso).

Di passaggio osservo i vari manifesti appesi in corridoio che, oltre a mostrare in foto i lavoratori meritevoli, mettono sempre in evidenza a grandi lettere il rispetto delle più basilari regole d’igiene.

Pic Daniela Pisano

Lavarsi le mani è fondamentale per evitare, così come per gli ospiti, contagi dovuti al Norovirus. Al minimo segno di eventuali sintomi, bisogna immediatamente recarsi dal medico il cui ufficio è a pochi passi, che provvederà immediatamente a fare i passi necessari per evitare un contagio generale.

Una sbirciatina alla sala medici leggermente aperta e poi si scappa via e si rientra nella zona ospiti, dove veniamo guidati al ristorante che ci attende per il pranzo.

Nota di merito per ogni persona che ho incontrato durante tutto il percorso: grandi sorrisi, curiosità e tanta gentilezza sono all’ordine del giorno e in ristorante il Maître, che parla un po’ d’italiano, ci coccola con tante piccole attenzioni. Se questo è solo un morso, un piccolo assaggio di ciò che ci aspetta in crociera, direi che rende perfettamente l’idea!

Curiosità

Pic Daniela Pisano

Ciò che ha attirato la mia attenzione a bordo è stata la Wedding Chapel: ok, siamo a bordo di una delle navi della flotta delle Love Boat, ma la meraviglia di queste navi è che qui si celebrano matrimoni con valenza legale, a differenza di tutte le altre compagnie di navigazione, che possono solo offrire un servizio di rinnovo voti che non ha nessun valore, se non sentimentale.

Non essendo in quel momento addobbata a dovere perché nessuna cerimonia è prevista, non rende tantissimo l’idea – come ci spiega la nostra guida e come sottolinea ironicamente qualche commento che indica questa zona come il patibolo – ma possiamo benissimo immaginare la magia che qui vive chi sceglie di sposarsi in crociera!

Durante questa visita nave ho avuto modo di incontrare nuove persone e con alcuni di loro sono rimasta in piacevole contatto, tanto da iniziare nuove collaborazioni. È anche questa la magia delle navi: permette nuovi incontri, salda legami esistenti, crea dal nulla amicizie sincere o, semplicemente, regala incontri che, per quanto veloci e fugaci, ti rimangono a lungo nel cuore.

I numeri di Emerald Princess

Stazza lorda

113.561 GT

Lunghezza complessiva 288,7 metri
Larghezza 36 metri
Velocità massima 22,15 nodi
Ponti 19
Cabine passeggeri 1.539
Owner’s Suite 2
Penthouse Suite 16
Premium Suite 4
Vista Suite 6
Two Bedroom Family Suite 2
Balcone 858
Esterne 222
Interne 451
Ratio Cabine esterne 71%
Ratio Cabine balcone 57%
Cabine equipaggio 632
Max persone a bordo4.800

Gioco Viaggi

Anche Gigi Torre, presidente e fondatore di Gioco Viaggi, vuole un ricordo di questa visita nave!

Gioco Viaggi – Tour & Cruise Operator specializzato nel settore crocieristico – è leader nella rappresentanza, commercializzazione e vendita del prodotto crociere in Italia per Princess Cruises (e non solo).

Un grande ringraziamento va a Gigi Torre, suo Presidente e fondatore, che ci ha guidato sapientemente e pazientemente lungo tutta la visita, con la sua simpatia e la grande esperienza.

Per ulteriori informazioni su questa o altre navi della flotta, su itinerari e/o prenotazioni, contattate Gioco Viaggi al numero 010 5531169 o visitate il sito ufficiale.

Galleria foto

Dai nostri social

Crediti

Pics by ©Salvatore Scuotto Photographer (qui la sua pagina Fb), salvo diversamente indicato.

Un ringraziamento sentito va anche alla nostra giovanissima new entry, Gabriele Cavicchini, che ha seguito Emerald Princess durante la sua tappa a Genova e ci ha aggiornato tramite i nostri social.

Tutte le immagini sono coperte da ©, comprese quelle di Princess Cruises ove indicato.

Pin

Follow @CrazyCruises

Hai trovato interessante questo articolo? Lascia il tuo mi piace o un tuo commento o una tua condivisione per aiutarmi a crescere: a te non costa nulla, a me aiuta tantissimo 🙂

Licenza Creative Commons

09/06/2019 ore 17.40 – “Post protetto da Licenza Creative Commons International CC BY-ND 4.0″

Daniela Pisano
Daniela Pisano

Blogger e cruise addict, viaggiare è sempre stato il mio chiodo fisso, insieme alla passione innata per l’archeologia e l’Egitto, per il mare e per i paesi orientali. Amo fotografare i particolari più strani, le cosiddette prospettive insolite. Sono sarda e son dello Scorpione, amo la mia terra perché mi ha insegnato a capire il mare in tutte le sue sfumature!

More Posts - Website

Follow Me:
TwitterFacebookLinkedInPinterestGoogle PlusYouTube

Pubblicità

Pubblicità