Arriva Virgin Voyages con 3 nuove navi in ordine a Fincantieri

Sir Richard Branson, patron di Virgin, non finisce mai di stupire: durante un evento che si è tenuto ieri a Miami, ha annunciato non solo il cambio di nome della sua nuova avventura nel campo crocieristico, Virgin Cruises diventa Virgin Voyages, ma ha anche rivelato che ha firmato con Fincantieri per tre nuove navi da crociera da 110.000 tonnellate di stazza lorda ed in grado di trasportare 2.800 passeggeri.

Virgin Voyages

Virgin Voyages

La prima nave sarà costruita presso il cantiere navale di Genova ed entrerà in servizio nel 2020: primo taglio dell’acciaio nei primi mesi del 2017. Le altre due unità saranno consegnate rispettivamente nel 2021 e nel 2022. La prima nave che uscirà dal cantiere offrirà crociere settimanali da Port Miami.

La missione di Virgin Voyages è quello di attrarre i viaggiatori che non hanno mai considerato l’idea di una vacanza in crociera: da quando nel 2015 hanno annunciato l’ingresso nel settore di Virgin Cruises, la società ha raccolto i feedback di migliaia di viaggiatori che lamentavano tantissimi difetti. Un esempio?

Tra le tante cose sentite in questo tempo è che spesso la gente si sente come se fosse sopra un carro bestiame o si sente come un gregge di pecore ammassato” ha detto Branson “Pensiamo di poter creare qualcosa di davvero divertente” e nel video promozionale, Virgin Voyages promette una “vacanza che non è possibile prevedere“.

tutti sul palco alla presentazione della Virgin Voyages

Le navi saranno decisamente molto più piccole di quelle della concorrenza principale (ossia Carnival Cruise Line, Royal Caribbean International e Norwegian Cruise Line) e McAlpin stesso afferma che non si presenteranno come grandi player del settore ma semplicemente come una piccola (si fa per dire aggiungerei io, conoscendo le mire di Branson) compagnia boutique che offrirà diverse esperienze, che prenderanno spunti importanti da altre imprese Virgin di successo, come ad esempio i Virgin Hotels, che tra l’altro, offrono bevande del minibar a prezzi da strada, WiFi gratuito e servizi pet-friendly senza distinzione di dimensioni o restrizioni di peso. Chissà a quale di queste caratteristiche si faceva riferimento. Branson ha dichiarato che i primi rendering delle cabine sono fantastici…

Il nuovo logo Virgin Voyages

Le tre unità saranno signore dei mari a vocazione ‘green’, in collaborazione con la società svedese Climeon Ocean, che vedrà i rifiuti di calore essere trasformati in energia elettrica, con un risparmio di 5.400 tonnellate di anidride carbonica per nave ogni anno. McAplin ha anche ammesso che si è presa in considerazione la nascita di navi a GNL ma che poi si è optato per Climeon perché più “produttivo”.

Virgin ha presentato una piattaforma di branding: ha rivelato il nuovo marchio e ha promesso uno stile di crociera innovativo, che celebri la curiosità degli ospiti e non imponga un itinerario sempre identico, che renda irresistibile la vacanza in crociera. Su Twitter si legge “Queste saranno navi da crociera spaziali”.

Alla guida della Compagnia Tom McAlpin, che ha contribuito alla nascita di Disney Cruise Line.

Virgin Voyages entrerà nel settore delle crociere con un capitale di 700 milioni di dollari per nave che arrivano da Bain Capital, secondo diverse fonti: il credito coprirà il costo dell’80% del costo di ciascuna nave, il che significa che Virgin copre il restante con 280 milioni di dollari per i costi iniziali e di esercizio.

Attendiamo nuove news a breve, come è nello stile Virgin, come ad esempio più notizie sulle navi stesse (da tempo girano rendering che mostrano il disegno avveniristico dello scafo, come vedete sotto nell’immagine).

Hai trovato interessante questo articolo? Lascia il tuo mi piace o un tuo commento o una tua condivisione per aiutarmi a crescere: a te non costa nulla, a me aiuta tantissimo 🙂

19/10/2016 ore 11.40 – “Post protetto da Licenza Creative Commons International CC BY-ND 4.0″

Daniela Pisano
Daniela Pisano

Blogger e cruise addict, viaggiare è sempre stato il mio chiodo fisso, insieme alla passione innata per l’archeologia e l’Egitto, per il mare e per i paesi orientali. Amo fotografare i particolari più strani, le cosiddette prospettive insolite. Sono sarda e son dello Scorpione, amo la mia terra perché mi ha insegnato a capire il mare in tutte le sue sfumature!

More Posts - Website - Twitter - Facebook - LinkedIn - Pinterest - Google Plus

Pubblicità

Pubblicità