La situazione a Istanbul e le conseguenze per le crociere

Tutti avrete letto in questi giorni dei gravi fatti che hanno funestato una delle città più belle al mondo, Istanbul.

La situazione a Istanbul e le conseguenze per le crociere

La situazione a Istanbul e le conseguenze per le crociere

Si tratta di un vero e proprio atto di guerra, che colpisce direttamente chi in questa città vive e lavora e in maniera indiretta anche noi croceristi, che assistiamo giorno dopo giorno alla cancellazione, oltre che dello scalo di Istanbul, anche di quello di altre città turche.

Le compagnie da crociera prettamente “italiane”, quali MSC e Costa, hanno già da tempo sospeso lo scalo di Istanbul: vediamo invece i provvedimenti presi dalle altre compagnie che ancora effettuavano tale scalo.

Celebrity Cruises

In seguito agli ultimi avvenimenti ha cancellato tutti gli scali a Istanbul e li ha rimpiazzati con Atene (Pireo).
La compagnia, attraverso il proprio portavoce, ha dichiarato di essere vicina alla Turchia in questo difficile momento, ma di avere come primo obiettivo la sicurezza dei passeggeri e dell’equipaggio.
Tutti i cambiamenti saranno comunicati il più velocemente possibile ai clienti che hanno crociere prenotate comprendenti questa tappa.

La situazione a Istanbul e le conseguenze per le crociere

Cunard

La Queen Victoria ha in programma un’overnight a Istanbul il prossimo 18 luglio. Per il momento non sono stati apportati cambiamenti.
La compagnia ha dichiarato che la situazione viene costantemente monitorata in stretta collaborazione con le forze dell’ordine e le autorità locali e che potrebbe rivelarsi necessario un cambiamento di rotta.

Holland America Line

La Eurodam ha in programma un’overnight a Istanbul il prossimo 22 luglio, e l’itinerario per ora rimane invariato. Anche in questo caso le dichiarazioni della compagnia, oltre ad esprimere solidarietà con il popolo turco, evidenziano che eventuali cambiamenti potranno essere effettuati in prossimità della data e comunicati prontamente a clienti ed agenzie.

La situazione a Istanbul e le conseguenze per le crociere

Celestyal Cruises

Questa compagnia non effettua più scali a Istanbul da tempo, ma continuerà come da programma a scalare a Kusadasi e Cesme.

Princess Cruises

La Princess al momento non ha cancellato la sosta a Istanbul del prossimo 7 luglio. Anche in questo caso verrà monitorata la situazione e comunicati eventuali cambiamenti.
Il portavoce della compagnia ha però evidenziato che i passeggeri che decideranno di cancellare la crociera, pagheranno ugualmente la penale prevista.

La situazione a Istanbul e le conseguenze per le crociere

Seabourn

La Seabourn ha deciso di sostituire la sosta a Istanbul del prossimo 2 luglio con Atene (Pireo).

Windstar

Windstar ha annunciato cambiamenti di scali per ben 16 crociere. Innanzi tutto è stato cancellato l’imbarco e lo sbarco a Istanbul e sostituito con Atene. Sono inoltre stati sospesi gli scali nei porti turchi di Kusadasi e Bodrum e rimpiazzati con Kalymnos e Nafplio in Grecia. La compagnia sta contattando i clienti che avevano voli su Istanbul e offrendo assistenza per il cambio di volo.

La situazione a Istanbul e le conseguenze per le crociere

La speranza è che questi siano solo cambiamenti provvisori e in un breve futuro si possa tornare a visitare la Turchia e soprattutto Istanbul, che a mio parere è una delle città più belle e affascinanti del mondo.

Personalmente penso che siamo in guerra, una guerra combattuta principalmente con l’arma del terrore, una guerra che vuole bloccarci, toglierci la possibilità di conoscere altri luoghi e culture.
Sta a noi combattere questa guerra non facendovi intimorire e continuando a viaggiare e a visitare il mondo, sia in crociera che con altri mezzi.

Se non vi recherete più in aeroporto per paura o in futuro eviterete certe destinazioni per lo stesso motivo, avranno vinto loro la battaglia e voi avrete perso.
E soprattutto la vostra anima e il vostro bagaglio culturale verranno alleggeriti di possibilità immani di arricchimento che solo un viaggio può dare.

La situazione a Istanbul e le conseguenze per le crociere

A voi la scelta, combattere e continuare a viaggiare e tornare al più presto in questi luoghi, non appena sarà possibile, oppure arrendersi e dichiararsi sconfitti con la prospettiva di chiudere i vostri orizzonti.
Io ho scelto, voglio lottare, voglio combattere tutto questo, voglio continuare a viaggiare, a vedere il mondo e a conoscere quello che altre culture possono offrirmi, è una scelta, ma è la mia scelta e me assumo tutte le responsabilità.

Image Credits: Cinzia Marchisio, all rights reserved

Hai trovato interessante questo articolo? Lascia il tuo mi piace o un tuo commento o una tua condivisione per aiutarmi a crescere: a te non costa nulla, a me aiuta tantissimo 🙂

30/06/2016 ore 15:00
“Articolo di Crazy Cruises in riproduzione riservata” protetto da licenza Creative Commons International: Devi attribuire adeguatamente la paternità sul materiale, fornire un link e indicare se sono state effettuate modifiche.
Cinzia Francesca Marchisio
Cinzia Francesca Marchisio

Cruise addict convinta, con la bellezza di oltre 430 giorni di crociera alle spalle, in passato ha collaborato per otto anni con il portale di ItalianSubs, utente molto attiva in Cruise Critic, è inoltre admin di Croceristi per la vita

More Posts - Facebook

Pubblicità

Pubblicità

Lascia il tuo commento al post