News in breve: MSC Crociere, Australis e Royal Caribbean

MSC Crociere sospende scali in Turchia

Dopo la decisione di Crystal Cruises, Celebrity Cruises Disney Cruise Line, anche MSC Crociere ha deciso di sospendere gli scali verso la Turchia.

MSC Magnifica: donna cade in mare, in corso le ricerche

La Compagnia, in particolare, sospenderà gli scali di MSC Magnifica a Istanbul e Smirne, sostituendoli con Atene e Mykonos: al momento la decisione è valida per le partenze dal 26 marzo fino al termine della stagione crocieristica nel Mediterraneo in ottobre.

La decisione è stata presa a causa di disordini in corso nel paese.

“Questa decisione è stata presa dalla Compagnia a seguito delle crescenti preoccupazioni degli ospiti a causa dei recenti tragici eventi di Istanbul” – sostiene la Compagnia in un comunicato.

Nuova nave per Australis

La Compagnia di crociera Australis, specializzata in crociere di spedizione, ha recentemente venduto una sua unità, la Via Australis, alla Lindblad Expeditions e ha confermato l’intenzione di costruire una nuova nave per sostituirlaentro il 2017.

News in breve: MSC Crociere, Australis e Royal Caribbean

News in breve: MSC Crociere, Australis e Royal Caribbean

La nuova nave offrirà più cabine in una struttura snella, moderna, paragonabile all’altra unità della flotta, Stella Australis, che fu costruita presso il cantiere ASENAV in Cile nel 2010.

Proteste a Labadee, oasi Royal Caribbean: Freedom OTS salta scalo

Freedom of the Seas, flotta Royal Caribbean, salta la fermata a Labadee, ad Haiti, dove che diverse imbarcazioni con manifestanti a bordo hanno circondato la nave.

“Quando Freedom of the Seas è arrivata a Labadee, ad Haiti, la nave è stata circondata da imbracazioni con persone che hanno messo in scena una protesta” dichiara Royal Caribbean ha detto in una dichiarazione.

“Anche se questa protesta era tranquilla, era chiaro che, se fosse continuata a lungo, ci sarebbe stato un impatto significativo sui nostri ospiti.

Pertanto, Royal Caribbean ha deciso di annullare la fermata di Freedom of the Seas a Labadee”.

La protesta non era ufficialmente diretta alla Compagnia ma pare sia legata alla recente tornata elettorale nel Paese.

Per il momento non è chiaro se la decisione di saltare questa destinazione sarà valida anche per le prossime date (la prossima data utile per una nave Royal è per il 21 gennaio con l’arrivo di Navigator of the Seas).

Royal Caribbean su questo dichiara:

“Continueremo a monitorare attentamente la situazione e sono in stretta comunicazione con i funzionari locali e il governo di Haiti.”

Hai trovato interessante questo articolo? Lascia il tuo mi piace o un tuo commento o una tua condivisione per aiutarmi a crescere: a te non costa nulla, a me aiuta tantissimo 🙂

20/01/2016 ore 12.50
“Articolo di Crazy Cruises in riproduzione riservata” protetto da licenza Creative Commons International: Devi attribuire adeguatamente la paternità sul materiale, fornire un link e indicare se sono state effettuate modifiche.
Daniela Pisano
Daniela Pisano

Blogger e cruise addict, viaggiare è sempre stato il mio chiodo fisso, insieme alla passione innata per l’archeologia e l’Egitto, per il mare e per i paesi orientali. Amo fotografare i particolari più strani, le cosiddette prospettive insolite

More Posts - Website - Twitter - Facebook - LinkedIn - Pinterest - Google Plus

Pubblicità

Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *