Mal di terra…o malattia da sbarco: sintomi e cause

Si parla tanto di mal di mare, ma pochi conoscono il mal di terra: noto anche come mal de débarquement (MDD), o malattia dello sbarco, è una vera e propria, seppur più rara, condizione di malessere che si manifesta, in genere, dopo un viaggio a bordo di una nave ma capita anche dopo molte ore di volo.

Mal di terra...o malattia da sbarco: sintomi e cause

Mal di terra…o malattia da sbarco: sintomi e cause

Ne ho sofferto personalmente dopo l’ultima crociera: allo sbarco e per ben una settimana circa, avevo un continuo senso di dondolio, di ondeggiamento, con una serie di conseguenze come mal di testa, stomaco sottosopra, episodi di vertigini. Non mi era mai capitato prima ma, evidentemente nel mio caso, il Mare del Nord ha fatto pagare il suo pegno!

E, sempre nel mio caso, mi è andata bene che è durata “solo” una settimana, mentre molto spesso il disturbo si protrae sino ad un mese, sino ai casi limite di persone che per ben un anno hanno continui disturbi. Ai sintomi di dondolio spesso si associa instabilità, ansia e perdita di fiducia in se stessi.

C’è da dire che sono soprattutto le donne tra i 40 e i 50 anni a soffrirne, e può capitare anche per crociere di soli 7 giorni: immaginate cosa capita a chi rimane a bordo molto di più!

Mal di terra...o malattia da sbarco: sintomi e cause

Le cause del mal di terra

Tralasciando tecnicismi medici che non mi appartengono, diciamo che in linea generale gli studiosi pensano che il mal di terra non sia che una sorta di variante dell’emicrania: il fatto che il disturbo sia frequente tra le donne, viene inoltre correlato a sbalzi ormonali. Alcuni studiosi lo considerano un disturbo neurologico.

Anche le differenze nel modo con cui il corpo elabora le informazioni sensoriali concernenti equilibrio e postura possono fare una forte differenza nel sentire o meno il disturbo.

In assenza di alternative valide, la diagnosi arriva dopo una serie di esami diagnostici che escludano danni più gravi, anche neurologici.

Mal di terra...o malattia da sbarco: sintomi e cause

Trattamento del mal di terra

Non esiste una terapia specifica per il trattamento del mal da sbarco.

Alcuni trattamenti includono una terapia di riabilitazione vestibolare, altri suggeriscono di ridurre lo stress o di dormire regolarmente e bene.

Se si hanno i sintomi mentre si è al volante, è bene fermarsi e fissare un punto ben preciso davanti a noi per un paio di minuti, prima di muoverci e scendere dalla macchina: questo aiuta a lenire i sintomi correlati alle vertigini, come la nausea ad esempio.

Mal di terra...o malattia da sbarco: sintomi e cause

Idem se si ha una vita particolarmente attiva durante il giorno: fermarsi ogni tanto e concentrarsi sull’orizzonte davanti a noi, è di grandissimo aiuto.

I medicinali più comuni utilizzati da chi soffre mal di terra, sono quelli comuni che curano vertigine e cinetosi, ma nella maggior parte dei casi sono inefficaci e possono anche accentuare il disturbo: solo il medico, può prescrivere medicinali appositi, che variano da semplici antinfiammatori ad antidepressivi, proprio perchè il sintomo varia da persona a persona e ciascuno reagisce in maniera differente ai vari medicamenti.

Posso prevenire il mal di terra?

Anche in questo caso ci sono diverse scuole di pensiero: personalmente ritengo che intontirsi con medicinali quali ansiolitici, come le benzodiazepine, che riducono lo stato di ansia (a basse dosi), come prevenzione, sia assurdo, oltre che pericoloso nel mio caso specifico.

Semplicemente al rientro, evitare tutte quelle situazioni che possono portare a vertigini, come i movimenti improvvisi, evitando anche di muoversi se necessario: la sensazione è spiacevole sicuramente, perchè sentirsi sempre in un dondolo che non sta mai fermo è fastidioso. Di solito fermarsi, respirare profondamente e puntare lo sguardo verso un punto fisso all’orizzonte per un paio di minuti aiuta.

Allure of the Seas: visita nave per i Crazy Cruises

Personalmente l’ho risolto evitando situazioni di particolare stress e nessuna medicina, e dopo una settimana è sparito tutto, ma certamente casi più seri devono necessariamente essere valutati da un medico, per garantire una qualità della vita normale (specie se il disturba dura molto tempo).

Anche voi avete sofferto del mal di terra? Raccontateci la vostra esperienza e come l’avete risolto 🙂

 

Hai trovato interessante questo articolo? Lascia il tuo mi piace o un tuo commento o una tua condivisione per aiutarmi a crescere: a te non costa nulla, a me aiuta tantissimo 🙂

E ricorda di inserire la tua mail per rimanere sempre connesso con il mondo Crazy, con notizie sempre aggiornate!

16/07/2015  ore 17.20
“Articolo di Crazy Cruises in riproduzione riservata” protetto da licenza Creative Commons International: Devi attribuire adeguatamente la paternità sul materiale, fornire un link e indicare se sono state effettuate modifiche.
Daniela Pisano
Daniela Pisano

Blogger e cruise addict, viaggiare è sempre stato il mio chiodo fisso, insieme alla passione innata per l’archeologia e l’Egitto, per il mare e per i paesi orientali. Amo fotografare i particolari più strani, le cosiddette prospettive insolite

More Posts - Website - Twitter - Facebook - LinkedIn - Pinterest - Google Plus

Pubblicità

Pubblicità

2 pensieri su “Mal di terra…o malattia da sbarco: sintomi e cause

  1. FiloSofia:)

    Ciao, mi sto documentando perché sto per partire per una crociera di 10 giorni: il mal di mare non mi preoccupa perché ho già preso traghetti per tratte di diverse ore e ho sempre risolto con gli storici sea-band, ma sto leggendo del mal di terra e vorrei evitare di star male dopo… Sapete se i bracciali funzionano anche per il mal di terra? Grazie

    Rispondi
    1. Daniela PisanoDaniela Pisano Autore articolo

      Ciao Sofia: il mal di terra è particolarmente sentito quando stai tanti giorni in mare, soprattutto se agitato! Io ho fatto l’esempio della mia ultima crociera: su 7 giorni gli ultimi 3 in particolare sono stati particolarmente agitati ed è stato questo continuo movimento che mi ha creato il problema (era maggio). Se parti in questo periodo probabilmente potresti non avere problemi: in ogni caso, che io sappia, i bracciali non funzionano per il mal di terra, perchè le cause del mal di terra, come descritto nel post, sono diverse e di varia natura. Spero che tu riesca a goderti al meglio la tua crociera 🙂

      Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *