Navigator of the Seas, passeggero disperso in mare

E’ stato il noto sito americano Cruise Law News a riportare la notizia secondo la quale una persona imbarcata sulla Navigator of the Seas, flotta Royal Caribbean, sarebbe caduta in mare durante la notte del 4 marzo, poche ore prima dell’arrivo della nave a Fort Lauderdale, Florida.

Navigator of the Seas, passeggero disperso in mare

Navigator of the Seas, passeggero disperso in mare

Il sito cita la segnalazione di diversi passeggeri che hanno sentito l’annuncio “Oscar, Oscar” (codice internazionale per ‘uomo in mare’) intorno alle 23.

Le ricerche si sono attivate subito, con il lancio a mare di diversi salvagenti con segnalatori luminosi e con l’ausilio di una lancia ma la notte particolarmente buia non ha aiutato i soccorritori (come si evince dal video di un passeggero pubblicato su Twitter).

“Alle prime ore di sabato mattina, la nave è stata assistita nelle ricerche di un uomo disperso in mare dalla Guardia Costiera, che ha ora assunto il controllo delle operazioni, mentre la Navigator of the Seas ha ripreso il suo viaggio a Port Everglades, in Florida” ha riferito Royal Caribbean in un comunicato.

“A bordo, il nostro ‘Care Team’ sta fornendo sostegno alla famiglia del passeggero” termina la nota.

La Guardia Costiera con sede a Key West, ha riferito che il passeggero scomparso corrisponde al nome dell’americano David Mossman, texano di 46 anni: nella dichiarazione ufficiale della stessa Guardia Costiera, si legge che il signor Mossman è caduto da un altezza di circa 30 metri, corrispondente al ponte 10 della nave da crociera, a circa 36 miglia nautiche (circa 67 km) a sud di Carysfort Reef Luce.

Navigator of the Seas, passeggero disperso in mare

La Guardia Costiera sta continuando le ricerche con l’ausilio di un elicottero MH-65 e un aereo HC-144 “Ocean Sentry”: in totale in questi 2 giorni si è scandagliata una zona di mare di più di 1.700 miglia nautiche quadrate (5800 chilometri quadrati), senza purtroppo trovare traccia dell’uomo (secondo nbc news).

AGGIORMANTO ore 19.20

La Guardia Costiera degli Stati Uniti ha sospeso la ricerca del passeggero disperso, dopo aver coperto un’area di oltre 2.500 miglia nautiche quadrate perchè, nonostante l’impiego di aerei, elicotteri e altre navi nella ricerca, l’uomo non è stato trovato.

Chris Eddy, tecnico specializzato  nella ricerca e nel soccorso, di stanza presso il 7 ° distretto della Guardia Costiera, ha dichiarato:

“La decisione di sospendere le ricerche non è mai un compito facile. Purtroppo nonostante i nostri sforzi e una ricerca esaustiva, i nostri equipaggi sono stati in grado di localizzare il passeggero.

Vogliamo estendere le nostre condoglianze alla famiglia e agli amici di David Mossman”.

Hai trovato interessante questo articolo? Lascia il tuo mi piace o un tuo commento o una tua condivisione per aiutarmi a crescere: a te non costa nulla, a me aiuta tantissimo 🙂

07/03/2016 ore 01.00
“Articolo di Crazy Cruises in riproduzione riservata” protetto da licenza Creative Commons International: Devi attribuire adeguatamente la paternità sul materiale, fornire un link e indicare se sono state effettuate modifiche.
Daniela Pisano
Daniela Pisano

Blogger e cruise addict, viaggiare è sempre stato il mio chiodo fisso, insieme alla passione innata per l’archeologia e l’Egitto, per il mare e per i paesi orientali. Amo fotografare i particolari più strani, le cosiddette prospettive insolite

More Posts - Website - Twitter - Facebook - LinkedIn - Pinterest - Google Plus

Pubblicità

Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *