Le isole greche con Costa Deliziosa – recensione

Alla fine del mese di giugno ho fatto una crociera di una settimana a bordo di Costa Deliziosa, con itinerario nel Mediterraneo Orientale, precisamente toccando le isole greche.

Le isole greche con Costa Deliziosa

Le isole greche con Costa Deliziosa

Comincio la mia recensione con i voti alla nave e via via proseguo spiegando nei dettagli come mi son trovata anche nelle escursioni.

I miei voti

  • NAVE: 7 1/5

Ho dato 7 e 1/2 per una semplice ragione: è troppo poco sbrilluccicosa per i miei gusti. Tutto quel rosa e quei colori così moderati sono noiosi. Io quando salgo su una nave mi aspetto di fare “ohhhhhhh”. Per il resto gli ambienti sono abbastanza vivibili, gli spazi ci sono tutti.

  • ITINERARIO: potrei dare 10, ma potrei dare anche 5

È una crociera che tocca porti stupendi. Uno più bello dell’altro e per questo darei 10 ma è davvero troppo striminzito il tempo a disposizione. Certo è una cosa che si sa prima di partire ma alla fine ogni tappa ai riduce a tre ore di tempo e sono davvero poche per quelle meraviglie. Mi ha lasciato la costante sensazione di dover correre per non perdermi qualcosa di importante e purtroppo si è costretti a scegliere.

Le isole greche con Costa Deliziosa

  • COMANDANTE Carmine Maddaloni: non pervenuto

  • OSPITI: italiani 8 – spagnoli 2 – altre nazionalita’ non pervenuto

In questa crociera mi sono mancati gli ospiti “danarosi”. Non ne ho incrociato uno. Ho sempre adorato incontrarli per i corridoi o starli a guardare al casino’ mentre buttavano via le loro mazzette da 500 euro (mi è successo con un russo belloccio sulla MSC Splendida).

Per quanto riguarda gli Spagnoli qua tocchiamo un tasto dolente. Ci lamentiamo tanto dei nostri connazionali ma durante questa crociera mi sono dovuta ricredere. Li ho trovati spocchiosi, arroganti e maleducati. Basti pensare che la terza sera c’è stata la necessita’ di raddoppiare il personale per la gestione di 4 tavoli, 1 di italiani, il mio, e tre tavoli di spagnoli, 1 di adulti e due di bambini. Bambini lasciati pascolare come piccole bestioline indisciplinate scene da zoo. Chi si lanciava le patatine, chi si strozzava col cibo. Robe mai viste.  In tutto questo i 10 genitori erano lassisti e indifferenti a tutto, impegnati a consumare il loro All Inclusive senza agitarsi minimamente.

Per il resto nulla da segnalare se non le solite piccole cose, ma sono le stesse della vita di tutti i giorni.

14632740_10209413067057016_1881017466_o

  • RISTORANTE: 9

Qualcuno mi chiederà perché ho dato 9. L’ho fatto semplicemente perché per essere un ristorante che prepara 3000 pasti al giorno la qualità è ottima.

Le isole greche con Costa Deliziosa

Partendo dall’inizio appena sono arrivata ho chiesto il cambio turno cena. Mi avevano dato il primo turno e per me e’ troppo presto. Ero con mia nipote e ci hanno sistemato in un tavolo in cui eravamo in 10 ma dove c’erano altri due bambini della sua eta’.

Ho mangiato al ristorante tutte le sere, per 4 giorni ci ho anche pranzato e ci ho fatto anche qualche colazione di quelle “cucinate”. Il cibo è stato sempre buono. Non ho mai detto no questa cosa non è buona non la mangio.

Mi hanno accontentato per ogni richiesta che ho fatto per la bambina che non mangia niente di troppo sofisticato (ha messo 2 chili anche lei che è secca come un chiodo).

Le isole greche con Costa Deliziosa

Le colazioni al ristorante sono state fantastiche. Oltre ai cornetti c’erano dei muffin che erano la fine del mondo. I camerieri passavano di continuo con i vassoi di dolci, i succhi di frutta, il latte e il caffe’ americano. Quella che io chiamo la colazione “cucinata” era un’attenato ogni mattina. Buona e variegata.

I pranzi sono sempre stati veloci e tranquilli. Non ho mai capito perché le persone frequentano poco il ristorante a pranzo, ma meglio per me.

A cena i camerieri hanno sempre fatto il massimo e credetemi con i 3 tavoli di spagnoli, 1 di adulti e 2 di bambini, che avevamo di fianco non deve essere stato per niente facile. Per tutti questi motivi secondo me si meritano tutti un bel 9 pieno.

  • RISTORANTE A BUFFET: 7 1/2

Non l’ho usato tantissimo. I Buffet non mi piacciono granché.

A colazione era vivibile. Tantissime postazioni dove trovare di tutto di più, dal dolce al salato, dallo yogurt alle prugne. Alle 7 di mattina era sempre aperto qualche volta anche prima.

Chiusura del buffet per la colazione alle 11.00. Dalle 10.00 riducevano le postazioni ma quelle rimaste erano più che sufficienti.

Le isole greche con Costa Deliziosa

Il pranzo iniziava alle 12. Postazioni varie con qualsiasi cosa. Io ho quando ho pranzato al buffet ho usato solo la postazione Humburger Hot dog e patatine. Mia nipote ha ringraziato ogni volta, i miei fianchi un po’ meno.

Il pranzo al buffet è sempre stato tendenzialmente invivibile. Trovare un tavolo libero era un utopia e ti ritrovavi a girare 10 minuti minimo prima di trovare qualche anima pia che decideva di alzarsi.

Al buffet c’è da registrare la maleducazione delle persone. E’ inconcepibile per me lasciare piatti mezzi pieni sul tavolo, con montagne di cibo buttato via. Che senso ha prendere tre piatti di pasta se poi li lasci li’ tutti e tre??? Per non parlare dell’abitudine di lasciare piatti e bicchieri dappertutto quando ci sono spazi appositi ogni 5 metri. Va bene che siamo in vacanza e che ci sono persone pagate apposta per mettere a posto e pulire, ma un po’ di educazione non guasterebbe.

Le isole greche con Costa Deliziosa

Al pomeriggio fino alle 5 c’erano i dolcetti, fino alle 5 e mezza la pizza e fino alle sei dei piccoli sandwich. Ho letto tante critiche sul fatto che dopo le sei bisogna pagare per mangiare la pizza ma mi pare una critica esagerata. Si mangia davvero di tutto e a tutte le ore.

Il buffet a cena e’ stato aperto due sere. Ma io non ci voglio andare a pranzo, figuriamoci se ci andavo a cena. Non so quindi cosa c’era da mangiare se c’era tanta gente o no.

  • CABINA: 8 1/5

Le isole greche con Costa Deliziosa

Avevo la cabina 7390: che la nave ha qualche anno nella cabina si vede tutto. Qualche scheggiatura, qualche macchiolina qua e la, il cassetto che non chiude benissimo. In compenso l’abbiamo trovata linda e profumata ed è rimasta cosi’ per tutta la crociera.

  • PULIZIA E CABINISTA: 9

Il nostro cabinista Erwin era sempre accorto nel risistemare tutto e nel cambiare gli asciugamani. Ogni sera trovavamo la cabina sistemata con la notte col diario di bordo sul letto. E’ sempre stato gentile e l’ultimo giorno di crociera ci ha lasciato usare gli asciugamani blu per la piscina fino a ora di pranzo, poco prima di sbarcare.

La nave in generale non l’ho mai trovata sporca o disordinata. Anche i bagni pubblici erano sempre puliti e spesso ci ho trovato anche gli asciugamani piccoli di stoffa.

Le isole greche con Costa Deliziosa

  • INTERNET: non usato

  • SPETTACOLI: 7 ½

Non sono andata a Teatro tutte le sere, ma solo 3 volte. Spettacoli belli, costumi bellissimi, ballerine bravissime e cantanti con voci stupende, per non parlare degli acrobati. Il fatto è che visto uno praticamente visti tutti. Poi se bisogna passare la tre quarti d’ora va benissimo, ma non ci si deve aspettare l’effetto “ohhhhhhh” ogni sera. I ragazzi dell’animazione erano sempre in giro e sempre col sorriso. Ma più di questo non so dire.

  • ANIMAZIONE: non usata

  • BAR: 7

Rispetto alle altre crociere che ho fatto in questa ho avvertito meno l’insistenza dei camerieri per farti ordinare da bere. Ciò mi ha fatto apprezzare di più ogni singola consumazione che ho fatto al bar sia i cocktail (buonissimi ma poco alcolici, a me che non bevo mai non mi ha fatto girare la testa manco quello a base di rum) che i caffè, tasto di solito dolente in ogni crociera.

C’e’ il marchio Illy in ogni angolo della nave e devo dire che il caffè rispetto alle altre volto l’ho trovato ottimo. Ma non c’è niente da fare, il cappuccino sulla nave non lo sanno fare e ho provato più di una volta. La mattina che sono scesa a Venezia sono andata di corsa in un Bar a terra a gustarmi un cappuccino come si deve.

Le isole greche con Costa Deliziosa

  • CLIMATIZZAZIONE: 9

Inaspettatamente per tutta la crociera la temperatura è stata perfetta. Non mi è mai capitato di dovermi mettere la maglietta se non in qualche raro momento in qualche corridoio tra i vari bar.

Di solito il grosso problema delle navi e l’aria gelida e i primi giorni mi portavo sempre con me un giacchino che poi pero’ ho lasciato sempre in cabina perché effettivamente si stava benissimo. Quindi dico bravo a chi ha regolato le temperature.

  • FOTOGRAFI: 8

Come i camerieri del bar anche loro durante questa crociera li ho trovati poco insistenti. E’ vero che erano posizionati in ogni angolo della nave e che passavano ai tavoli tutte le sere. Ma per farmi fare la foto sulle scale con mia nipote l’ho dovuto chiedere. Se quando passavano dicevi di no, nessuna insistenza sgradevole.

Del costo esagerato delle foto è inutile parlarne, tanto è un dato di fatto e nessuno ci obbliga a prenderle.

  • ESCURSIONI: 7

A Corfu’, Mikonos e Santorini ho preso sempre le escursioni Costa Crociere.

A Dubrovnik e a Venezia mi sono arrangiata da sola. La prima per scelta, la seconda perché quando mi sono decisa a chiedere per l’escursione erano tutte esaurite.

Per il tempo a disposizione devo dire che meglio le escursioni organizzate dalla compagnia non potevano essere. Certo andrebbero forse strutturate un po’ meglio. Nel senso che se si ha poco tempo a disposizione non è detto che bisogna vedere mille posti ma fammene vedere uno come si deve. Le valutazioni escursione per escursione le trovate poco più sotto.

Le isole greche con Costa Deliziosa

  • BEAUTY E SPA: non usate

  • PISCINE: 6

E qua arriviamo al punto dolente dell’intera crociera. Un disastro. Un quasi totale disastro. Partendo dal presupposto che rispetto alle altre navi dove sono stata le piscine sulle Deliziosa sono più piccole, ma ci sta, è un dato di fatto ed è largamente pubblicizzato.

Le isole greche con Costa Deliziosa

Quello che purtroppo pero’ ho sottovalutato è la maleducazione delle persone, e soprattutto il poco controllo di chi si dovrebbe occupare di quello che succede lassù. Lettini occupati da asciugamani, cappellini o magliette per ore senza che i proprietari si facciano vedere mai. Non ho capito se vanno sul ponte ad occupare il posto, escono in escursione e poi si ripresentano la dopo essere rientrati. Piuttosto se si mettono la sveglia alle 8 di mattina portano su l’asciugamano e poi lo vanno a riprendere la sera perché durante il giorno sono stati in altre faccende affaccendati.

Ma ci può anche stare che una persona è maleducata di educazione e quindi se ne frega se sulla nave ci sono altre 2999 persone che magari vorrebbero andare a prendere il sole proprio su quel lettino. Quello che per me è inconcepibile che non c’è nessuno che faccia un benché minimo controllo in proposito.

Ma come lo vedo io che un lettino non viene usato da 2 ore non lo dovrebbe vedere anche la persona a cui compete che tutto funzioni???

Le isole greche con Costa Deliziosa

Per non parlare della maleducazione dei genitori dei bambini perché no, io non do la colpa a quelle creature esuberati, ci sta che loro vogliano fare i tuffi, spingersi, schizzarsi l’acqua, ammazzarsi o provocare la terza guerra mondiale dentro una piscina. Non ci sta invece che di adulti che li guardano non ce n’è nemmeno l’ombra. Non dico di stare li a stressarli e permettergli solo di fare il morto a galla in quei 20 metri quadri di acqua ma ho visto di quelle robe che gli umani non possono nemmeno immaginare. E come sopra, non c’era nemmeno l’ombra di una addetto, di un bagnino, di un soggetto che magari placasse un pochino tutta quell’energia vulcanica in esplosione.

Qualcuno mi dirà che la crociera è fatta per le famiglie, che è normale tutto ciò. Ma anche io ero con una bambina di 11 anni che si è divertita in acqua, ma i miei occhi le erano sempre posati addosso nonostante non abbia mai avuto bisogno di ricordarle come si doveva comportare. Quindi no, non accetto che le piscine siano ostaggio della maleducazione altrui e spero che prima o poi qualcuno si decida sul serio a fare qualcosa in proposito.

Le escursioni

#1. Bari

Sono arrivata a Bari il pomeriggio prima di partire. Non avevo voglia di andare in macchina, sono già buttata in autostrada tutti i giorni e non mi andava di stressarmi quindi ho preso un treno e sono arrivata in stazione alle 17.30 di domenica.

Le isole greche con Costa Deliziosa

#2. Corfù

Appena ci avviciniamo a Corfu’ si presenta una giornata che chiamarla stupenda è dire poco. Scegliamo di scendere a terra con un escursione offerta da Costa : Città di Corfu’ e Baia di Paleokastritsa.

I tempi come tutte le escursioni sono stretti ma a me è piaciuta. Ci hanno fatto fare un bel giro per la Baia, dove con 10 euro c’era la possibilità di fare il giro delle grotte e del monastero da dove si godeva una vista spettacolare. Purtroppo per visitare la cittadina il tempo è stato davvero minimo, ci siamo ridotti a fare un giro di una mezz’oretta ma è andata bene cosi’.

Che dire di Corfu’. Ho visto un angoletto soltanto, ma mi ha rubato il cuore. Colori stupendi. Un blu trasparente che mi ha abbagliato lo sguardo. Non mi aspettavo tanto da questa tappa e invece devo dire che sono stata smentita. Fatto sta che il primo fine settimana di settembre spero di tornarci, così mi innamoro ancora un po’.

#3. Mikonos

Se fossi stata sola l’avrei sicuramente visitata diversamente, ma avevo con me una bambina di 11 anni che giustamente voleva farsi un po’ di mare e di spiaggia e allora ho preso l’escursione Costa Spiaggia di Platy Gialos.

Le isole greche con Costa Deliziosa

Appena siamo arrivate ci hanno fatto scendere immediatamente e ci hanno portato in questa spiaggetta che è bellissima certo, acqua cristallina e sabbia finissima, ma per i miei gusti troppo affollata e troppo turistica. Ci hanno accompagnato in uno stabilimento che era completamente riservato ai noi di Costa. Ho trovato un ombrellone in prima fila ma i lettini erano cosi’ appiccicati che io e la signora dell’ombrellone di fianco sembravamo in luna di miele.

Prima di andare via ci hanno offerto un aperitivo greco, con varie specialita’ al centro del tavolo: ho trovato qualcosa non di mio gusto, ma l’insalata greca e la salsa allo yogurt e cetriolo me la sogno ancora la notte. Un bicchiere di vino, buono anche quello e siamo tornati in citta’ dove abbiamo avuto un po’ di tempo per girare.

Sempre a causa della piccola croce e delizia che mi portavo dietro ho dato solo uno sguardo alle stradine cittadine e mi sono persa i mulini a vento. Prossima volta che ci tornero’ sicuramente non manchero’ di arrampicarmi fin lassù.

#4. Santorini

Santorini in questa crociera è significato levataccia: alle sei ero già in piedi che cercavo di far scendere dal letto la mia accompagnatrice. Non è stata un impresa di poco conto ma ne è valsa decisamente la pena… Anche in questo caso ho deciso di scegliere un escursione Costa. Non avevo nessuna intenzione di andarmi a infilare nel marasma di gente che cercava di accaparrarsi un numero decente per scendere a terra. Ho scelto l’escursione Cartolina da Oia.

Raggiungere Oia è stato un po’ lungo, dato che la guida ha deciso di farci fare il giro panoramico. Bello certo, ma i bambini nell’autobus, compreso mia nipote, non sono stati proprio contentissimi, a un certo punto non c’erano più posti vicino all’autista dove posizionarli per non farli sentire male. Comunque per tutto il tragitto la guida non ha smesso per un secondo di raccontarci di tutto di più.

Le isole greche con Costa Deliziosa

Arrivati a Oia ci ha lasciato liberi di girare e cosi’ ci siamo addentrati nella più classica della cartolina. Quando si pensa alla Grecia si pensa a Oia, sembra quasi finta per quanto è bella. Sembra che uno scenografo l’abbia creata di cartapesta di tutto punto per girarci qualche film.

I classici tetti blu catturano lo sguardo e si fondono col colore del mare e del cielo mentre il bianco delle case creano un contrasto che dire spettacolare è dire poco. Ogni angolo che si esplora, anche il più anonimo, regala un emozione.

Abbiamo passato un ora che è stata una continua esclamazione di meraviglia. Inutile dire che qua ho dato fondo a buona parte del budget che avevo preventivato per i classici souvenir. In un negozietto ho comprato delle piccole tele piene di colori degli scorci della cittadina. Sui muri della mia casetta devo dire che stanno benissimo.

Le isole greche con Costa Deliziosa

Per il viaggio di ritorno il tragitto è stato più breve: la guida ci ha consegnato il biglietto per la discesa in funivia e ci hanno lasciato all’ingresso di Thira, dove abbiamo avuto tutto il tempo per fare una bella passeggiata. Abbiamo preso un gelato e ci siamo avviate ad affrontare la discesa.

Certo nella zona della funivia la vicinanza dei famosi asinelli si sentiva tutta, il “profumo” non era propriamente gradevole, ma alla fine è caratteristico anche questo. Abbiamo avuto la fortuna di non trovare troppa fila quando abbiamo deciso di scendere e in 10 minuti eravamo già sedute pronte per farci quei due minuti sospese in aria. Due minuti in cui non sapevi dove posare gli occhi, tanto era la bellezza di quello che si vedeva intorno.

#6. Dubrovnik

Un piccolo gioiello dall’altra parte dell’Adriatico. Sì, perché guardare questa cittadina con le sue acque cristalline e il giorno dopo ritrovarsi a Venezia con le sue acque che chiamarle zozze è riduttivo è un’assurdità.

L’acqua che ho visto al porto di Dubrovnik non penso di averla vista ma: azzurra, limpida e pulita. Uno spettacolo già a guardare dal ponte!

Le isole greche con Costa Deliziosa

A Dubrovnik abbiamo attraccato al porto, io e la piccola abbiamo deciso di farci una passeggiata in autonomia. Scese dalla nave abbiamo preso un taxi che per 10 euro ci ha portato in centro città dove abbiamo fatto un giretto con calma e tranquillità, fino ad arrivare in un porticciolo dove abbiamo preso una barchetta che, per 10 euro a testa, ci ha fatto fare un giro delle mura e dell’isola di Locrum. E’ stato bellissimo.

Mi ha affascinato tantissimo quest’isoletta dove nessuno può vivere a causa di una vecchia maledizione. Isola completamente rocciosa ma più che attrezzata per farsi una giornata al sole: ci sono degli spuntoni attrezzati con lettini ombrelloni e scalette per scendere in acqua. Certo, non è una spiaggia sabbiosa, ma ha un incredibile fascino. Ha addirittura il suo angolo dedicato al naturismo segnalato e appartato ma comunque comodo.

Le isole greche con Costa Deliziosa

Sono ripartita dalla Croazia riproponendomi di tornarci, queste acque meritano un po’ di tempo per andare in esplorazione.

#7. Venezia

A Venezia abbiamo deciso di scendere da sole. Abbiamo preso il trenino che ti porta a Piazzale Roma e da li a piedi fino a San Marco passando per i punti più belli della città.

Le isole greche con Costa Deliziosa

La prima cosa che abbiamo fatto appena arrivate a Piazzale Roma è stata entrare in un bar e prenderci un cappuccino. Sulla nave non lo sanno proprio fare e ho sofferto una settimana.

Le isole greche con Costa Deliziosa

Non vi sto a raccontare le bellezze di Venezia, ci sono stata tante volte ma ogni volta scopro un angolo nuovo che mozza il fiato. Siamo stata in giro fino a ora di pranzo poi abbiamo deciso di rientrare per goderci l’ultimo giorno in nave. Abbiamo preso il traghetto che ci ha portato praticamente fino al terminal. Comodo, veloce e comunque un giretto in Canal Grande non guasta mai.


Nota di Daniela: questa è la personalissima opinione e recensione della crociera a bordo di Costa Deliziosa di Marisa. E voi, avete avuto la sua stessa impressione? Fateci sapere, qui sotto nei commenti o nei nostri canali social!

Hai trovato interessante questo articolo? Lascia il tuo mi piace o un tuo commento o una tua condivisione per aiutarmi a crescere: a te non costa nulla, a me aiuta tantissimo 🙂

12/10/2016 ore 11.00 – “Post protetto da Licenza Creative Commons International CC BY-ND 4.0″

Marisa Virtù
Marisa Virtù

A chi dice che i soldi non fanno la felicità io rispondo che quelli spesi per viaggiare la fanno. Amo conoscere e scoprire nuovi luoghi, ma ancora di più amo organizzare il mio prossimo sogno, grande o piccolo che sia. Amo leggere, camminare, il mare e la montagna, amo tutto ciò che mi riempie gli occhi di meraviglia.

More Posts - Facebook

Pubblicità

Pubblicità

Lascia il tuo commento al post