Gli italiani e le crociere ecosostenibili

Gli italiani e le crociere ecosostenibili

Si amplia la fetta di turismo che punta sull’essere più green ed ecosostenibile, attenti all’ambiente ma non solo, anche per il settore crocieristico.

Secondo un recente sondaggio realizzato da www.crocierissime.it, il primo sito italiano interamente dedicato al mondo delle crociere, il 35% dei vacanzieri italiani prenoterebbe più volentieri sapendo di poter scegliere una crociera con queste caratteristiche:

  • attenzione all’ambiente;
  • conservazione della flora e della fauna
  • rispetto e sostegno delle popolazioni locali e delle loro tradizioni.

Un dato che conferma e supporta la tendenza del mercato a livello mondiale. Non per niente la Clia, ossia l’associazione internazionale dell’industria crocieristica, ha annunciato l’impegno formale di ridurre entro il 2030 le emissioni di carbonio del 40% da parte di tutte le navi da crociera del mondo.

Ma già alcuni progressi in tal senso sono stati fatti: ecco alcuni esempi.

Costa Crociere a novembre 2019 festeggerà la nuova Costa Smeralda con il suo viaggio inaugurale. Oltre ad offrire ai suoi ospiti lusso, comfort e design innovativo, la nuova ammiraglia sarà alimentata con un sistema di combustione LNG (gas naturale liquefatto), il combustibile più pulito al mondo. Ciò le consentirà di raggiungere importanti obiettivi per il rispetto dell’ambiente.

Varo tecnico per Costa Smeralda

MSC Crociere si è fortemente impegnata nell’ambito del Plastics Reduction Programme, eliminando il più possibile articoli in plastica, sia a bordo delle navi sia a terra, sostituendoli con articoli ecocompatibili e riorganizzando anche le sue immense cucine.

Bicchieri di carta per rinfrescare gli ospiti che rientrano a bordo per MSC

Royal Caribbean si propone di utilizzare prodotti biodegradabili o riutilizzabili a bordo e carburante Bio-Diesel per le navi, il che consente un notevole risparmio energetico.

Grazie alla partnership con National Geographic inoltre, organizza avventure particolari. Un esempio sono le spedizioni alle Galapagos per poche persone, con lezioni sulla conservazione della flora e della fauna durante le quali si mangia solo pesce allevato in modo sostenibile e cibo locale.

Holland America è particolarmente avanti nelle politiche di gestione dei rifiuti e per il risparmio energetico. Si incoraggiano i propri clienti a riutilizzare gli asciugamani della cabina ed inoltre tutto il suo staff è eco-friendly e preparato per insegnare anche agli ospiti a bordo come comportarsi per rispettare l’ambiente. Bastano anche piccoli gesti per ottenere grandi risultati, come ottimizzare l’uso dell’acqua.

Grande rispetto per l’ambiente anche in cabina, con saponi e detergenti per le pulizie a base di soia, banana, estratti di arance, ecc.

Disney Cruise, tra le altre cose, si è impegnata a tagliare le emissioni energetiche, a usare sostanze naturali, luci a basso impatto e acqua rigenerata dal sistema dell’aria condizionata per la lavanderia.

Inoltre a bordo esiste una figura, un ufficiale, che ha il compito di educare e promuovere politiche ecosostenibili.

Celebrity Cruise, invece, ha adottato pannelli solari, ha ascensori hi-tech che aiutano a risparmiare energia fino al 50%. Le sue navi particolarmente aerodinamiche, risultano anche più efficienti, consumando meno carburante. A bordo inoltre, si ricicla in modo intelligente materiali come vetro e alluminio. 

Norwegian Cruise ha dei sistemi avanzati di trattamento di tutte le acque reflue a bordo, un sistema rigoroso di gestione dei rifiuti in cui si predilige il riciclo, tecnologie per il risparmio energetico e un ridotto consumo del carburante.

A bordo è prevista la presenza di un ufficiale ambientale (Ua) il cui compito include l’implementazione, la formazione, la supervisione e il controllo del rispetto delle norme ambientali sulla nave. Oltre a fornire assistenza a terra per lo sviluppo di politiche e procedure ambientali. Sempre pronto a rispondere alle domande degli ospiti sulla materia, ha anche il compito di preparare l’equipaggio assicurandosi che rispetti tutte le norme e i programmi per l’ambiente.

Norwegian Cruise Line Holdings riduce uso della plastica usa e getta
Norwegian Cruise Line Holdings riduce uso della plastica usa e getta

Insomma, ogni Compagnia cerca di adottare politiche ecosostenibili con tecnologie efficienti e all’avanguardia. Ma dalla nostra parte, noi crocieristi, cosa possiamo fare per l’ambiente quando siamo a bordo?

Crocierissime.it ha elencato alcune regole per essere green anche a bordo:

  • non sprecare cibo. Al buffet, ad esempio, basta semplicemente non riempirsi troppo il piatto.

Durante la mia recente vacanza a bordo di Koningsdam ad esempio, ho notato che la Compagnia ha eliminato i vassoi (dove è più facile accumulare troppo cibo) e ha adottato l’uso di piatti più piccoli. Quindi se avete fame, dovrete alzarvi più volte – evviva la ginnastica – per riempire il piatto secondo le vostre esigenze;

  • preferire le scale agli ascensori che sono sempre in attività tra i vari ponti. In questo modo aiutiamo a risparmiare molta energia e oltretutto, ci manteniamo in forma;
  • riutilizzare per quanto possibile gli asciugamani in cabina e i teli mare o piscina;
  • risparmiare sul consumo dell’acqua, sia quando si fa la doccia che quando ci si lava i denti. come si fa in casa propria…o no?
  • evitare di usare oggetti di plastica monouso. Anche quelli portati dall’esterno, visto che moltissime Compagnie hanno bandito la plastica dalla vita di bordo;
  • partecipare attivamente ai programmi sul riciclo e la corretta gestione dei rifiuti.

Si tratta di piccoli, grandi gesti ma provate a moltiplicarli per le migliaia di passeggeri a bordo e vi renderete conto che anche le più piccole azioni, che dovrebbero diventare quotidiane, possono fare la differenza vera!

Ricordate che il mare è una risorsa da tutelare e salvaguardare, così come in generale il nostro Pianeta. Fare la nostra piccola parte, anche in vacanza, non ci costa nulla, non trovate?

Follow @CrazyCruises

Hai trovato interessante questo articolo? Lascia il tuo mi piace o un tuo commento o una tua condivisione per aiutarmi a crescere: a te non costa nulla, a me aiuta tantissimo 🙂

Licenza Creative Commons

03/07/2019 ore 16.20 – “Post protetto da Licenza Creative Commons International CC BY-ND 4.0″

Daniela Pisano
Daniela Pisano

Blogger e cruise addict, viaggiare è sempre stato il mio chiodo fisso, insieme alla passione innata per l’archeologia e l’Egitto, per il mare e per i paesi orientali. Amo fotografare i particolari più strani, le cosiddette prospettive insolite. Sono sarda e son dello Scorpione, amo la mia terra perché mi ha insegnato a capire il mare in tutte le sue sfumature!

More Posts - Website

Follow Me:
TwitterFacebookLinkedInPinterestGoogle PlusYouTube

Pubblicità

Pubblicità