Il nuovo Terminal crociere di Cagliari è ora realtà!

Il nuovo Terminal Crociere di Cagliari è realtà: è stato inaugurato il 22 di luglio nel corso di una cerimonia ufficiale a cui abbiamo potuto partecipare come ospiti.

Il nuovo Terminal crociere di Cagliari è ora realtà!Il nuovo Terminal crociere di Cagliari è ora realtà!

Il taglio del nastro

Come raccontare un evento ufficiale senza cadere nella noia di chi legge le stesse parole ovunque? Forse cercando di viverlo attraverso gli occhi di chi l’ha vissuto personalmente.

Un caldo giovedì, poco ventilato e un giornata che volge verso il termine, così mi ha accolto il porto.

Una volta parcheggiata la macchina a due passi dal Terminal, mi sono soffermata a godere del panorama. Affianco a noi, da una parte il cargo Alexandra e dall’altra il nuovo Terminal con alle spalle un bellissimo scorcio della città di Cagliari. E’ li che mi sono resa conto per l’ennesima volta di quanto sia affascinate e bello questo nostro capoluogo di Regione…e che scorcio fantastico può godere dalla nave chi arriva e chi parte!

A volte bisogna solo imparare a vedere le cose con occhi diversi per rendersi conto di cosa la nostra realtà può offrire!

Il nuovo Terminal crociere di Cagliari è ora realtà!

Mentre mi avvicinavo all’ingresso dove era già stato posizionato il nastro tricolore pronto per essere tagliato, ho sentito fortissimo il profumo di mirto e menta, che, nel calpestìo, rilasciavano sempre più forte il loro aroma tipico: un richiamo diretto che riporta alla mente i profumi della nostra terra.

La cerimonia ha visto il taglio del nastro ad opera di Karina Santini, Presidente di Cagliari Cruise Port e PR&Med Port Development Manager di Royal Caribbean Italia, e di Demes Karapatakis, seguito dalla benedizione dell’arcivescovo di Cagliari Arrigo Miglio, che hanno preceduto poi gli ospiti nella visita del terminal all’interno, prima di recarsi dall’altro lato per una cena informale.

Il nuovo Terminal crociere di Cagliari è ora realtà!

Karina Santini, Presidente di Cagliari Cruise Port e PR&Med Port Development Manager di Royal Caribbean Italia, e Demes Karapatakis

E’ durante questi momenti che ho potuto scambiare opinioni e conoscere anche più a fondo le problematiche legate al porto.

Scopro che il Terminal non è costato nemmeno un euro ai contribuenti: è stato infatti interamente finanziato da privati. Ottocentomila euro divisi tra Cagliari Cruise Port, Royal Caribbean e VTP (Venezia terminal passeggeri).

Il nuovo Terminal crociere di Cagliari è ora realtà!

La Cagliari Cruise Port ha una concessione di 15 anni: terminato questo tempo la società sarà assolutamente libera di decidere se confermarla oppure se far subentrare qualche altro attore o ancora, se smontare la struttura.

Il nuovo Terminal crociere di Cagliari è ora realtà!

Il nuovo Terminal si lascia alle spalle le polemiche per il mancato utilizzo del vecchio al Molo Ichnusa, un monumento allo spreco che fa capolino anche dalla posizione in cui ci troviamo: tralasciando le polemiche politiche che poco hanno a che fare con il mio ‘lavoro’, mi concentro sulle potenzialità del nuovo, dove non ci sono i problemi di fondale (le navi già attraccano da tempo in queste banchine che ci ospitano) e che da oggi vedrà il passaggio di crocieristi ignari di tutte queste beghe politiche che vanno avanti da anni.

Il nuovo Terminal crociere di Cagliari è ora realtà!

Quello che bisogna sottolineare, e con forza, è il grande potenziale di questo porto: si stimano 300.000 passeggeri in transito per il prossimo anno ma Karina Santini è convinta che saranno molti di più.

“Abbiamo sempre creduto in questa destinazione, è uno scalo importante per le compagnie crocieristiche che scelgono di inserire Cagliari nella propria programmazione” ha dichiarato.

Il tutto senza avere rimpianti per il passato ma guardando avanti, verso un futuro che veda Cagliari protagonista nel Mediterraneo.

Il nuovo Terminal crociere di Cagliari è ora realtà!

Un’occasione che non bisogna assolutamente farsi sfuggire: è pur vero che è proprio la situazione geopolitica del Mediterraneo Orientale e delle coste africane a spingere le Compagnie alla scelta quasi ‘obbligata’.

Ma è proprio in questi momenti che si costruiscono le basi per una futuro da protagonista per un porto situato in una posizione di suo strategica, a metà strada da tutto, un punto di riferimento per porti molto più trafficati, come Barcellona e Marsiglia. Lo sottolineano anche i rappresentanti di altri porti del Mediterraneo nell’intervista che trovate qui sotto.

L’inserimento negli itinerari e una degna accoglienza, non solo cittadina, ma dell’intero territorio, non può che essere un ottimo trampolino di lancio.

Quello che ci si auspica è che sempre più passeggeri sardi utilizzino questo porto come partenza delle proprie crociere; e con lo spostamento in futuro delle navi ro-ro verso il porto canale, quest’area sarà dedicata totalmente agli ospiti delle navi da crociera, con possibilità anche di avere più banchine libere e dedicate e dunque un potenziale aumento di traffico di unità navali e di passeggeri.

Il nuovo Terminal crociere di Cagliari è ora realtà!

Tornando all’evento, la serata è stata veramente ben riuscita e studiata nei particolari, come hanno avuto modo di apprezzare gli ospiti internazionali.

Il gruppo folkloristico Sa Festa di Casa Atzeri, a Maracalagonis, già realtà ben inserita in questo mondo, con escursioni dedicate vendute a bordo, ha allietato il pubblico con la musica tradizionale e varie esibizioni di ballu tundu che hanno coinvolto anche il pubblico presente.

Il nuovo Terminal crociere di Cagliari è ora realtà!

Decisamente molto riuscito anche il buffet, con tipici piatti sardi, ravioli, gnocchetti, maialino, salumi e formaggi tipici, annaffiati dai vini della cantina Audarya e i liquori di Bresca Dorada.

La festa è terminata a notte fonda, con una luna piena che ha regalato ulteriori emozioni, insieme al volo di centinaia di fenicotteri che facevano la spola tra lo stagno di Molentargius e la baia di Capoterra, uno spettacolo che non ha mancato di stupire i presenti.

La 2 giorni di inaugurazione si è conclusa con la Fam Trip nel Sulcis, la visita dei territori del sud-ovest sardo, nella zona del Sulcis-Iglesiente, alla scoperta di un territorio ancora abbastanza sconosciuto dal punto di vista turistico: nel percorso, gli ospiti internazionali, hanno avuto modo di scoprire Santadi con visita alle Grotte di IS ZUDDAS, il borgo medioevale di Tratalias, Carbonia Citta’ e la Grande Miniera di Serbariu con il suo museo del carbone, per terminare la giornata con un giro in barca e una visita a Porto Flavia e alla Spiaggia Di Masua.

Un itinerario molto interessante e ricco, che si spera possa impressionare e interessare le grandi Compagnie di crociera, considerando che la distanza dal porto di Cagliari non è eccessiva.

La visita era a cura di Visit Sulcis in collaborazione con Cagliari Cruise Port e Confcommercio Imprese per l’Italia Sud Sardegna.

Il nuovo Terminal crociere di Cagliari è ora realtà!

Con i ragazzi di Easy Holiday Sardinia

Image credit © and ©Ideaslbaservice – all right reserved

Daniela Pisano
Daniela Pisano

Blogger e cruise addict, viaggiare è sempre stato il mio chiodo fisso, insieme alla passione innata per l’archeologia e l’Egitto, per il mare e per i paesi orientali. Amo fotografare i particolari più strani, le cosiddette prospettive insolite. Sono sarda e son dello Scorpione, amo la mia terra perché mi ha insegnato a capire il mare in tutte le sue sfumature!

More Posts - Website - Twitter - Facebook - LinkedIn - Pinterest - Google Plus

Pubblicità

Pubblicità