Affonda battello escursioni in Groenlandia, salvati 23 crocieristi Ponant

Tutto è cominciato come una tranquilla escursione nelle acque gelate della Groenlandia: 23 croceristi della nave da crociera di lusso L’Austral, flotta Ponant, sono invece stati salvati questa domenica, quando appunto la nave utilizzata per il giro turistico, per cause ancora da stabilire, ha iniziato ad affondare al largo della costa e, per fortuna, a soli 100 metri dalla nave.

Affonda battello escursioni in Groenlandia, salvati 23 crocieristi Ponant

Affonda battello escursioni in Groenlandia, salvati 23 crocieristi Ponant

A dare immediato soccorso è stato infatti l’equipaggio della nave: immediatamente sono stati messi in mare i veloci gommoni, che hanno raccolto i passeggeri e i 3 membri dell’equipaggio.

Per fortuna nessuno è rimasto ferito.

I fatti li racconta con dovizia di particolari l’Arctic Journal, un giornale indipendente Groenlandese.

Affonda battello escursioni in Groenlandia, salvati 23 crocieristi Ponant

La Inuk II, questo il nome dell’imbarcazione, è affondata in meno di 10 minuti, con l’ultimo passeggero salvato che ormai aveva l’acqua al livello della vita: l’immediato soccorso dei passeggeri e dell’equipaggio ha scongiurato una tragedia.

Le autorità groenlandesi, intanto, non si sbilanciano e ancora indagano sul naufragio della Inuk II avvenuto nelle vicinanze di Ilulissat: per il momento l’unica certezza è che non si è trattato di uno scontro tra imbarcazioni ma che con ogni probabilità sia comunque avvenuta una collissione con qualcosa in acqua, anche se al momento non si capisce bene cosa.

Per fortuna nelle vicinanze, oltre alla nave, c’erano diverse imbarcazioni turistiche e pescherecci, i primi a dare immediato soccorso: i passeggeri e i membri dell’equipaggio coinvolti nell’incidente, sono stati subito forniti di coperte e sono stati rassicurati, mentre erano in attesa di rientrare in nave.

Affonda battello escursioni in Groenlandia, salvati 23 crocieristi Ponant

Nella sua dichiarazione sull’accaduto, Ponant ha messo in evidenza i 15 anni di esperienza nei poli della Compagnia:

“Le uscite con lo Zodiac, che Ponant utilizza, sono soggette a tutta una serie di precauzioni dettate dall’ISM: si deve possedere la licenza di pilota, un manuale contenente le norme di sicurezza, e tutto questo è valido anche per le imbarcazioni che vengono utilizzate per le escursioni. Garantire la sicurezza dei nostri passeggeri è sempre stata la nostra più alta priorità e la principale preoccupazione del nostro esperto personale”.

Image by ©Jens Ole Thomassen via The Arctic Journal

Hai trovato interessante questo articolo? Lascia il tuo mi piace o un tuo commento o una tua condivisione per aiutarmi a crescere: a te non costa nulla, a me aiuta tantissimo 🙂

18/08/2016 ore 12.00 – “Post protetto da Licenza Creative Commons International CC BY-ND 4.0″

Daniela Pisano
Daniela Pisano

Blogger e cruise addict, viaggiare è sempre stato il mio chiodo fisso, insieme alla passione innata per l’archeologia e l’Egitto, per il mare e per i paesi orientali. Amo fotografare i particolari più strani, le cosiddette prospettive insolite. Sono sarda e son dello Scorpione, amo la mia terra perché mi ha insegnato a capire il mare in tutte le sue sfumature!

More Posts - Website - Twitter - Facebook - LinkedIn - Pinterest - Google Plus

Pubblicità

Pubblicità